Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Abbati Trinci, famiglia

fondo

Altre denominazioni:
Camilli, famiglia, 1938 -, Nell'inventario redatto da Pietro Pambuffetti nel 1938-1939 e nell'archivio della Soprintendenza archivistica per l'Umbria di Perugia.
Abati Trinci, famiglia

Estremi cronologici: sec. XV terzo quarto - sec. XIX seconda metà

Consistenza: Unità 119: voll. 30, reg. 1, unità documentarie 86, fascc. 2

Storia archivistica: Il fondo, denominato anche Camilli dal nome degli ultimi proprietari, è costituito da documentazione prodotta e raccolta da Francesco Abbati Trinci, che visse dal 1768 al 1823, e da carte, di datazione successiva, rilevate nel corso di una visita ispettiva svolta dalla Soprintendenza archivistica per l'Umbria nel luglio 2006.
La prima parte del fondo, costituita da 30 volumi e dichiarata di notevole interesse storico il 4 febbraio 1980, è corredata da un inventario sommario compilato da Pietro Pambuffetti tra il 1938 e il 1939. La parte rilevata successivamente dispone invece di un elenco di consistenza redatto da un funzionario della Soprintendenza.
All'inizio del XX secolo, quando si è estinta la famiglia Abbati Trinci, il fondo ha subito manomissioni e dispersioni. I Camilli lo avevano acquisito al momento dell'acquisto del palazzo omonimo, situato a Montefalco, dove la documentazione era conservata fino a pochi anni orsono, prima di essere trasferita nell'abitazione di Perugia della famiglia.
Nel marzo 2007 il Comune di Montefalco ha deciso di acquistare l'archivio, che è stato trasferito presso la Biblioteca comunale nel maggio 2007. In tale occasione sono stati rinvenuti 2 nuovi fascicoli che raccolgono l'uno 35 sottofascicoli, l'altro 21 unità documentarie. I 35 sottofascicoli sono stati descritti in un ulteriore elenco di consistenza.

Descrizione: Nei 30 volumi si trovano carte di famiglia e documentazione riguardante la storia di Montefalco. Sono, infatti, presenti le storie degli uomini illustri; l'estratto dei libri delle riformanze, dei consigli e degli ordini del Comune di Montefalco; l'elenco dei consiglieri dal 1524 al 1568; l'albero genealogico della famiglia Trinci; la vita del beato Anselmo da Montefalco; la storia di Montefalco dalle origini al XV secolo. I volumi contengono, inoltre, carteggi, registri di epigrafia e blasonari.
La seconda parte dell'archivio è costituita da un registro di contabilità del periodo 1853-1898; 71 documenti (lettere di natura privata e politica di Francesco Abbati) e ricevute degli anni 1806-1822; un pacchetto con 11 documenti degli anni 1848 e 1866 denominati "Rescritti per gli oratori privati e chiesina in Montefalco a favore delle sorelle degli Abbati e rispettive famiglie"; 4 frammenti di pergamena nel cui testo compaiono le date 4 ottobre e 4 novembre 1690, 10 testi di opere teatrali. Tra la documentazione recentemente rinvenuta si trovano documenti risalenti agli anni Sessanta del XV secolo.

Ordinamento: I documenti della prima parte dell'archivio sono rilegati in trenta volumi; nella prima carta è riportato il loro elenco.

Strumenti di ricerca:
Rossella Santolamazza, Abbati Trinci, famiglia. Elenco di consistenza dell'archivio
Pietro Pambuffetti, Abbati Trinci, famiglia. Inventario sommario dell'archivio

La documentazione è stata prodotta da:
Abbati Trinci

La documentazione è conservata da:
Comune di Montefalco


Bibliografia:
Archivi privati in Umbria, a cura di A. PAPA, con presentazione di L. SANDRI, Perugia, Deputazione di storia patria per l'Umbria, 1981, (Fonti per la storia patria dell'Umbria, 14), 25
P. PAMBUFFETTI, Archivio Camilli, in "Montefalco", 1938, II, 22 e segg., III, 13 e segg.

Redazione e revisione:
Santolamazza Rossella, 2007/05/03, revisione
Sargentini Cristiana, 2005/06/15, prima redazione

Modalità di consultazione:
Su richiesta.


icona top