Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Archivio storico Antonella Bechi Piaggio

complesso di fondi / superfondo

Altre denominazioni:
Museo Piaggio

Estremi cronologici: 1882 - 1991

Note alla datazione: Il 1882 è la data di un documento presente in copia nella miscellanea patrimoniale (Fondo acquisizioni).

Consistenza: Unità 28516

Storia archivistica: L'Archivio Storico si inserisce nel progetto culturale della Fondazione Piaggio. Nel 1992, Piaggio stipula una convenzione con l'Università di Pisa per sviluppare ricerche storiche sull'origine dell'Azienda.
Il risultato, grazie all'opera minuziosa di Tommaso Fanfani, è costituito dalla individuazione di una ampia documentazione sulla storia di Piaggio, condotta con ricerche effettuate non solo a Pontedera, ma anche a Genova ed in tutte le altre località italiane e straniere dove Piaggio ha realizzato i propri insediamenti. Oggi l'Archivio Storico contiene molte migliaia di documenti e qualche anno addietro l'Azienda ha destinato all'Archivio la documentazione relativa al personale (operai, impiegati e dirigenti) che hanno lavorato in Piaggio dal 1917 agli anni Settanta del Novecento. Si tratta di un fondo di straordinaria rilevanza per la conoscenza delle relazioni industriali e per la ricostruzione della società civile ed economica del territorio pontederese.

Descrizione: L'archivio è suddiviso in vari fondi, il più antico dei quali è il Fondo Lanzara, dal nome dell'amministratore che conservò le carte relative alla direzione, una selezione da ciascun settore dell'organizzazione:
- Fondo Lanzara: fondo miscellaneo, da tutti i settori, proveniente dall'ufficio di Francesco Lanzara, direttore dello stabilimento di Pontedera e da altri uffici. Comprende anche fotografie precedenti la seconda guerra e la fase della ricostruzione. E' suddiviso internamente in 27 serie, 1930-1985;
- Fondo Omao (Officine meccaniche Africa orientale): atti sugli stabilimenti africani, corrispondenza con il Ministero dell'aereonautica, pratiche per risarcimenti di danni di guerra e fonti sull'organizzazione del personale, 1937-1966;
- Atti dovuti: suddivisi in tre serie, 1920-1992
- Direzione commerciale: documenti prodotti dall'ufficio marketing, stampa e comunicazione, volantini, bozzetti per opuscoli e manifesti pubblicitari, calendari, pieghevoli, 1950-1985;
- Direzione generale, comprende anche i danni di guerra, le relazioni esterne, rapporti con banche, concessionarie e filiali, è suddiviso in 15 serie, 1916-1987;
- Personale: suddiviso in quattro serie; nel 2003 la fabbrica ha versato all'archivio storico i fascicoli del personale cessato, dalle origini dell'azienda agli ultimi 40 anni, per un totale di oltre 23.000 unità archivistiche (fascicoli) e relativi strumenti di corredo (schedari e registri);
- Produzione e progettazione: con dati matricolari dei veicoli prodotti, prospetti di omologazione di ogni modello, libretti e materiali tecnici, 1930-1980;
- Fondo iconografico: materiale fotografico, immagini digitali e video anche di Vespa e Ape, è diviso in tre serie, 1944-1945;
- Fondo Sarpi (Società anonima rappresentanze prodotti industriali): istituita per la commercializzazione di Vespa e di prodotti dal 1948 al 1961, con libri paga e copialettere, 1946-1961;
- Acquisizioni esterne: comprende il Fondo Filippetti donato dal creativo Gilberto Filippetti (1967-1996) con materiale originale di campagne pubblicitarie storiche di Vespa;
- Fondo Gilera proveniente da Arcore con foto, manuali e libretti d'uso e manutenzione, prospetti di omologazione dei motocicli (1935-1987) ed è suddiviso in otto serie; Fondo Confindustria con atti raccolti da Francesco Lanzara e relativa all'attività di comitati e delle commissioni di Confindustria; Fondo Lanzara miscellanea, con atti raccolti sempre da Lanzara e relativa a studi e incarichi ricoperti presso l'Università di Pisa, la Confederazione generale dell'industria italiana e il centro Enrico Piaggio (1946-1990).
- Acquisizioni esterne: comprende il Fondo Filippetti donato dal creativo Gilberto Filippetti (1967-1996) con materiale originale di campagne pubblicitarie storiche di Vespa.


Ordinamento: Schedatura con database Filemaker Pro e classificazione delle serie secondo lo schema che riproduce l'organigramma aziendale.

Siti web:
Archivio Piaggio

Strumenti di ricerca interni al fondo: Database ed inventari per singoli fondi.

La documentazione è stata prodotta da:
Piaggio e C. spa

La documentazione è conservata da:
Museo Piaggio


Redazione e revisione:
Bettio Elisabetta, 2007/04/26, prima redazione

Modalità di consultazione:
L'Archivio è aperto al pubblico dal mercoledì al venerdì (10,00-16,30). Per accedere alla consultazione è necessaria l'autorizzazione del Presidente della Fondazione cui deve essere inviata domanda scritta motivando le finalità della ricerca. L'accesso all'Archivio è subordinato al versamento di 30 euro tramite bonifico bancario intestato a Piaggio & C. Spa presso Banca Toscana, agenzia di Pontedera, c/c n. 2676.73 (abi 3400 - cab 71130), specificando la causale "consultazione Archivio Storico Piaggio". L'utente è tenuto ad inviare alla Fondazione Piaggio, anche a mezzo fax, copia della ricevuta attestante l'avvenuto pagamento. Le ricerche su commissione sono da concordare con la Fondazione. Le spese di riproduzione dei documenti sono a carico del richiedente. Sono esentate dalla tassa di accesso le domande per motivi di studio.


icona top