Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Nicolodi, Aurelio

fondo

Estremi cronologici: 1920 - 1950

Consistenza: Unità 105: buste 105

Storia archivistica: Il fondo Nicolodi-Peruzzi de' Medici (attualmente di proprietà di eredi Nicolodi) è stato depositato in Archivio di Stato di Firenze il 3 febbraio 2007. La documentazione, precedentemente conservata presso la Fattoria "I Busini", comune di Rufina, appartenente agli eredi Nicolodi, annovera la presenza di più fondi archivistici che si spiega con il mutare della proprietà della fattoria nel corso dei secoli. La villa, prima dell'acquisto fatto da Aurelio Nicolodi nel 1935, era appartenuta a quel ramo dei Medici che nel 1846 si era fuso con i Peruzzi dando origine ai Peruzzi de' Medici. Pertanto ad oggi, la documentazione è costituita da tre fondi principali: frammento dell'archivio Peruzzi de' Medici (2 buste, secc. XV-XIX, uniche rimaste, in seguito a dispersioni varie, rispetto a quanto riportato dall'elenco di consistenza precedentemente stilato da Elisabetta Insabato durante una visita effettuata nel 1983); amministrazione della Fattoria dei Busini (durante la proprietà de' Medici, poi Peruzzi de' Medici e infine Nicolodi: 171 unità, 1803-1960, relative a: corrispondenza varia; corrispondenza con enti; acquisto e lavori fattoria; registri di fattoria; acquisti e vendite di bestiame; "scrittura dell'amministrazione di Elisa Peruzzi", 1851-52); archivio privato di Aurelio Nicolodi e del figlio Fulvio (105 unità). Il fondo non è ordinato ed è fornito di elenco di consistenza redatto da Silvia Baggio e Luca Faldi al momento del deposito in Archivio di Stato di Firenze. Presente anche un precedente elenco di consistenza compilato da Rita Romanelli e Luca Faldi nel 2006. La dichiarazione di notevole interesse storico delle carte è la n. 455, del 12 luglio 1983.

Descrizione: La corrispondenza di Aurelio Nicolodi riflette gli interessi e l'attività dell'uomo pubblico e viene ad integrare la documentazione dell'Istituto per Ciechi. Può essere così distinta:
-corrispondenza generale divisa per anno (1926-1950); 20 buste
-corrispondenza specifica: si segnala in particolare quella relativa a: Opera nazionale invalidi di guerra; Associazione mutilati di guerra; Casa del mutilato di Firenze; Associazione nazionale invalidi del lavoro; ente edilizio tra mutilati e invalidi - Roma cooperativa fra invalidi e mutilati; Sordomuti; Banca Toscana; Manetti & Roberts; Ospizio Margherita - Roma; Asilo Vittorio Veneto - Firenze; Aereoporto di Peretola; Sape; INAIL-INPS; varie cooperative edilizie; Fattoria Balducce; Podere Ponte a Ema; 36 buste
-pratiche varie e raccomandazioni raccolte in base al nome dei raccomandati non vedenti; 49 buste

Strumenti di ricerca:
Luca Faldi, Rita Romanelli, Elenco di consistenza del Fondo Aurelio Nicolodi

La documentazione è stata prodotta da:
Nicolodi Aurelio

La documentazione è conservata da:
Archivio di Stato di Firenze


Bibliografia:
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, 424-425

Redazione e revisione:
Biagioli Beatrice
Capannelli Emilio, revisione

Modalità di consultazione:
Negli orari di apertura al pubblico dell'istituto.


icona top