Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


icona espandi alberoespandi l'albero

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei complessi » Complesso archivistico

Parrocchia di San Pietro apostolo di Schio

fondo

Estremi cronologici: sec. XVI - 1709

Note alla datazione: con documenti fino al 1742, nov. 4

Consistenza: Unità 66: regg. e bb.

Descrizione: Di antichissima origine, la comunità di Schio sviluppò la propria vita religiosa attorno alla cappella di S. Pietro, dipendente dalla pieve di Belvicino. Nel 1033 il vescovo di Vicenza donò la cappella al monastero delle Benedettine di S. Pietro in Vicenza, che ne mantennero i diritti fino allŽepoca napoleonica. LŽimportanza della cappella crebbe al punto che nelle «Rationes decimarum» (1297 - 1303) i sacerdoti che avevano la cura dŽanime della pieve e della cappella sono attestati come arcipreti «plebis de Belvixino et de Scledo»; attorno alla metà del sec. XV la sede dellŽarcipretura fu trasferita in Schio. La chiesa attuale risale al sec. XVIII. Nella busta 153 è contenuto un «Inventario dei registri canonici della chiesa di S. Pietro in Schio conservati presso lŽArchivio della Curia vescovile di Vicenza [...] redatto» da incaricati dellŽArchivio e Biblioteca "S. Pietro" dellŽomonima parrocchia di Schio «in vista della riproduzione tramite microfilm dei registri in oggetto da compiersi a cura della Civica Biblioteca Bertoliana di Vicenza». Ogni pezzo contiene inserta una scheda di descrizione, recante anche la segnalazione dellŽavvenuta operazione di microfilmatura; non si è però rinvenuta copia dei microfilm o delle riproduzioni fotografiche nellŽArchivio della Curia. Successivamente alle operazioni di microfilmatura la disposizione delle carte provenienti dai registri non risulta sempre rispettata ed alcune di esse sono ora raccolte alla rinfusa in alcuni mazzi o inserte in altri registri; in seguito però a tali operazioni e alla conseguente attribuzione di numeri ai singoli pezzi riportati nella scheda inserta, si sono rispettate lŽattuale composizione dei registri e dei mazzi e la successione secondo il numero attribuito. Durante le operazioni di microfilmatura le carte e il registro della curazia di S. Giorgio in Poleo non sono stati separati da quelli della chiesa matrice e pertanto sono stati considerati come parte integrante della documentazione relativa a S. Pietro in Schio.

La documentazione è conservata da:
Archivio storico diocesano di Vicenza


Redazione e revisione:
Michelon Marco, 98, prima redazione
Sardi Francesca, 98, prima redazione
Cavazzana Romanelli Francesca, 98, supervisione della scheda


icona top