Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Pratolini Vasco

fondo

Storia archivistica: Il fondo, pervenuto nel 2005 come aggregato all’archivio di Alessandro Parronchi, è in corso di inventariazione. Il vero e proprio archivio di Vasco Pratolini si conserva invece nell’Archivio contemporaneo “Alessandro Bonsanti” del Gabinetto “G.P. Vieusseux” di Firenze, cui è stato donato dalla vedova Cecilia Punzo e dalla figlia Aurelia.

Descrizione: Il fondo si compone di manoscritti/dattiloscritti frutto dell'attività creativa di Pratolini e altri materiali, il tutto riconducibile a due serie distinte: “Autografi e dattiloscritti di racconti e romanzi” e “Ritagli di giornale, fotografie e copertine di romanzi”; la documentazione è raccolta all'interno di 11 cartelle.
- Manoscritti e dattiloscritti: una cartella contenente i racconti dattiloscritti "La mamma" (la prima parte contiene il testo dal titolo 1917, edito in «Vedetta mediterrana», I/2, 31 marzo 1941, mentre la seconda contiene il racconto "Il tappeto verde", edito in «Corrente di vita giovanile», II/7, 15 aprile 1939; i due testi sono stati in seguito riediti a partire dalla raccolta "Tappeto verde", 1941), "Una giornata memorabile" (primo paragrafo dell'omonimo racconto poi in Tappeto Verde, 1941 e in Diario sentimentale, 1956) e "Gli orfani" (edito col titolo "Il fratello", «La Stampa», 22 marzo 1943, p. 3); una cartella contenente tre taccuini recanti il testo manoscritto di "Cronaca familiare", con numerose varianti; tre cartelle contenenti cinque taccuini recanti il testo manoscritto di "Cronache di poveri amanti", con numerose varianti; due cartelle contenenti tre taccuini recanti quasi tutta la prima parte del testo manoscritto e dattiloscritto di "Un eroe del nostro tempo" nella primissima forma, con numerose varianti; una cartella contenente parte del testo dattiloscritto di "Lo scialo" comprensivo di paragrafi poi cassati da Pratolini nell'edizione a stampa.
- Ritagli di giornale: due cartelle contenenti ritagli di giornale: V. Pratolini, "Mio Padre", «Il secolo-La Sera», 7-8 agosto 1942; S. Checconi, “'Lo scialo' nella narrativa italiana", «Diogene», ottobre 1960; G. Livi, "Solo la notte ispira Pratolini", «Epoca», 15 aprile 1962; A. Barbato, "Pratolini racconta la storia d’un operaio fiorentino non allineato. Il nipote di Metello", «l’Espresso», 2 dicembre 1962; L. Baldacci, "L’operaio Bruno ci restituisce il Pratolini migliore", «Epoca», 12 maggio 1963; M. Rago, "La conquista della ragione", «l’Unità», 15 maggio 1963; L. Gigli, "Pratolini in rosa", «Gazzetta del Popolo», 22 maggio 1963; F. Antonicelli, "La gioventù d’oggi contro le idee dei padri nel nuovo e buon romanzo di Vasco Pratolini", «La Stampa», 22 maggio 1963; C. Salinari, "Vasco Pratolini sulla via giusta", «Vie Nuove», 22 maggio 1963; G. Gramigna, "Il giovane Bruno difende la ragione", «Corriere d’Informazione», 23 maggio 1963; G. Ferrata, "La 'Costanza' di Pratolini", «Rinascita», 25 maggio 1963; M. D'Avack-F. Monteleone D’Avack, "A colloquio con Rosi e Pratolini", «l’Umanità», 1° marzo 1964; "Notizie stampa. Pratolini conclude la sua 'storia italiana'”, t.s., 25 novembre 1966; G.A. Cibotto, "Alcune domande a Vasco Pratolini. 'Gli scrittori non nascono sotto i cavoli', «La fiera letteraria», 1° dicembre 1966; P. Dallamano, "Confessione e dolore dell’ultimo Pratolini", «Paese sera», 2 dicembre 1966; P. Citati, “'Allegoria e derisione'. Pratolini dietro il suo personaggio", «Il Giorno», 7 dicembre 1966; A. Bonsanti, "Il romanzo di Pratolini. Allegoria e derisione", «La Nazione», 11 dicembre 1966; L. Baldacci, "Pratolini ci fornisce la chiave dei suoi romanzi", «Epoca», 11 dicembre 1966; G. Gramigna, "Pratolini non ha fatto centro", «La fiera della letteraria», 15 dicembre 1966; A. Bevilacqua, "I giudici hanno fretta", «Oggi», 22 dicembre 1966; V. Cajoli, "Fine di un ciclo", «Il Messaggero», 23 dicembre 1966; V. Pratolini, "Una domanda a Pratolini. Perché la 'favola'", «Paese sera», 13 gennaio 1967; G. Ferrata, "'Allegoria e derisione' e l’estensione della crisi narrativa. Il libro assurdo di Pratolini", «Rinascita», 13 gennaio 1967; G. Corsini-D. Puccini, "Due lettere sul romanzo di Pratolini e la replica di Giansiro Ferrata. 'Allegoria e derisione'", «Rinascita», 27 gennaio 1967; C. Marabini, "Firenze non mi serve più", «il Resto del Carlino», 30 ottobre 1975; C. Carrabba, "Vasco Pratolini: cronaca di un amico", «Paese sera», 5 maggio 1976; G. Vigorelli, "Una storia fiorentina. Il romanzo 'Allegoria e derisione' di Vasco Pratolini chiude in passivo la lunga e impegnativa trilogia del 'Metello'", «Tempo», s.d.; L. Lilli, "Pratolini che scialo!", «la Repubblica», 28 aprile 1987.
- Fotografie e copertine di romanzi: una cartella contenente tre fotografie inviate da Vasco Pratolini ad Alessandro Parronchi il 2 novembre 1960 e le copertine dei romanzi "Metello" (Firenze, Vallecchi, 1955) e, in fotocopia, "Il quartiere" (Roma, Nuova Biblioteca, 1944).


Ordinamento: In corso di inventariazione

Documentazione collegata:
Fondo Vasco Pratolini, Manoscritti di opere in prosa e in versi, Sceneggiature, materiali e frammenti vari, fotografie e biblioteca. Conservata presso: Archivio contemporaneo "Alessandro Bonsanti" del Gabinetto G.P. Vieusseux

La documentazione è stata prodotta da:
Pratolini Vasco

La documentazione è conservata da:
Università degli studi di Siena. Facoltà di lettere e filosofia. Biblioteca


Bibliografia:
A. Cecconi, "Le case della memoria. Un itinerario letterario nella Firenze del ‘900", Firenze 2009

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, rielaborazione
Scheggi Silvia, 2010, prima redazione

Modalità di consultazione:
Il fondo può essere consultato dal lunedì al venerdì, ore 9,30-15, solo in relazione ai documenti inventariati


icona top