Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Calamandrei Piero

fondo

Estremi cronologici: 1895 ott. 10 - 1983 dic. 31

Consistenza: bb. 49, fascc. 175

Storia archivistica: I nuclei in cui oggi si divide l'archivio Calamandrei sono quattro, conservati a Trento, Firenze, Roma e Montepulciano. Cronologicamente il primo ad uscire dal complesso originario fu quello donato nel 1960 dalla moglie Ada Cocci al Museo storico del Trentino, comprendente i documenti relativi alla partecipazione del marito alla Grande guerra e in particolare all'ingresso delle truppe italiane in Trento avvenuto il 3 novembre 1918. Il secondo è quello conservato presso l'Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell'Età contemporanea di Firenze (ISRT), che viene qui descritto. Il terzo nucleo è quello depositato nel 2007 dalla nipote Silvia Calamandrei presso la fondazione Centro d'iniziativa giuridica Piero Calamandrei di Roma, che conserva documenti di natura strettamente giuridica. Infine il quarto nucleo documentario è stato donato nel 2008 alla Biblioteca archivio Piero Calamandrei di Montepulciano e comprende le carte più strettamente private del giurista fiorentino e della sua famiglia. Donato a partire dal 1960 da Ada Cocci, il fondo conservato presso l'ISRT rispecchia fedelmente l'ordinamento che fu dato alle carte negli anni '60 del '900 da Maria Piani Vigni, storica segretaria di Piero Calamandrei. A tale ordinamento, basato su di un criterio essenzialmente tematico, è seguito negli anni 2000 un lavoro di inventariazione analitica delle carte a cura di Michela Nicastro.

Descrizione: - Corrispondenza: lettere di Piero Calamandrei, 1916-1956, docc. 1243, cc. 1.500 circa (2 buste), ordinate cronologicamente, minute, copie e fotocopie con allegati e ritagli di stampa; alcune lettere sono presenti sia in originale che in copia, altre solo in copia: si tratta di materiale raccolto per la pubblicazione del volume "Lettere 1915-1956", a cura di Giorgio Agosti e Alessandro Galante Garrone. Lettere ricevute da Piero Calamandrei, 6 fascicoli, 1906-1956, così distribuite: carteggio Piero Calamandrei - Pietro Pancrazi (Piero Calamandrei a Pancrazi, copie di lettere e allegati, 7 mag. 1932-31 lug. 1952, docc. 130, cc. circa 200, con molte lettere in duplice copia, con annotazioni per la pubblicazione; lettere originali di Pancrazi a Calamandrei, 6 ago. 1937-22 set. 1952, docc. 88, cc. 100 circa); carteggio Piero Calamandrei - Arrigo Serpieri - Dino Grandi, 23 dic. 1939-dic. 1947, 8 docc.; carteggio con editori e riviste: lettere ricevute, originali (CEDAM, 15 lug. 1953-15 set. 1956, 6 docc.; «Clio», 12 mag. 1953-4 ago. 1953, 4 docc.; Einaudi, 16 set. 1950-18 lug. 1955, 8 docc.; «Epoca», 22 nov. 1950-3 nov. 1952, 7 docc.; Laterza, 17 lug. 1953-20 lug. 1955, 13 docc.; Le Monnier, 26 set. 1949-23 mag. 1949, 2 docc.; Tuminelli 12 giu. 1953, doc. 1; Zanichelli, 3 ago. 1953-14 ott. 1954, 5 docc.); "Pazzie", lettere ricevute da Piero Calamandrei e da lui stesso denominate Pazzie, alcune anonime, 1944-1949 e s.d., 16 docc.; rallegramenti per nomina a rettore dell'Università di Firenze, in ordine alfabetico, 1943, biglietti 41, cartoline 48, telegrammi 29, lettere 95; rallegramenti per la nomina a commissario del Sindacato nazionale dell'ordine degli avvocati, in ordine alfabetico, 1943, biglietti 18, cartoline 37, telegrammi 43, lettere 99; inviti a conferenze, commemorazioni, adesioni, collaborazioni, in ordine di luogo, 1948-1956, 342 docc.; corrispondenza varia, fascicoli ordinati alfabeticamente, 961 corrispondenti identificati, segue un piccolo gruppo di 15 lettere il cui mittente non è stato identificato (altre lettere si trovano allegate ai documenti), 1906-1956, cc. 7.000 circa. Tra i fascicoli più cospicui si segnalano: Giorgio Agosti, Franco Antonicelli, John Clarke Adams, Vincenzo Arangio Ruiz, Ernesta Battisti, Riccardo Bauer, Aurelio Becca, Ranuccio Bianchi Bandinelli, Bianco Dante Livio, Romano Bilenchi, Norberto Bobbio, Giuseppe Antonio Borgese, Piero Caleffi, Guido Calogero, Aldo Capitini, Guido Cimino, Ernesto Codignola, Tristano Codignola, Enzo Collotti, Benedetto Croce, Mario Delle Piane, Enzo Enriquez Agnoletti, Enzo Ferretti, Tommaseo Fiore, Vittorio Gabrielli, Carlo Galante Garrone, Alessandro Galante Garrone, Aldo Garosci, Crescenzio Guarino, Silvio Guarnieri, Arturo Carlo Jemolo, Giorgio La Pira, Enzo Tullio Liebman, Emilio Lussu, Clara Mattei, Egidio Menghetti, Augusto Monti, Umberto Olobardi, Vittorio Emanuele Orlando, Geno Pampaloni, Ferruccio Parri, Leopoldo Piccardi, Dino Provenzal, Guido Raffaelli, Carlo Ludovico Ragghianti, Ernesto Rossi, Paolo Rossi, Luigi Russo, Filippo Sacchi, Gaetano Salvemini, Michele Saponaro, Salvatore Satta, Antonio Segni, Ignazio Silone, Silvia Sprigge, Umberto Terracini, Corrado Tumiati, «Il Ponte», Manara Valgimigli, Leo Valiani, Franco Venturi, Giuseppe Vigni, Elio Vittorini, Umberto Zanotti Bianco, Adone Zoli.
Atti e documenti:i documenti, che raccolgono materiali preparatori, testi di conferenze, articoli e arringhe, nonché corrispondenza, coprono un arco cronologico che va dal 1912 al 1956 con una consistenza di 13 buste. Se ne dà qui una descrizione sintetica raggruppando i documenti in maniera non corrispondente alla loro collocazione: Tesi di laurea di Piero Calamandrei, 1912; "Non Mollare", atti e documenti, 1925, un fascicolo; denuncia contro Calamandrei, 1943, atti e documenti, un fascicolo.
- Cause e processi: Luijdjens, causa per disfattismo politico, 1941-1953, un fascicolo; difesa e commemorazione dei fratelli Rosselli (processo contro Roatta), 1945-1955, un fascicolo; Amendola, autografo per la difesa, non completo, 1947, un fascicolo; processo alla Banda Carità, arringa di Piero Calamandrei alla Assise di Lucca, 20 gennaio 1951, un fascicolo; processo Renzi e Aristarco, 1953, un fascicolo; Ferruccio Parri, causa contro i responsabili degli articoli diffamatori apparsi il 17 maggio 1953, un fascicolo; processo a Danilo Dolci, difesa di Piero Calamandrei, 1956, 2 fascicoli; Regione Siciliana, manoscritto autografo, atti parlamentari e giudiziari, un fascicolo.
- Attività parlamentare: Consulta nazionale epurazione, 1946, un fascicolo; corruzione parlamentare, articolo, 1947, un fascicolo; Repubblica di San Marino, discorso e interpellanze, 1948-1951, un fascicolo; Deputazione provinciale di Venezia. Atti e ritagli stampa, 1949, un fascicolo; Palazzo Barberini, interpellanza parlamentare, 1949-1950, un fascicolo; riforma carceraria: interrogazione al ministro di Grazia e giustizia, 1949-1950, un fascicolo; sulla modifica dell'art. 72 del Codice di procedura penale, 1950, un fascicolo; i poteri del presidente della Repubblica, 1956, un fascicolo; atti parlamentari; autografi di Piero Calamandrei; raccolta di atti parlamentari pubblicati dalla Camera dei deputati, un fascicolo.
- Commemorazioni: "Resistenza e Liberazione", raccolta di materiali diversi, 1944-1945, un fascicolo; racconti sulla Resistenza, concorso, 1945, un fascicolo; conferenze sulla Resistenza tenute in Svizzera, 1946-1955, 2 fascicoli; onoranze a Carlo Tresca, 1948, un fascicolo; Antifascismo e Resistenza, scritti, commemorazioni e discorsi, 1948-1955, una busta; partigiani, situazione giuridica, scritti, conferenze e discorsi, 1949-1950, un fascicolo; "Kesselring Albert", discorso di Piero Calamandrei, Cuneo 21 dicembre 1952, un fascicolo; commemorazione dei fratelli Cervi, Roma 17 gennaio 1954, testo autografo, un fascicolo; Resistenza e Liberazione, discorsi e conferenze, un fascicolo; commemorazione di Giovanni Ferretti, un fascicolo.
- Scritti e discorsi: epigrafi dettate da Piero Calamandrei, 1915-1955, un fascicolo; Trento, Prima guerra mondiale, lettere e documenti, 1915-1918, 1948, un fascicolo; articoli di Piero Calamandrei e di altri, lettere di Ernesto Rossi e ritagli stampa, 1925-1955, un fascicolo; sulle epurazioni nelle Università, 1943-1949, fasc. 1; "Costituzione", scritti e discorsi, 1945-1956, 4 fascicoli; libertà della scuola, raccolta di dati, 1948, un fascicolo 1; sequestro dei beni Savoia, articoli, 1950, un fascicolo; crisi della giustizia, conferenza tenuta a Padova, 20 aprile 1951, un fascicolo; viaggio a Londra, conferenza sulle opere d'arte e la guerra in Italia, 1951, un fascicolo; diritto di sciopero, conferenza di Piero Calamandrei, Roma 16 gennaio 1952, un fascicolo; libertà di stampa, raccolta di dati, 1952, un fascicolo; difesa del patrimonio artistico e distruzioni naziste, articolo, 1954, un fascicolo; Circolo di Cultura di Borgo SS. Apostoli, testo del discorso do Piero Calamandrei per la riapertura e atti, 1955, un fascicolo; fine del «Nuovo Corriere», articoli 1956, un fascicolo; discorsi e conferenze elettorali, autografi, un fascicolo; "Polemica Kruscev", articoli, un fascicolo; articoli diversi, un fascicolo.
- Magistratura: Consiglio nazionale forense: riforma forense, riforma giudiziaria", 1943-1955, un fascicolo; congresso forense (Firenze 5-7 novembre 1947), un fascicolo; errori giudiziari, 1948-1954, un fascicolo; magistratura, 1950-1954, un fascicolo; federalismo, lettere, atti e documenti, 1945-1952, 2 buste; rapporti con il PSI, un fascicolo; viaggio in Cina, documenti, lettere, appunti, conferenza, foto, ritagli stampa, articolo per la rivista «Il Ponte», 1955, 2 buste.
- Testi di conferenze, lezioni, discorsi: testi di scritti e discorsi politici di P. C. pubblicati nel volume postumo "Piero Calamandrei, Scritti e discorsi politici", a cura di Norberto Bobbio, La Nuova Italia, Firenze 1966 (materiale originale e in copia); altre pubblicazioni e composizioni infantili di Piero Calamandrei, 10 ottobre 1895-ottobre 1956, cc. 2377 circa, 2 buste.
- Materiale bibliografico e ritagli di stampa: raccolta di scritti e discorsi a stampa di Piero Calamandrei, 1906 -1969, cc. 1.100 circa, 4 buste; Collezione di ritagli stampa ed estratti di periodici sull'attività professionale di Piero Calamandrei, 1950-1983, cc. 10.000 circa, 13 buste.
- Fotografie: 147 fotografie: 13 relative alle distruzioni di Firenze maggio-agosto 1944; 10 relative alla traslazione delle salme dei fratelli Rosselli, Firenze 29 aprile 1951; 24 relative ad episodi e personaggi del fascismo; 29 fotografie relative al decennale della fondazione de «Il Ponte»; 15 fotografie personali; 12 realizzate in occasione di gite con gli amici, 1937-1941; 7 fotografie di Calamandrei durante la Grande guerra; 7 fotografie di congressi e manifestazioni diverse; un album contenente 27 fotografie del Congresso giuridico di Bari del 19 marzo 1955; fotografia dei licenziandi del Liceo Michelangiolo di Firenze classe 1907-1908 fra i quali Calamandrei; 2 scatti del Crocifisso di Benvenuto Cellini.
Disegni: alcuni disegni realizzati durante l'infanzia.
- Varie: "Erbario giovanile", raccolta di esemplari vegtali dei colli fiorentini effettuata da Piero Calamandrei, 1904, 1 volume; telegrammi, corrispondenza, fotografie di cerimonie e articoli per la scomparsa di Piero Calamandrei, 27 settembre1956-marzo 1958, cc. 2.720 circa.


Ordinamento: Ordinamento tematico originale dei documenti.

Informazioni sulla numerazione: Ogni documento è numerato singolarmente riportando nell'ordine il numero di busta, di fascicolo e di documento.

Strumenti di ricerca:
Michela Nicastro, Archivio Piero Calamandrei

Siti web:
Archivio Piero Calamandrei. Archivi in Toscana

Documentazione collegata:
Calamandrei Agostino, Rodolfo, Piero, Cocci Calamandrei AdaConservata presso: Comune di Montepulciano. Biblioteca archivio Piero Calamandrei, presente in SIUSA
Calamandrei PieroConservata presso: Fondazione Museo storico del Trentino
Carte private di Piero CalamandreiConservata presso: Fondazione Centro d'iniziativa giuridica Piero Calamandrei

La documentazione è stata prodotta da:
Calamandrei Piero

La documentazione è conservata da:
Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell'Età contemporanea


Bibliografia:
P. Calamandrei, "Lettere 1915-1956", a cura di G. Agosti e A. Galante Garrone, Firenze, La Nuova Italia, 1968, voll. 2
M. Vigni, "Il Fondo Piero Calamandrei", in «La Resistenza in Toscana», 1970, n. 8, pp.118-123
"Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza", 6 voll., La Pietra, Milano, 1968-1989, pp.421-422
Istituto nazionale per lo studio del movimento di liberazione in Italia, "Resistenza e storia d’Italia. Quarant’anni di vita dell’Istituto nazionale e degli istituti associati 1949-1989", Franco Angeli, Milano, 1993, pp. 524-525
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, pp. 137-141
E. Collotti, "Calamandrei Piero", in "Dizionario della resistenza", II, Torino, Einaudi, 2000, pp. 503-504.
F. Cenni, "Gli archivi di Piero Calamandrei" in "la Toscana di Piero Calamandrei. Memoria storica e passione civile", a cura di S. Calamandrei e R. Barzanti, catalogo della mostra "1970-2010. La regione in Toscana. Un cammino di civiltà", sede del Consiglio Regionale della toscana, 12 febbraio - 12 marzo 2010", Firenze, edizioni del Consiglio Regionale, 2010
"Archivio Piero Calamandrei", Inventario a cura di M. Nicastro, revisione di M. Bonsanti, Firenze, edizioni Polistampa, 2012
P. Roncarati e R. Marcucci, "Codici e rose. L'erbario di Piero Calamandrei tra storia, fiori e paesaggio", Firenze, Olschki, 2015
"Piero Calamandrei. Intellettuale democratico nella Firenze del dopoguerra", catalogo della mostra, a cura di G. CONTICELLI, Firenze, Comune di Firenze, 2018

Redazione e revisione:
Bonsanti Marta, 2011, prima redazione
Capannelli Emilio, 2018/5, revisione
Mascagni Francesco, 2011, prima redazione
Mascagni Francesco, 2018/04, integrazione successiva
Morotti Laura, 2018/04, revisione

Modalità di consultazione:
Orario di apertura dell'Istituto: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30. Orario di consultazione: lunedì e martedì dalle 13 alle 17.30, mercoledì giovedì venerdì dalle 9.30 alle 14, sempre previo appuntamento. Consultabile in base alle vigenti normative archivistiche.
La consultazione dei documenti avviene solo su prenotazione (archivio@istoresistenzatoscana.it) nei giorni e negli orari di apertura dell'archivio, previa presentazione del Modulo di accesso all'archivio e autorizzazione della Direzione.


icona top