Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Ginori Conti Piero

fondo

Estremi cronologici: sec. XIX ultimo quarto - sec. XX inizio

Consistenza: Unità 26: Faldoni 16, scatole 10

Storia archivistica: Mentre l'archivio di famiglia, con documenti dal XV al XX secolo, si trova dal 1980 presso il Gabinetto scientifico letterario «G.P. Vieusseux», Archivio contemporaneo, donato dagli eredi, le carte personali del Ginori Conti hanno subito una certa dispersione. l'Archivio di Stato di Firenze ne ha acquisito una parte, comprandola da due diversi collezionisti privati; un'altra parte, ancora più consistente, già detenuta dal libraio G. Valleri nella sua abitazione alla periferia di Firenze, è andata completamente distrutta in seguito allo straripamento del fiume Ema dell'autunno 1991, quando già erano in corso trattative d'acquisto da parte dell'Amministrazione archivistica. Nonostante la sua parzialità e lo stato di completo disordine in cui è pervenuto, il nucleo documentario conservato presso l'Archivio di Stato di Firenze è però sufficiente a dare un'idea abbastanza precisa non solo della complessa e variegata attività dispiegata dal Ginori Conti in molteplici campi (politica, scienza, industria,istruzione, erudizione storica, ecc.), ma anche delle caratteristiche e delle modalità di tenuta dello stesso archivio, cui questa attività aveva dato origine. Attualmente le carte Ginori Conti dell'Archivio di Stato di Firenze sono distribuite in 16 faldoni e 10 scatole, in attesa che un complesso lavoro di riordinamento porti alla ricostituzione dei singoli fascicoli; uno dei sedici faldoni contiene materiale fotografico.

Descrizione: L'archivio del Ginori Conti è costituito in larga misura da petizioni di privati che, facendo leva sulle sue molteplici relazioni e sulle sue notevoli possibilità economiche, postulavano impieghi, trasferimenti, pensioni, sussidi, elemosine, ecc. (numerosissime sono le istanze di militari dal fronte della prima guerra mondiale per ottenere licenze, congedi, trasferimenti, ecc.). Ognuna di queste petizioni determinava l'impianto di un apposito fascicolo, intitolato col nome, cognome e luogo di residenza del postulante, in cui andava progressivamente a confluire tutta la corrispondenza intrattenuta, ivi comprese le copie delle lettere inviate dal Ginori Conti, allo scopo di esaudire quanto gli veniva domandato. I fascicoli venivano poi riuniti in faldoni, mentre uno schedario (ora perduto) permetteva all'occorrenza il rapido reperimento delle singole pratiche.
Si segnalano inoltre documenti di altro genere: le carte sulla trasformazione degli "Stabilimenti F. de Larderel" in società per azioni; il carteggio del Ginori Conti con le innumerevoli associazioni, accademie e sodalizi vari di cui era membro, i documenti relativi alle varie scuole ed istituti di cui si interessava (la Scuola femminile di Arti e mestieri di Firenze, ora Istituto tecnico "Ginori Conti", l'Istituto Cesare Alfieri, nonché alcuni asili infantili nel volterrano, suo collegio elettorale).
- Materiale fotografico; Un gruppo di fotografie di cerimonie ufficiali e impianti industriali a Larderello, anni Trenta ca.

Ordinamento: In corso di ordinamento

La documentazione è stata prodotta da:
Ginori Conti Piero

La documentazione è conservata da:
Archivio di Stato di Firenze


Bibliografia:
"Resoconto delle discussioni del Senato. Legislatura XXX (1939) - Assemblea plenaria", p.281
"Piero Ginori Conti presidente della Colombaria", in "Atti della Società di Scienze e lettere «La Colombaria», 1939-1941", pp. 479-495
Enciclopedia Italiana, Roma, Treccani, 1951, vol. XVIII, Roma, 1951, p. 147
Consiglio Interbibliotecario Toscano (CITO), "Guida ai fondi speciali delle biblioteche toscane", a cura di S. Di Majo, premessa di F. Adorno, Firenze, DBA, 1996, p.110 (riguarda le carte di famiglia depositate all'Archivio contemporaneo A. Bonsanti).
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, pp. 284-287

Redazione e revisione:
Arrighi Vanna, 1996, prima redazione
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, rielaborazione

Modalità di consultazione:
Attualmente non accessibile per essere in corso di ordinamento.


icona top