Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Del Poggio Carla e Lattuada Alberto

fondo

Estremi cronologici: 1935 - 2007

Consistenza: Unità 94: fascc. 62 e voll. 7 in bb. 7, vol. 1, album 11, fotografie in contenitori 13

Storia archivistica: Il fondo, donato da Carla Del Poggio alla Fondazione Cineteca di Bologna nel 2009, comprende documentazione riferibile sia all'attrice che al marito, il regista Alberto Lattuada. Il materiale non presentava nessun tipo di ordinamento, eccezione fatta per un album di ritagli a stampa ordinati cronologicamente.
Nel corso del 2011 è stato effettuato l'attuale condizionamento dei pezzi ed è stato redatto, per una parte della documentazione cartacea, un elenco di consistenza in formato excel (pp. 4) da parte del personale della biblioteca.
Nel 2012 il fondo è stato oggetto di rilevamento nell'ambito del progetto "Censimento degli archivi femminili della provincia di Bologna".
Il fondo è compreso nella dichiarazione di interesse storico particolarmente importante relativa al patrimonio documentario della Fondazione Cineteca di Bologna emessa con provvedimento della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell'Emilia Romagna n. 33 del 6 marzo 2013.

Descrizione: Il fondo comprende documentazione raccolta da Carla Del Poggio e riferibile all'attività artistica propria e del marito, il regista Alberto Lattuada, ed in particolare: riduzioni, soggetti, trattamenti e sceneggiature di produzioni cinematografiche e televisive cui prese parte l'attrice o diretti dal marito; schizzi e bozzetti a matita e carboncino (forse di Lattuada); un ritratto a carboncino di Carla Del Poggio; opuscoli e programmi a stampa con presentazioni e retrospettive cinematografiche di film con la sua partecipazione come attrice o diretti dal marito; ritagli a stampa (raccolti o in forma sciolta) e articoli di quotidiani e riviste (italiane e straniere) relativi all'attività artistica di entrambi; riviste, un catalogo, una monografia a carattere cinematografico, nonché la raccolta del periodico «Il selvaggio» (1928-1931). Il fondo comprende inoltre: carteggio, con lettere ricevute e minute di lettere inviate da Lattuada; relazioni, annotazioni, appunti manoscritti e dattiloscritti del regista di carattere biografico o relativi alla preparazione di film.
Le fotografie (singole o in servizi fotografici) comprendono: immagini tratte dai primi provini di Carla Del Poggio presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma; scatti tratti da rappresentazioni teatrali e su set di produzioni cinematografiche e televisive; fotogrammi tratti da film; eventi e premiazioni; ritratti di Carla Del Poggio e di Alberto Lattuada. Ad alcune fotografie sono allegati opuscoli a stampa, ritagli di giornale, bigliettini e indicazioni varie riferibili al contenuto della fotografia o del servizio fotografico. Sono inoltre presenti alcune stampe relative alla vita privata dei coniugi, tra cui la foto del matrimonio e di viaggi della coppia.
La maggior parte delle fotografie riporta sul verso indicazioni manoscritte di diverse mani circa il contenuto (contesto o film), i riconoscimenti dei personaggi fotografati e la data di esecuzione, oltre al timbro a inchiostro dello studio fotografico. In alcuni casi sul recto sono presenti dediche manoscritte.

Ordinamento: Parte della documentazione cartacea è raggruppata in buste per tipologia e contenuto.
Il restante materiale cartaceo (appunti, relazioni, bozze di sceneggiature, disegni e ritaglia a stampa) è conservato con le fotografie in contenitori numerati progressivamente.
In particolare le fotografie sono sommariamente organizzate secondo un criterio cronologico o per produzione cinematografica. Alcune stampe presentano ancora le cornici originali.

Informazioni sulla numerazione: Le buste sono numerate progressivamente da 1 a 7; la numerazione dei fascicoli e dei volumi all'interno delle buste riprende da 1 per ciascuna busta.
I contenitori delle fotografie sono numerati progressivamente con un codice alfanumerico da Sc. 1 a Sc. 13.
Il volume e gli album di ritagli a stampa non sono numerati.

Siti web:
Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna. Censimento degli archivi femminili

La documentazione è stata prodotta da:
Del Poggio Carla
Lattuada Alberto

La documentazione è conservata da:
Fondazione Cineteca di Bologna. Biblioteca Renzo Renzi. Cinema e fotografia


Redazione e revisione:
Iannacci Lorenza, 2012/09/11, prima redazione
MenghiSartorio Barbara, 2015/08/18, supervisione della scheda
Xerri Maria Lucia, 2013/09/11, revisione


icona top