Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Ercole Marelli

fondo

Estremi cronologici: 1896 - 1986

Consistenza: Fascc. 1.500; fotografie 35.000

Storia archivistica: La documentazione dell'Archivio storico Ercole Marelli, dichiarata di notevole interesse storico dalla Sovrintendenza archivistica della Lombardia nel 1981, è stata versata alla Fondazione Isec in tre momenti diversi:
nella primavera del 1999 è stata acquisita dalla società ABB Sadelmi la sezione fotografica dell'archivio, comprendente circa 35.000 immagini (b/n e colore); nell'estate dello stesso anno l'Archivio di Stato di Milano ha versato all'Isec la documentazione acquisita dai liquidatori della società e costituita da fascicoli cartacei e dalla biblioteca tecnica aziendale (642 titoli, 120 metri lineari, tra monografie e periodici editi nel corso del Ventesimo secolo); nel 2000 sono stati recuperati i fascicoli del personale dal 1945 al 1973 conservati presso gli uffici della società Sadelmi. Rispetto al lavoro curato nel 1990 da Duccio Bigazzi, "Gli archivi d'impresa nell'area milanese. Censimento descrittivo" (Milano, Bibliografica), abbiamo constatato lo smarrimento di una parte importante della documentazione e in particolare dei verbali dell'Assemblea degli azionisti, del Consiglio di amministrazione, del Collegio sindacale e dei Libri soci. L'Archivio storico Ercole Marelli è costituito da 865 buste e 1507 unità archivistiche (818 fascicoli e 689 registri) che coprono un arco cronologico che va dal 1896 al 1986.


Descrizione: Il titolario comprende le seguenti serie e sottoserie:
Assemblea degli azionisti
Presidenza
Segreteria
Direzione divisionale controllo investimenti e costi
Servizio contabilità analitica
Direzione centrale amministrativa
Bilanci
Libri inventari
Libri giornali
Circolari, corrispondenza, comunicazioni interne
Ufficio contabilità generale
Ufficio fiscale
Servizio finanziario
Cassa aziendale previdenza impiegati (Capi)
Direzione affari speciali; poi: Direzione centrale affari speciali
Servizio legale
Servizi sanitari
Fondo assistenza lavoratori (Fal)
Direzione centrale del personale
Direzione centrale servizi generali
Direzione centrale sviluppo
Ufficio pubblicità e propaganda
Direzione commerciale sistemi industriali
Direzione commerciale
Divisione impianti sistemi trazione energia (Diste)
Direzione vendita impianti
Ufficio impianti terrestri
Ufficio trazione
Ufficio trazione marina
Direzione vendita centrali
Ufficio centrali idrauliche
Ufficio centrali termiche
Direzione vendita trasformatori
Ufficio vendita trasformatori poten za
Direzione vendite estero
Sezione vendita impianti energia
Direzione uffici tecnici grandi costruzioni
Ufficio Westinghouse
Corrispondenza
Relazioni te cniche
Tariffe e prestazioni del personale
Manuali di istruzione, opuscoli
Ufficio tecnico centrale macchine asincrone
Ufficio tecnico centrale macchine sincrone
Ufficio costruzione macchine rotanti
Direzione impianti siderurgici
Ufficio impianti siderurgici
Ufficio impianti idromeccanico-petrolchimico
Direzione montaggi esterni
Ufficio centrale montaggi este rni
Direzione officina
Ufficio tecnico
Manuali e libri di istruzione

Ordinamento: La documentazione pervenuta alla Fondazione (circa 150 ml) non aveva alcun ordine ed era priva di qualsiasi strumento di corredo (elenchi di consistenza e versamento, inventari) che potesse facilitare il lavoro di ordinamento.
I documenti erano fascicolati in pacchi legati con lo spago e ogni pacco comprendeva un cartellino su cui erano riportati i seguenti dati: titolo del fascicolo, estremi cronologici (espressi solo in anni), ufficio produttore e/o
conservatore. Il lavoro di ordinamento si è articolato in fasi successive: nel corso della prima ricognizione sulla documentazione sono stati riportati su supporto informatico, utilizzando il programma Sesamo, i titoli originali dei
fascicoli, i soggetti produttori corrispondenti e gli estremi cronologici; successivamente, sulla base di ricerche effettuate sulla storia e l'organizzazione della società, sono state individuate le serie e le sottoserie e si è proceduto quindi alla relativa aggregazione dei fascicoli, verificando contemporaneamente la congruenza tra i dati precedentemente ricavati dai cartellini e il contenuto effettivo dei fascicoli. Durante questa fase si è verificato
come spesso gli estremi cronologici e l'indicazione dell'ufficio produttore non fossero esatti, pertanto si è proceduto alle necessarie integrazioni e correzioni. Considerata la tipologia della documentazione si è ritenuto opportuno procedere a un ordinamento cronologico, alfabetico-cronologico (nel caso dei fascicoli personali dei dipendenti) e alfanumerico-cronologico (nel caso degli ordini/commesse gestiti dagli uffici tecnici); sono state quindi integrate
le informazioni tratte dai cartellini originali con le descrizioni dei fascicoli; contemporaneamente sono stati ricondizionati, inseriti in buste idonee e collocati su scaffalature opportunamente predisposte. Dopo aver valutato
la possibilità di un futuro completamento della documentazione versata alla Fondazione Isec, si è ritenuto opportuno considerare il fondo archivistico a serie "aperte" procedendo di conseguenza a una numerazione progressiva
di tutte le buste e ricominciando da uno la numerazione delle unità archivistiche all'interno delle serie.

Strumenti di ricerca:
Alberto De Cristofaro, Primo Ferrari, Archivio storico Ercole Marelli

La documentazione è stata prodotta da:
Ercole Marelli

La documentazione è conservata da:
Fondazione ISEC. Istituto per la storia dell'età contemporanea


Redazione e revisione:
De Cristofaro Alberto, 2010/09/14, prima redazione
Ferrari Primo, 2010709/14, prima redazione


icona top