Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Rosselli Nello

fondo

Estremi cronologici: sec. XIX seconda metà - sec. XX seconda metà

Storia archivistica: L'Archivio della Famiglia Rosselli dal 2000 è stato acquisito dalla Fondazione Rosselli di Torino. Fino al ad allora era stato custodito all'Apparita, dimora di Nello Rosselli a Bagno a Ripoli presso Firenze. L'intervento archivistico di schedatura, ordinamento e inventariazione, avviato nel settembre 2002 a cura di Carla Ceresa, Valeria Mosca e Daniela Siccardi, è attualmente in corso. Parte della documentazione è stata pubblicata in varie circostanze; si ricorda in particolare, a cura di Zeffiro Ciuffoletti: "Epistolario familiare. Carlo, Nello Rosselli e la madre", Milano, Sugarco, 1979 e "Nello Rosselli. Uno storico sotto il fascismo. Lettere e scritti vari (1924-1937"). Oltre all'archivio di Nello Rosselli vi sono molte lettere della madre Amelia e dei fratelli Aldo e Carlo; per quel che riguarda quest'ultimo, è qui conservato il carteggio di carattere più familiare (ma sempre rilevantissimo da un punto di vista storico) rispetto al fondo conservato presso l'Istituto Storico della Resistenza in Toscana. Il fondo ha ottenuto la dichiarazione di notevole interesse storico il 23 maggio 1991.

Descrizione: - Corrispondenza: Il carteggio di Nello Rosselli comprende, in originale ma talora anche in copia, alcune centinaia di lettere a diversi corrispondenti, tra i quali si segnalano, a puro titolo indicativo, Gaetano Salvemini, Gioacchino Volpe, Paolo Boselli, Carlo Levi, Luigi Einaudi, Gino Luzzatto, Max Ascoli, Raffaele Ciasca, Guglielmo Ferrero, Rodolfo Mondolfo, Ferruccio Parri, Federico Chabod, Carlo Morandi, Leone Ginzburg; gli estremi cronologici di questa parte del carteggio vanno dal 1922 al 1937.
Inoltre vi sono circa cento lettere di Nello Rosselli in minuta, con risposta in originale, relative al progetto di fondazione di una rivista di storia europea. Vi è poi, anche se non esclusivamente attribuibile a Nello, il carteggio familiare dei Rosselli, comprendente oltre ottocento lettere della madre Amelia, dei fratelli Aldo, Carlo e Nello, degli zii Giulio e Giorgina Zabban, di Marion Cave Rosselli, moglie di Carlo, e di Maria Todesco Rosselli, moglie di Nello, dagli inizi del secolo al 1937.
- Manoscritti e materiali preparatori: Vi sono numerosi manoscritti di Nello Rosselli per recensioni ed articoli vari, oltre ad appunti su vari temi, non quantificabili. Inoltre vi sono elaborati relativi a ricerche di storia medioevale e a ricerche sull'Italia liberale.
- Diari, agende e taccuini: Si segnalano un diario di Nello Rosselli su un suo viaggio in Germania, del 1925, e un "Diario politico" del 1929.
- Biblioteca: la rilevante biblioteca di Nello, comprende varie migliaia di volumi per lo più relativi ai temi oggetto degli studi storici di Nello.

La documentazione è stata prodotta da:
Rosselli Nello

La documentazione è conservata da:
Archivio di Stato di Firenze


Bibliografia:
"I Rosselli. Epistolario familiare 1914-1937", a cura di Z. Ciuffoletti, Mondadori, Milano 1997
A. Garosci, "La vita di Carlo Rosselli", Roma-Firenze-Milano, Edizioni U, 1945
A. Levi, "Ricordo dei fratelli Rosselli", Firenze, La Nuova Italia, 1947
Z. Ciuffoletti, "Nello Rosselli. Uno storico sotto il fascismo. Lettere e scritti vari (1924-1937)", Firenze, La Nuova Italia, 1979
Z. Ciuffoletti, "Epistolario familiare. Carlo, Nello Rosselli e la madre", Milano, Sugarco, 1979
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996
"Le carte risorgimentali dell'archivio Rosselli. Inventario", a cura di C. Ceresa, V. Mosca, D. Siccardi, Fondazione Rosselli di Torino, Milano 2006

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Capannelli Emilio, 1996, prima redazione
Morotti Laura, rielaborazione


icona top