Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Alfani Guido

fondo

Estremi cronologici: sec. XIX fine - sec. XX prima metà

Storia archivistica: Il fondo comprende carteggio e appunti scientifici personali del padre Alfani, in corso di ordinamento. Tale documentazione è tenuta distinta, anche se strettamente collegata, dal carteggio ufficiale dell'Osservatorio Ximeniano formatosi sotto la direzione dell' Alfani conservato presso l'archivio storico della Provincia toscana dell'ordine degli Scolopi,che ha sede nello stesso edificio.

Descrizione: - Corrispondenza: Solo in parte riordinata, è attualmente distinta in due parti.
1. Sette buste di corrispondenza personale di carattere scientifico, non ordinata, e mescolata ad appunti, 1898-1939; in particolare si segnala la corrispondenza con i direttori e scienziati di altri importanti osservatori italiani e stranieri, come l'Osservatorio vesuviano, quello di Pavia, di Monte Cassino, di Domodosola, di Chiavari, di Treviso, di Mileto, ecc.; corrispondenza con istituti ed enti per l'attivit` di consulenza prestata da padre Alfani; atti e corrispondenza legati allo sfruttamento di apparecchi inventati da padre Alfani (es. corrispondenza con l'Agenzia brevetti di Milano); carte relative alla libera docenza in sismologia e impegni universitari, 1907-1911; una busta di telegrammi ricevuti, 1905-1940 ca.: sindaci di aree terremotate, telegrammi ministeriali per convocare la commissione per la ricostruzione dei paesi terremotati calabresi, inviti di conferenze e comunicazioni di scosse telluriche, telegrammi di auguri, ecc.
2. Undici cartelle di corrispondenza con varie persone ed enti, grossolanamente suddivisa in sezioni, e al loro interno in ordine alfabetico di mittenti: personalità, 3 cartelle, 1893-1912 (tra i mittenti si segnalano Alippi, Alfieri di Sostegno, Aschettino, Bonomelli, Chisoni, Emanuelli, Antonio Favaro, Giolitti, Maffi, Mercalli, Omori, Pieraccini, Rasponi, talora accompagnate da disegni e schizzi); ingegneri, 1 cartella, 1901-1912 ca.(si tratta di professionisti che scrivono per conto di fabbriche di strumenti e di altri manufatti); osservatorii, 1 cartella, 1900-1912, in ordine alfabetico di nome di osservatorio; uffici pubblici, 1 cartella, 1908-1919 (corrispondenza con municipi, ministeri, province, società, preture società ferroviarie, comitati, in ordine alfabetico); autorità ecclesiastiche, 1 cartella, 1902-1935 (lettere di arcivescovati, segreteria di stato vaticana, case generalizie, della provincia scolopica toscana, con allegati diplomi autorizzazioni e dispense a padre Alfani); affare della telefonia automatica, 1 cartella, 1920-1923, corrispondenza con Leandro Mazza e uomini politici, per la causa contro la società Ansaldo-Azienda telefonica circa lo sfruttamento industriale del telefono automatico; telegrammi, 1 cartella; inviti e ringraziamenti per conferenze, 2 cartelle, 1906-1915.
- Manoscritti e materiali preparatori: ca. 70 tra inserti e cartelle contenenti appunti di lezioni, testi di conferenze, appunti di studi religiosi e scientifici ( di meteorologia, sismologia, cosmografia, fisica, geologia, per lo studio del campanile di Pisa, ecc.); registrazioni di osservazioni scientifiche (es. quelle alla meridiana passante per il duomo di Firenze); perizie tecnico-scientifiche, testi dattiloscritti di articoli di padre G. A.
- Diari, agende, taccuini: 33 agende, con annotazioni manoscritte di varia natura, personale e scientifica, 1906-1940.


La documentazione è stata prodotta da:
Alfani Guido

La documentazione è conservata da:
Osservatorio Ximeniano


Bibliografia:
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, 43-44

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Insabato Elisabetta, 1996, prima redazione
Morotti Laura, 2009/09, rielaborazione


icona top