Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Zevi Bruno

fondo

Estremi cronologici: 1933 - 2001

Consistenza: rotoli 11 di elaborati grafici; buste 88 di documenti relativi all'attività scientifica, didattica e professionale, corrispondenza, atti personali; album 55 di fotografie e documenti.

Storia archivistica: L'archivio, conservato a Roma presso la Fondazione Zevi, è stato dichiarato di notevole interesse storico il 27 giugno 2002 dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio; dopo un primo intervento di riordino sommario curato da Roberto Dulio del Politecnico di Milano, è stato realizzato a cura della S.A. Lazio un progetto analitico di riordinamento ed inventariazione. L'inventario del fondo è stato presentato al pubblico in occasione della"Giornata del contemporaneo" nell'ottobre 2006.

Ordinamento: L'inventario si articola in 14 serie corrispondenti alle molteplici sfere di attività del produttore.

Strumenti di ricerca:
Vincenzo De Meo, Zevi Bruno. Inventario dell'archivio, a cura di V. De Meo, coordinamento E. Reale (S. A. Lazio), Roma 2006

La documentazione è stata prodotta da:
Zevi Bruno

La documentazione è conservata da:
Fondazione Bruno Zevi


Redazione e revisione:
Mirante Raffaella, 2006/07/22, prima redazione
Reale Elisabetta, 30.8.07, revisione

Modalità di consultazione:
Per consultazioni rivolgersi alla Soprintendenza Archivistica per il Lazio e alla Fondazione Bruno Zevi


icona top