Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Ambiti territoriali » Ambito territoriale

Rovezzano

Attualmente frazione del comune di Firenze, Rovezzano è un piccolo borgo posto ai piedi del colle di Settignano sulla riva destra dell'Arno. Popolo inserito nella Lega dell'Antella, nel plebato di Ripoli fino al 1774, Rovezzano, perduta la pur modesta autonomia amministrativa di cui aveva goduto fino ad allora, entrò a far parte della circoscrizione territoriale della nuova comunità di Bagno a Ripoli, istituita in seguito alle riforme leopoldine. Con il periodo francese Rovezzano divenne sede di mairie, compresa nel Dipartimento dell'Arno, nel circondario di Firenze. Tale autonomia fu confermata dalla restaurazione che fece di Rovezzano la sede di una comunità che restò in vita fino al 1865. Di tale comunità fecero parte i popoli di Sant'Andrea a Rovezzano, San Salvi o Badia (detto anche Sant'Ambrogio fuori le mura), Santa Maria a Settignano e San Pietro in Varlungo. Rovezzano, come parte del territorio della comunità di Bagno a Ripoli, dipese amministrativamente dalla Cancelleria di Pontassieve fino al 1798, per essere poi aggregata a quella del Galluzzo. Nel 1814, come comunità autonoma, fu nuovamente annessa alla ricostituita Cancelleria del Galluzzo e con il 1838 passò sotto la cancelleria di Fiesole, dove rimase fino al 1865, anno della soppressione degli uffici dei cancellieri. Con le riforme amministrative conseguenti all'annessione della Toscana al Regno d'Italia Rovezzano entrò a far parte del comune di Fiesole per essere poi annessa, nel 1910, a quello di Firenze.

Soggetti produttori collegati:
Cancelleria di Fiesole
Comunità di Rovezzano
Consiglio di reclutamento del circondario della delegazione di governo del Quartiere Santa Croce
Consiglio distrettuale di Fiesole
Lega e podesteria di Bagno a Ripoli


Redazione e revisione:
Sartini Simone, 27/01/2005, prima redazione


icona top