Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Siviero Rodolfo

fondo

Estremi cronologici: sec. XX primo quarto - sec. XX ultimo quarto

Storia archivistica: Il fondo Rodolfo Siviero conservato presso l’Accademia delle arti del disegno consiste solo in parte di documenti personali di Rodolfo Siviero (limitati a un nucleo di agende e diari compresi tra il 19021 ca. al febbraio 1983, esclusi, per volontà dello stesso Siviero, dalla consultazione fino al 2003). Il resto del materiale, in gran parte in fotocopia, è in parte un duplicato di atti dell’Ufficio per le restituzioni delle opere d’arte di Roma; grazie ad esso è possibile ricostruire l’attività di salvaguardia e recupero del patrimonio artistico italiano durante l’occupazione tedesca e successivamente.
Resta inteso che per ricostruire l’attività di Rodolfo Siviero non si può prescindere dal complesso degli atti dell’Ufficio per le restituzioni, da lui diretto dal 1946 al 1983, nell’ambito del Ministero degli affari esteri: tale ufficio è stato chiuso nel 1984 e naturalmente gli atti relativi sono confluiti nell’Archivio storico di quel Ministero.

Descrizione: - Atti e documenti: si tratta in gran parte di documenti in fotocopia, documenti in parte in lingua tedesca, consistenti in ordini di servizio, circolari e carteggio tra Uffici dell’esercito tedesco stanziato in Italia adibiti alla tutela del patrimonio artistico del territorio occupato. Per un totale di 9 pacchi; il materiale non è ordinato ed è privo di strumenti di corredo.
- Manoscritti, agende, taccuini: 2 cartelle contenenti il materiale preparatorio per la pubblicazione dei due convegni sul recupero delle opere d’arte del 1971 e del 1975; diari e taccuini, n.i., 1921-1983.
- Materiale grafico: si segnala una interessante fototeca, non ordinata, di immagini di opere d’arte trafugate o recuperate, e di istantanee che attestano il recupero delle opere d’arte nelle le zone di frontiera.

La documentazione è stata prodotta da:
Siviero Rodolfo

La documentazione è conservata da:
Accademia delle arti del disegno


Bibliografia:
R. Siviero, "La difesa delle opere d’arte.Testimonianze su Bruno Becchi", Accademia delle Arti del Disegno, Firenze, 1976
"L’opera ritrovata. Omaggio a Rodolfo Siviero, Firenze, Palazzo Vecchio", catalogo della mostra, Firenze, Cantini Edizioni d’Arte, 1984
R. Siviero, L’arte e il nazismo. Esodo e ritorno delle opere d’arte italiane, 1938-1963, a cura di M.Ursino, Firenze, Cantini Edizioni d’Arte, 1984
Ministero degli affari esteri e Ministero per i beni culturali e ambientali, "L’opera da ritrovare. Repertorio del patrimonio artistico italiano disperso all’epoca della seconda guerra mondiale", catalogo a cura di L. Morozzi e R.Paris, Istituto poigrafico e zecca dello Stato, Roma, 1995.
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, 581-583

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, 2011/12, rielaborazione
Morozzi Rosanna, 1996, prima redazione

Modalità di consultazione:
Non accessibile


icona top