Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Colonna, famiglia

fondo

Estremi cronologici: 1150 - sec. XX

Note alla datazione: con documenti in copia dal sec. X (945-1139)

Consistenza: pergg. 4.244, docc. sciolti 2.562, lettere ca. 300.000, voll., regg., bb., filze, quinterni, fascc. 7.589, schede archivistiche 6.856, mss. 53, voll. a stampa 150 ca., schede bibliografiche 7.360

Storia archivistica: L'archivio Colonna, dichiarato di notevole interesse storico il 2 marzo 1965, è stato trasferito dal palazzo Colonna in Roma presso la biblioteca del monastero di S. Scolastica a Subiaco, a titolo di deposito gratuito, in seguito ad una convenzione sottoscritta il 13 dicembre 1995 dalla famiglia Colonna, dal monastero nonché, limitatamente agli impegni derivati, dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio.
Un primo generale ordinamento avvenne all'epoca di Filippo I Colonna; con due interventi, nel 1622 e nel 1634-1635. Il riordinamento Settecentesco sconvolse le fisionomie storiche dei diversi nuclei archivistici e vennero create collezioni di tipologie formali, quali, ad esempio, la serie delle "bolle", la serie dei "brevi", le serie degli "istromenti". La corrispondenza restò in gran parte non inventariata, con l'eccezione di alcuni carteggi particolari per la loro rilevanza e tenuti distinti (lettere del re di Spagna; lettere dei santi e beati; etc.). Dal 1867 al 1872 l'abbate Pressutti fu incaricato di riordinare di nuovo l'archivio, in parte confermando gli interventi settecenteschi e in parte invece apportando una diversa struttura.
Solo una piccola parte dell'archivio Tomacelli e il carteggio dell'archivio Gioeni hanno mantenuto in parte la loro integrità e come tali formano al presente sezioni distinte dalle altre. Non altrettanto avvenne per l'archivio Tursi che si fuse integralmente con l'archivio dei Colonna principi di Avella durante il loro lungo insediamento a Napoli, durato per molta parte del XIX secolo.
L'attuale configurazione dell'archivio, concordata con la Soprintendenza negli interventi dell'ultimo decennio del XX secolo e degli anni 2014-2017, abbraccia la totalità della documentazione, ora in gran parte inventariata, e vede ripartite le serie secondo criteri logici e storico-archivistici, limitando la segnatura Pressutti alla funzione di codifica identificativa tradizionale.
Nel caso della corrispondenza la segnatura Pressutti è stata definitivamente accantonata (ad eccezione dei copialettere e di poco altro).
Si esplicita che gli interventi archivistici effettuati tra il 1996 ed il 2000 sono stati eseguiti sotto la supervisione ed il coordinamento tecnico - scientifico di Agostino Attanasio e di Fausta Dommarco e a cura di Natalia Gozzano ed altri; quelli effettuati tra il 2014 ed il 2016 a cura di Piero Scatizzi e la supervisione di Mariapina Di Simone per la Soprintendenza. Quest'ultima ha inoltre curato l'informatizzazione dello schedario compilato da Giuseppe Tommasetti alla fine dell'800. Esso comprende la regestazione delle collezioni pergamenacea e cartacea di concessioni, titoli, istrumenti e memorie storiche e della serie di miscellanea storica. Sono stati, poi, digitalizzati - nell'ambito del progetto "Eccellentia…Tecnologia digitale per gli archivi gentilizi" (1997-2004) - oltre 2.000 pergamene anteriori al XVI sec., i documenti cartacei (fino al 1611, conservati nelle cartelle da III BB 1 a III BB 34), i disegni della serie Raccolta degli atti costitutivi, 28 voll. e codici della serie Miscellanea storica e della Biblioteca Colonna, tutti i documenti della serie Catasti colonnesi, alcune unità della serie Catasti pubblici, tutti i libri mastri ed i giornali di introito e di esito, poco meno di 8.700 lettere del XVI sec., le lettere dei sovrani, dei santi e beati, la raccolta di piante e disegni.


Descrizione: L'archivio Colonna si presenta estremamente articolato, ripartito in sezioni, sottosezioni, serie e sottoserie.
La documentazione afferisce in gran parte al ramo Colonna di Paliano, ma anche ai rami Colonna di Palestrina, Colonna di Genazzano, Colonna di Gallicano, Colonna di Riofreddo, ramo del cardinale Pompeo Colonna, Colonna di Zagarolo, Colonna di Roviano.
Altri nuclei documentali di rilievo sono confluiti nell'archivio Colonna in seguito a matrimoni e/o a conquiste politico-militari. Si tratta di nuclei prodotti dalle seguenti famiglie: Conti di Ceccano e Caetani di Fondi, Tomacelli di Napoli, Gioeni e Cardona di Sicilia, Pamphili Aldobrandini di Roma e Facchinetti di Bologna, Doria del Carretto di Napoli.
I nuclei archivistici così confluiti mantennero fino a tutto il XVII secolo la propria integrità, a parte quei documenti che per ragioni pratiche di archivio corrente divennero parte integrante dell'archivio Colonna in quanto utili alla gestione amministrativa dei nuovi possedimenti.

Strumenti di ricerca:
Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Guida alla ricerca
Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Indice delle sezioni, sottosezioni, serie e sottoserie
Agostino Attanasio, Natalia Gozzano, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario generale dell'archivio
Agostino Attanasio, Fausta Dommarco, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario III BB
Cinzia Di Fazio, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario Miscellanea storica II A
Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario Miscellanea cause
Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario Miscellanea Roma e Lazio
Agostino Attanasio, Nicoletta Bazzano, Maria Teresa Caradonio, Raffaella Crociani, Livia D'Orazio, Cinzia Di Fazio, Paola Iannarilli, Massimiliano Leardini, Marco Pizzo, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario della corrispondenza
Raffaella Crociani, Massimiliano Leardini, Colonna, famiglia. Inventario delle lettere dei sovrani
Raffaella Crociani, Massimiliano Leardini, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario delle lettere dei santi e beati
Raffaella Crociani, Massimiliano Leardini, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Inventario della Biblioteca
Agostino Attanasio, Francesca Conticello, Cinzia Di Fazio, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Repertori Pressutti: trascrizione
Ilaria Bortone, Colonna, famiglia. Repertorio Tomasetti della Serie IV: trascrizione
Agostino Attanasio, Cinzia Di Fazio, Piero Scatizzi, Colonna, famiglia. Schede Tomassetti: trascrizione

Strumenti di ricerca interni al fondo: Repertori Pressutti, 1870 e s.d.; Repertorio Patronati ecclesiastici, 1874-1882; Schede Tomassetti e loro indici, 1894-1907; Repertorio Tomassetti, 1896-1934; Inventari antichi d'archivio (senza segnatura), 1622-XX sec.; Inventari e repertori antichi d'archivio: segnatura III QA 1-2, [1498]-1740; Inventari e repertori antichi d'archivio: segnatura III QB 45 bis e 47, 1574-1579 e XVI-XIX sec.; Rubriche antiche d'archivio, metà del XVIII sec., aggiornate fino al 1867, rinumerate con aggiunte nella metà del XIX sec.; Inventari dell'archivio Gioeni e Colonna, 1616, 1652 e s.d. (XVII sec.); Inventario dell'archivio Tursi, [1832]; Repertori, indici e elenchi d'archivio diversi, 1712-1943 e s.d.; Elenchi di documenti: segnatura II E 8/interni 9-10, 1802 e 1824; Archivisti di casa Colonna, 1794-1991; Riordinamenti archivistici e tenuta dell'archivio, [1936]-[1996]; Protocolli della corrispondenza, 1881-1896; Istruzioni per la Segreteria; 1770-1792 e s.d. (XVIII sec.).

Documentazione collegata:
Colonna, famiglia, Registri dei mandati di pagamento, di introito ed esito del maestro di casa e scritture contabili, dei riscontri col Monte di pietà e con gli altri banchi, del personale a stipendio, di conti coi banchieri, libri mastri (104 buste, secc. XVII-XIX). Conservata presso: Archivio Segreto Vaticano
Archivio Rospigliosi Gioeni, Amministrazione dei feudi di Sicilia ereditati da Isabella Gioeni sposa dal 1629 di Marcantonio V Colonna (circa 700 unità). Conservata presso: Archivio Segreto Vaticano
Archivio Barberini [da non confondere con l'Archivio Barberini-Sciarra], Corrispondenza degli agenti di Napoli (oltre 100 buste, secc. XVII-XIX), corrispondenza e amministrazione del ducato di Tagliacozzo (diverse centinaia di unità, secc. XVII-XIX, con docc. anche dei secc. XV-XVI), amministrazione dei feudi della contea di Albe (7 filze, sec. XVII); amministrazione dei feudi di Atessa e Manoppello e castelli annessi (oltre 200 unità, con atti anche dei secc. XIV-XVI); contabilità riguardante i diversi cardinali Colonna - Carlo, Girolamo, Pietro - (sec. XVIII); amministrazione dei feudi di Calabria, computisteria dell'eredità libera (300 unità, 1818-1838). Conservata presso: Biblioteca Apostolica Vaticana
Governo baronale di Genazzano, Documentazione prodotta dall'uditore dello stato feudale di Genazzano che esercitava la giurisdizione civile e criminale riservata al feudatario nei castelli di suo dominio: Genazzano, Cave, Rocca di Cave, Piglio, Anticoli di Campagna, Collepardo, Vico, Trivigliano (secc. XVI-XIX). Conservata presso: Archivio di Stato di Roma
Colonna, famiglia, Registri di amministrazione dei beni della famiglia e documentazione relativa ai possedimenti nella Marsica, tra cui il lago Fucino, Avezzano, Valle Roveto (9 registri, 30 filze e 3 sacchi, secc. XVII - XVIII). Conservata presso: Archivio di Stato di L'Aquila
Governo baronale di Paliano, Documentazione non inventariata. Conservata presso: Archivio di Stato di Roma

La documentazione è stata prodotta da:
Colonna

La documentazione è conservata da:
Biblioteca statale del Monumento nazionale di Santa Scolastica


Redazione e revisione:
Dommarco Fausta, 2007/02, supervisione della scheda
Gurgo Maria Idria, 2007/02, prima redazione
Petese Lucia R., 2018/01, supervisione della scheda
Scatizzi Piero, 2017/12, rielaborazione


icona top