Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Projects

img
icona Ecclesiae Venetae Historical Archives of the Church in the Veneto

img
icona Inquisition Census of the Archives of the Inquisition in Italy

img
icona Personalities Census of the archives of Cultural Personalities in Tuscany between 800's and 900's

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Simple search » Creators » Creator - Person

Betti Enrico

Pistoia 1823 ott. 21 - Soiana di Terricciola (Pisa) 1892 ago. 22

Matematico

Headings:
Betti Enrico, matematico, (Pistoia, 1823-Soiana di Terricciola, 1892)

Enrico Betti nacque il 21 ottobre 1823 a Pistoia, dove compì gli studi classici al liceo Forteguerri. Sotto la guida di Ottaviano Fabrizio Mossotti studiò matematica all'Università di Pisa, dove si laureò nel 1846 in Scienze fisico-matematiche e in Matematica applicata.
Dedicatosi dapprima all'insegnamento secondario - fu professore nei licei di Pistoia e Firenze tra il 1849 e il 1854 - nel 1857 fu chiamato ad occupare la cattedra di Algebra superiore a Pisa.
Nella città toscana egli svolse tutta la sua carriera universitaria, titolare di vari insegnamenti tra cui, a partire dal 1864, quello di Fisica matematica che era stato del suo maestro Mossotti.
Nelle sue ricerche, per le quali ben presto acquisì fama internazionale, Betti si occupò inizialmente di algebra - campo in cui conseguì importanti risultati come la dimostrazione dei teoremi del Galois - e successivamente di analisi ed in particolare di teoria delle funzioni. Fondamentale il suo apporto alla teoria matematica dell'elasticità: il 'teorema di Betti' contribuì alla risoluzione di molti problemi.
Nel campo della meccanica celeste, infine, Betti approfondì in maniera particolare gli studi di Lagrange sui tre corpi. Di notevole interesse furono anche alcune traduzioni di cui fu autore: quella dell'"Algebra elementare" del Bertrand e, insieme a Francesco Brioschi, degli "Elementi" di Euclide. I lavori del Betti sono stati raccolti a cura dell'Accademia dei lincei: "Opere matematiche", 2 voll., Milano 1903-1913.
Molto importante fu poi la sua attività come direttore della Scuola normale di Pisa, carica che ricoprì per un lungo periodo, dal 1864 sino alla sua morte. Il Betti si distinse sin da giovanissimo anche per il suo impegno politico. Nel 1848 prese parte alla battaglia di Curtatone col battaglione universitario comandato dal Mossotti. Nel 1862 fu eletto deputato per il collegio di Pistoia, più volte confermato, aderendo alla Destra, e dal 1884 fu nominato senatore. Nel novembre 1867 fu chiamato a far parte del Consiglio superiore della istruzione pubblica; dall'ottobre 1874 al marzo 1876 ricoprì infine la carica di segretario generale del Ministero della pubblica istruzione nel Ministero Bonghi.
Fu membro di diverse accademie, tra le quali quella dei Lincei. Morì a Soiana di Terricciola, vicino Pisa, l'11 agosto 1892.


Generated archives:
Betti Enrico (fondo)


Bibliography:
V. Capponi, "Biografia pistoiese o notizie della vita e delle opere dei Pistoiesi", Pistoia, Rossetti, 1878 (rist. anast. Forni, Bologna)
A. De Gubernatis, "Dizionario biografico degli scrittori contemporanei", Firenze, Le Monnier, 1879-1880, voll. 2, vol. 1 ("A-Lus)", Firenze, Le Monnier, 1879, sub voce
Sarti T., "Il Parlamento subalpino e nazionale. Profili e cenni biografici di tutti i deputati e senatori eletti e creati dal 1848 al 1890 (Legislature 16)", Terni, Tipografia dell'Industria, 1890
"Dizionario Biografico degli Italiani", Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, vol. 9 (da "Berengario" a "Biagini", 1967), sub voce (Dizionario biografico degli italiani)
U. Bottazzini, "The mathematical papers of Enrico Betti in the Scuola Normale Superiore di Pisa", in "Historia matematica", 4, 1977, pp. 207-209
U. Bottazzini, "Enrico Betti e la formazione della Scuola Matematica Pisana", in "La storia delle matematiche in Italia. Atti del Convegno, Cagliari, 20 settembre - 1 ottobre 1982", a cura di O. Montaldo e L. Grugnetti, Cagliari, Università degli Studi di Cagliari, 1982
"Guida agli archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area pisana", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 2000, pp. 54-56

Editing and review:
Capannelli Emilio, revisione
Carlucci Paola, prima redazione
Lenzi Marco, revisione
Morotti Laura, 2011/11, rielaborazione


icona top