Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Famiglie » Soggetto produttore - Famiglia

Franchetti

Luogo: Città di Castello (Perugia)
sec. XIX - sec. XX primo quarto

baroni

Intestazioni:
Franchetti, baroni, Città di Castello (Perugia), sec. XIX - sec. XX primo quarto, SIUSA

Si tratta di una famiglia di proprietari terrieri, mercanti e banchieri, ma anche di medici e tipografi: i diversi rami si spostarono in varie città italiane (Livorno, Firenze, Treviso, Venezia, Reggio Emilia) e straniere.
Si segnalano, in particolare, Isacco, che nel 1891 fu insignito del titolo di barone dal re Umberto I reso poi trasmissibile da Vittorio Emaunele III nel 1911, e il figlio Leopoldo, nato a Livorno il 31 maggio 1847.
Isacco si trasferì a Firenze prima del 1850, dove Leopoldo svolse i suoi studi socio-politici, formandosi al pensiero positivista e a quello liberale inglese. Leopoldo fu autore di pubblicazioni sulle condizioni delle province napoletane e dei comuni rurali italiani. Nel 1878 fondò con Sidney Sonnino la rivista "Rassegna settimanale". Nel 1882, dichiaratosi liberale monarchico legato alla Destra ma aperto anche al Centro, venne eletto deputato, rappresentando prima il collegio di Perugia e poi quello di Città di Castello. Nel 1890 venne nominato da Francesco Crispi commissario per la colonizzazione, guidando una missione in Eritrea che aveva lo scopo di realizzare esperimenti agrari. Nel 1901 divenne socio ordinario della Regia accademia ecomonimco-agraria dei Georgofili. Non rieletto alla Camera nel 1904, nel 1909 divenne invece senatore. Ricoprì molti altri incarichi, occupandosi anche di politica economica e sociale: nel 1907 divenne presidente dell'Istituto delle case popolari di Roma, nel 1910 fondò con alcuni soci, tra cui l'amico Antonio Fogazzaro, l'Associazione nazionale per gli interessi del Mezzogiorno d'Italia, con lo scopo di promuovere l'istruzione con biblioteche, scuole rurali e asili e migliorare le condizioni di vita delle classi meno abbienti, con la creazione di consultori medici, magazzini cooperativi, strade, scuole. Si occupò anche di iniziative a carattere educativo, socio-umanitario e filantropico, prima da solo e in sintonia con la tradizione della famiglia, poi con la moglie, l'ebrea americana Alice Hallgarten, sposata nel 1900. Tra le istituzioni sorte in Umbria per l'iniziativa dei due coniugi si ricordano le scuole di Montesca e Rovigliano, il Laboratorio tela umbra di Città di Castello con asilo annesso, l'Asilo infantile di Citerna, il ricovero Casa maestre e la Casa dei bambini orfani, sempre a Città di Castello. La moglie morì di tubercolosi nel 1911; il barone, duramente colpito da tale perdita, dopo la disfatta di Caporetto, si suicidò.
Il lascito testamentario fu a favore dell'Opera pia regina Margherita di Roma, nominata erede universale per provvedere, con le rendite dell'ingente patrimonio, al mantenimento e allo sviluppo delle istituzioni sociali create dai coniugi Franchetti.


Soggetti produttori:

Collegati:
Casa maestre di Montesca
Hallgarten Franchetti Alice
Opera pia regina Margherita di Roma. Fondazione Franchetti
Scuola di Montesca
Scuola di Rovigliano
Tela umbra. Lini tessuti a mano società cooperativa a responsabilità limitata


Per saperne di più:
Storia tifernate. Biografie


Bibliografia:
V. SPRETI, Enciclopedia storico-nobiliare italiana: famiglie nobili e titolate viventi riconosciute dal R. governo d’Italia compresi: città, comunità, mense vescovili, abbazie, parrocchie ed enti nobili e titolati riconosciuti, Bologna, Forni editore, 1969, III, pp. 253-255
ASSOCIAZIONE STORICA ALTA VALLE DEL TEVERE, Leopoldo e Alice Franchetti e il loro tempo, a cura di P. PEZZINO e S. TACCHINI, Atti del Convegno "Alice e Leopoldo Franchetti e il loro tempo", Città di Castello, Villa Montesca, 7-8 aprile 2000, Città di Castello, Petruzzi, 2002
V. U. BISTONI, Grandezza e decadenza delle istituzioni Franchetti, Città di Castello, Edimond srl, 1997, 2-12
M. MARCHETTI, Un esperimento di grande proprietà trasformata in piccola proprietà coltivatrice. Il testamento Franchetti e la sua attuazione, Città di Castello, Soc. An. Tip. Ed. "Leonardo da Vinci", 1935
G. SIRCANA, Franchetti Leopoldo, in "Dizionario biografico degli italiani", Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma, Treccani, 1988, vol. 50, 71-73

Redazione e revisione:
Lonzini Silvia, 2005/11/23, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2005/12/22, revisione


icona top