Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Chigi Saracini Guido

fondo

Estremi cronologici: 1896 - 1965

Consistenza: Unità 203: 203 raccoglitori ad anelli in forma di rubrica.

Storia archivistica: La sedimentazione e la conservazione delle carte di Guido Chigi Saracini sono indissolubilmente legate alla storia dell'Accademia musicale chigiana, da lui fondata nel 1932, che ha come sede il palazzo di famiglia in cui il conte senese trascorse gran parte della vita. Lo stesso patrimonio dell'Accademia, comprensivo di una biblioteca di circa 70.000 volumi con un ingente fondo di spartiti musicali, può considerarsi diretta emanazione dell'attività e dell'interessamento personale di Guido Chigi Saracini, tanto che non è possibile stabilire una netta separazione tra le sue carte personali e il patrimonio librario e documentario dell'istituzione. L'ingente epistolario di Guido Chigi Saracini è conservato presso la biblioteca dell'Accademia. Le lettere sono state catalogate e in parte regestate su supporto informatico consultabile all'interno dell'Istituto.
La documentazione costituente l'archivio della famiglia Chigi Saracini è stata ceduta dall'Accademia musicale chigiana alla Banca Monte dei Paschi di Siena nel 1992; essa è dotata di inventario analitico (Moscadelli - Valacchi).

Descrizione: - Corrispondenza: oltre 50.000 lettere ricevute o spedite (manoscritte o dattiloscritte) da Guido Chigi Saracini; gli argomenti sono spesso relativi alla gestione e alle attività dell'Accademia, ma è compresa anche corrispondenza personale e di altri membri della famiglia. Il nucleo più antico dell'epistolario riguarda lo zio Fabio da cui Guido Chigi Saracini ereditò il patrimonio di famiglia, mentre il carteggio di quest'ultimo si intensifica a partire dall'anno 1906. Tra i corrispondenti: Ezra Pound, Sibilla Aleramo, Bernard Berenson, Emma Gramatica, Pietro Mascagni, Arrigo Boito, Anna Moffo, Gino Bechi, Alfredo Casella, Ranuccio Bianchi Bandinelli, Achille Sclavo; tra i musicisti Segovia, Rubinstein, Celibidache, Cortot, Casals, Cassadò. Č inoltre presente corrispondenza intrattenuta con rappresentanti dell'aristocrazia senese, fiorentina e romana, ministri e uomini politici del regime fascista, membri della famiglia reale; in particolare si segnala un intenso ed ininterrotto carteggio con la regina Maria Josè di Savoia e altra corrispondenza con il re Umberto II e la regina Elisabetta del Belgio. Nel catalogo informatico dell'epistolario è presente una sezione di 14334 lettere regestate;
-Atti e documenti: il fondo familiare conserva una cospicua documentazione - suddivisa in varie serie e in centinaia di fascicoli - relativa all'amministrazione del vastissimo patrimonio immobiliare sia rurale (tenute di Castelnuovo Berardenga, Vescona, Palazzo al Piano, Monastero d'Ombrone, Arezzo, Casenovole, Fivizzano, San Gimignano, Fontebecci, della Chiocciola, diversi poderi) che cittadino ("Casa di Siena" e altri fabbricati); in tale serie si conservano anche documenti connessi ad eventi personali di Guido Chigi Saracini, aventi importanti ricadute sul piano patrimoniale. Si segnalano i seguenti fascicoli: "Conte Guido Chigi Saracini e suo amministratore: lettera relativa agli affari privati della casa" (1908); "Atto di divisione conte Guido Chigi Saracini e sua signora Bianca Kaschmann" (13 ott. 1926); "Decreto ministeriale per l'aggiunta dei cognomi Saracini Lucherini al nobil signor Guido Chigi e autorizzazione della consulta araldica al riconoscimento comitale" (1907-1931); "Signora Bianca Kaschmann: convenzioni private stabilite in Roma il 7 agosto 1926 e sentenza"; "Successione conte Antonio Chigi: certificato di morte e atto di notorietà sulla successione" (1930); "Salmi prof. Mario: corrispondenza" (1941-1951)"; "Nomina a commendatore della corona d'Italia del nobil conte Guido Chigi Saracini" (1926); "Nomina di rettore dell'Opera Metropolitana di Siena al nobil conte Guido Chigi" (28 dic. 1945); "Plauso e ringraziamento del Comune di Siena al signor padrone per donazione della porta del duomo" (1946); "Prof. Vico Consorti: convenzioni per l'esecuzione di una porta in bronzo per il duomo di Siena" (1944); "Oggetti d'arte di galleria: ultima notificazione"(1966); "Documento della Soprintendenza archivistica per la Toscana di Firenze che considera di particolare interesse l'archivio privato del N.H. conte Guido Chigi Saracini in speciale riguardo ai documenti dell'ammiraglio Carlo Corradino Chigi, del pontefice Alessandro VII ed alle pergamene di provenienza Bianchi" (8 feb. 1957); "Conferimento del titolo di commendatore dell'ordine di 'Isabel la Catolica' (Spagna) al conte Guido Chigi Saracini" (1961); "Medaglia d'oro offerta al conte Guido Chigi Saracini dall'Accademia spagnola 'Musica in Compostela' in occasione del trentennale dell'Accademia musicale chigiana" (1961); "Nomina a cavaliere dell'ordine civile di Savoia al nobil conte Guido Chigi Saracini" (1961); "Situazione finanziaria al 30 giugno 1965 del patrimonio Chigi Saracini data in visione dal sig. Scatolini Edoardo al sig. provveditore del Monte dei Paschi di Siena"; "Corrispondenza diversa ed appunti vari" (1963-1965), tra cui carteggio tra la direzione dell'Archivio di Stato di Siena e gli amministratori del patrimonio Chigi Saracini in merito alla possibilità, poi negata, di effettuare l'ordinamento e l'inventariazione dell'archivio Chigi Saracini e dell'archivio dell'Accademia chigiana (29 ott.-9 nov. 1965);documentazione personale di Guido Chigi Saracini.
- Manoscritti: autografi musicali di Guido Chigi Saracini, comprendenti circa 30 composizioni della prima metà del Novecento: romanze per canto e pianoforte e una lauda per la Madonna di Pancole;
- Registri e documenti contabili: relativamente al periodo di vita di Guido Chigi Saracini il fondo conserva registri e documenti contabili dell'amministrazione del patrimonio e della casa di Siena;
- Diari, agende e taccuini: libretti bancari, agende, matrici di assegni di conti correnti.
- Diari, agende e taccuini: alcuni diari personali;
- Ritagli di giornali: raccolte di centinaia di ritagli di giornale con recensioni a concerti;
- Raccolte di materiale bibliografico, di giornali, riviste: raccolte di periodici e riviste musicali.
Fotografie: ingente raccolta di fotografie.
Biblioteca: la biblioteca personale di Guido Chigi Saracini comprende circa 1.500 volumi (romanzi, saggi e libri d'arte).


Ordinamento: alfabetico per corrispondente e cronologico per nominativo

Strumenti di ricerca:
Stefano Moscadelli, Federico Valacchi, Inventario archivio Chigi Saracini

Siti web:
Fondazione Accademia musicale chigiana

La documentazione è stata prodotta da:
Chigi Saracini Guido

La documentazione è conservata da:
Fondazione Accademia musicale chigiana


Bibliografia:
Fileti Mazza, M., Gaeta Bartelà, G. (a cura di), "Collezione Chigi Saracini nel Palazzo di Siena. Inventario generale, I: A-M", Siena 2005
Gaggioli, S., "Le celebrazioni a Siena del primo centenario della nascita di Giuseppe Verdi. Una ricostruzione attraverso l’epistolario del conte Guido Chigi Saracini", tesi di laurea, Università degli studi di Siena, a.a. 2005-2006
Catoni, G., Burchi, G. (a cura di), "Alla corte d’armonia. Immagini e testimonianze su Guido Chigi Saracini, catalogo della mostra (Siena, 18 novembre 2005-18 gennaio 2006)", Siena, Fondazione Accademia musicale chigiana, 2005
Burchi, G., Catoni, G., "La Chigiana di Siena. Guido Chigi Saracini e la sua Accademia Musicale", Siena 2008

Redazione e revisione:
Bettio Elisabetta, 2010 feb. 16, rielaborazione
Capannelli Emilio, revisione
Mazzolai Daniele, 2009, prima redazione
Moscadelli Stefano, 2009, prima redazione


icona top