Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Ancona Amilcare, raccolta

fondo

Estremi cronologici: sec. XV seconda metà

Consistenza: documenti 261 in b. 1

Storia archivistica: Il fondo venne donato alla Società storica lombarda tra il 1883 e il 1884 dal socio Amilcare Ancona (1839 - 1890), architetto, combattente delle guerre di indipendenza, assessore comunale, studioso di archeologia e collezionista. La raccolta appartenne probabilmente all'Archivio di Stato di Milano. Non è stato possibile stabilire la data dell'immissione sul mercato antiquario del materiale, si sa solo che appartenne a Carlo Morbio (1811 - 1891), erudito e studioso che raccolse un ingente patrimonio documentario e archeologico. Alla morte del Morbio le sue collezioni andarono disperse sul mercato antiquario, soprattutto all'estero. Amilcare Ancona acquistò a Parigi la cartella sforzesca appartenente alla collezione Morbio; riuscì a creare un'interessante raccolta di cimeli, epigrafi e materiale vario riguardante anche l'arte romana, etrusca ed egizia.

Descrizione: Il fondo è costituito essenzialmente da documenti riguardanti il Ducato sforzesco: lettere indirizzate al Duca o a membri della Cancelleria, copie di missive ducali, suppliche, atti notarili, nomine, inventari, elenchi di magistrati.

Informazioni sulla numerazione: La numerazione, carta per carta, comprende 3 numeri bis.

Siti web:
Ancona Amilcare, raccolta

Strumenti di ricerca interni al fondo: Schede analitiche manoscritte, catalogo a stampa redatto nel 1884.

La documentazione è conservata da:
Società storica lombarda


Redazione e revisione:
Bianchi Paola, 2005/04/13, raccolta delle informazioni
Doneda Cristina, 2006/03/28, prima redazione


icona top