Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Ente nazionale per l'energia elettrica - ENEL. Ex Compartimento di Torino. Archivio storico Giancarlo Vallauri

complesso di fondi / superfondo

Altre denominazioni:
Archivio Storico "Giancarlo Vallauri" ex Compartimento ENEL di Torino, Archivio storico ENEL

Estremi cronologici: sec. XIX fine - sec. XX seconda metà

Storia archivistica: La documentazione storicamente più rilevante dell'Archivio dell'ex Compartimento di Torino riguarda la costruzione e la progettazione degli impianti idroelettrici del Piemonte e della Valle d'Aosta, in particolare le centrali in stile decò della Valle d'Ossola. Attraverso le carte amministrative e contabili confluite nell'Archivio dell'Enel è inoltre possibile ripercorrere le tappe salienti della storia di società quali la Società Idroelettrica Piemonte (SIP) costituitasi nel 1918 e passata al settore telefonico dopo la nazionalizzazione, e quali la Sessa, Trona & C., autrice della omonima centrale realizzata nel 1903 sul Naviglio, mirabile esempio di archeologia industriale.
Le più importanti società elettriche affidavano spesso la progettazione degli edifici delle centrali a famosi professionisti: così avvenne anche in Piemonte, dove operò in particolare l'architetto Piero Portaluppi, milanese, che sin dal 1912 aveva iniziato la sua collaborazione con Ettore Conti, progettando per le sue aziende diverse centrali idroelettriche e cabine di trasformazione, specialmente in Val d'Ossola. L'attività di Portaluppi si estese ad altre località piemontesi e i suoi progetti, insieme a quelli di altri colleghi, suscitarono l'interesse e l'ammirazione di tecnici di altri Paesi, anche degli americani.

La documentazione è stata prodotta da:
Ente nazionale per l'energia elettrica - ENEL

La documentazione è conservata da:
ENEL. Archivio storico


Redazione e revisione:
Spinelli Angela


icona top