Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Projects

img
icona Ecclesiae Venetae Historical Archives of the Church in the Veneto

img
icona Inquisition Census of the Archives of the Inquisition in Italy

img
icona Personalities Census of the archives of Cultural Personalities in Tuscany between 800's and 900's

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Simple search » Creators » Creator - Person

Mayer Enrico

Livorno 1802 mag. 3 - Livorno 1877 mag. 29

Pedagogista

Headings:
Mayer Enrico, pedagogista, (Livorno, 1802-Livorno, 1877)

Enrico Mayer, figlio del tedesco Benedetto Giacomo Mayer e della francese Carolina Masson di Montebelliard, nacque a Livorno il 3 maggio 1802. Dopo la giovinezza trascorsa nella città labronica si trasferì a Firenze. Qui ben presto iniziò a collaborare all'"Antologia" e si legò al Vieusseux e, più in generale, familiarizzò con gli ambienti liberali. Pur non prendendo mai parte realmente attiva alle vicende politiche - in ciò ostacolato anche dal fatto che non era cittadino toscano - tuttavia conobbe un breve periodo di prigionia a Roma a causa di sospette attività rivoluzionarie e fu volontario durante la guerra del 1848. Nei suoi numerosi viaggi all'estero aveva anche conosciuto Giuseppe Mazzini, di cui divennne amico ma le cui idee non condivise mai pienamente. Precettore dei figli del re del Württemberg e di quelli di Girolamo Napoleone, Mayer dedicò la sua vita ai problemi relativi all'educazione. Fu per questo vicino non solo al gruppo fiorentino di Vieusseux, di Capponi, di Thouar, ma anche, a Livorno, a Guerrazzi e a Doveri. Collaborò poi alla "Guida dell'Educatore" di Lambruschini : gli scritti da lui qui pubblicati furono raccolti nei "Frammenti di un viaggio pedagogico" (Firenze, 1867). In tutta la Toscana Mayer promosse l'educazione popolare, in particolare occupandosi della diffusione degli asili infantili a Livorno; fu anche molto amico di Ridolfo Castinelli, col quale collaborò nell'istituzione di scuole di reciproco insegnamento. Con Francesco Silvio Orlandini curò l'importante edizione delle opere di Ugo Foscolo apparsa presso l'editore Le Monnier a partire dal 1850. Morì a Livorno, il 29 maggio 1877.

Generated archives:
Mayer Enrico (fondo)
Mayer Enrico (fondo)
Mayer Enrico (fondo)
Mayer Enrico (fondo)


Bibliography:
A. Linaker, "La vita e i tempi di Enrico Mayer, con documenti inediti della storia dell'educazione e del Risorgimento italiano (1802-1877)", Firenze, Barbera, 1898, voll. 2
A. D'Ancona, "Ricordi ed affetti: in memoria d'illustri italiani, ricordi di maestri, discepoli e amici, ricordi di storia contemporanea (con saggi di musica popolare), ricordi autobiografici ed affetti domestici", Milano, F.lli Treves, 1902 ("Nuova edizione considerevolmente aumentata", Milano, F.lli Treves, 1908), ediz. 1908, pp. 270-296
"Dizionario Biografico degli Italiani", Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, LXXII, pp. 433-437 (Dizionario biografico degli italiani)
"Guida agli archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area pisana", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 2000, pp. 199-201

Editing and review:
Capannelli Emilio, revisione
Carlucci Paola, prima redazione
Lenzi Marco, revisione
Morotti Laura, 2011/09, rielaborazione


icona top