Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Donghi Daniele

fondo

Estremi cronologici: 1883 - 1935

Consistenza: ca. 12 ml di documenti tra disegni in cartelle, fascicoli e pubblicazioni

Storia archivistica: Allo stato attuale delle conoscenze, sulla storia dell’archivio di Daniele Donghi, si possono solo fare alcune ipotesi. La documentazione giunta non appare completa rispetto alle molteplici attività svolte dall’ingegnere. In quali occasioni e per quali motivi la documentazione abbia subito delle perdite non è noto. Probabili smembramenti si sono avuti nel corso dei passaggi dei documenti tra gli eredi residenti a Bologna e Milano.
Nel 2002 l'archivio è stato ceduto in comodato d'uso all'Archivio Progetti dalle proprietarie Anna Maria e Luisa Fabbrichesi. Il trasporto è avvenuto in due tranche nel maggio 2003 e nel febbraio 2004.

Descrizione: Nella mappa dei pieni e dei vuoti dell’archivio Donghi risulta adeguatamente documentata l’attività di progettista al servizio negli uffici tecnici di Torino, Padova e Venezia così come quella di libero professionista. Disegni originali e in copia, relazioni dei progetti, corrispondenza, scritti, pubblicazioni e fotografie dimostrano il modus operandi dell’ingegnere, pioniere del cemento armato in Italia.
Ben testimoniata è anche la documentazione relativa alla redazione del Manuale dell’architetto. Manoscritti, disegni e bozze tipografiche illustrate permettono di ripercorrere l’elaborazione delle diverse edizioni del testo dal 1893 al 1935. Un vuoto significativo si nota invece nella documentazione relativa alla attività didattica.

Ordinamento: Un lavoro preliminare di riordino dell’archivio Donghi è iniziato nel 2002 in occasione del programma di ricerca biennale, coordinato dal professore Guido Zucconi sul tema Un nuovo sistema per l’architettura e le arti applicate: didattica, istituzioni, ruoli professionali, letteratura tecnica in Italia (1850-1914).
In questa circostanza è stato redatto dall’architetto Marco Maffei un elenco di consistenza dei materiali ed è stata abbozzata una prima ipotesi di organizzazione delle serie archivistiche.
Nell’estate 2007 i lavori di inventariazione del fondo sono ripresi a cura della dottoressa Ilaria Farina che ha condotto uno stage all’Archivio Progetti nell’ambito del Master Europeo in Storia dell’Architettura dell’Università di Roma Tre. In particolare, oggetto di studio sono stati i fascicoli relativi alla redazione del Manuale dell’architetto, organizzati per volumi e capitoli.
Dal febbraio 2011, l’Archivio Progetti si sta occupando di portare a termine il riordino e l’inventariazione del fondo Donghi.
Sebbene suscettibile di modifiche, l’organizzazione delle serie, sulla base di quanto in parte già fatto, risulta essere la seguente:
1: attività professionale, progetti e consulenze
2: attività editoriale
3: materiali di studio
4: altri materiali

Strumenti di ricerca:
Antonella D'Aulerio, Marco Maffei, Francesca Sardi, Daniele Donghi. Elenco di consistenza del fondo archivistico

La documentazione è stata prodotta da:
Donghi Daniele

La documentazione è conservata da:
Università IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Archivio Progetti


Bibliografia:
M.Velatta, Daniele Donghi ed il suo contributo alla tecnica architettonica italiana, Stabilimento tipografico nazionale, Trieste, 1940. Estratto da: Tecnica italiana, n.5 (maggio 1940)
Daniele Donghi. I molti aspetti di un ingegnere totale, a cura di G. Mazzi e G. Zucconi, Venezia, Marsilio, 2006

Redazione e revisione:
D'Aulerio Antonella, 2011/07/05, prima redazione
Reale Elisabetta, 2012/04/16, revisione


icona top