Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Badiani Angiolo

fondo

Estremi cronologici: sec. XIX - sec. XX

Storia archivistica: Le carte di Angiolo Badiani, insieme a quelle del padre Giuseppe, sono pervenute alla Biblioteca Roncioniana dopo la sua morte (1950) e sono confluite nella raccolta dei manoscritti roncioniani. Tale raccolta, iniziata nel 1731 dal conte Giovan Battista Casotti con la donazione della propria collezione e incrementata successivamente, è stata inventariata dall'archivista De Feo, alla fine degli anni Settanta del Novecento, sulla base di schede manoscritte redatte negli anni '20 da Sebastiano Nicastro. Ogni unità riporta una doppia numerazione: il numero arabo attribuito dal De Feo e la precedente collocazione riportata sulle schede del Nicastro. Una copia dattiloscritta di tale inventario è a disposizione degli studiosi nella sala lettura della biblioteca.

Descrizione: - Carte di Angiolo Badiani come ispettore onorario delle Belle arti: affari, corrispondenza ufficiale e ufficiosa, appunti (tot. 98 inserti, sec. XIX-XX, buste nn. 1091-1096)
- Carteggio: lettere di Angiolo Badiani (1 pacco, tot. 370 cc., sec. XX, busta n. 1099)
- Miscellanea: contratti e documenti legali, documenti relativi alla nomina a ispettore delle Belle arti e agli incarichi onorifici ricevuti, 1900-1950; corrispondenza e circolari della Soprintendenza di Firenze; attestati e diplomi; minuta dello Statuto della Deputazione pratese di storia patria scritta da Angiolo Badiani; lettera di accompagnamento e relazione esplicativa del medesimo, 1917 (buste nn. 956, 1090, 1114).

Ordinamento: La documentazione fa parte del fondo "Manoscritti roncioniani". Le unità archivistiche a cui si rimanda sono buste miscellanee comprendenti carte di soggetti produttori diversi, suddivise in inserti. Un indice dei nomi consente l'attribuzione dei singoli documenti ai vari soggetti.
Informazioni sulla numerazione: le carte Badiani, all'interno della sequenza dei manoscritti roncioniani, recano le seguenti segnature, seguite fra parentesi quadra dalle relative collocazioni: 956 [U-VIII-15], 1090 [N-VI-1], 1091 [N-VI-2], 1092 [N-VI-3], 1093[N-VI-4], 1094 [N-VII-1], 1095 [N-VII-2], 1096 [N-VII-3], 1099 [R-I-2], 1114 [S-I-11]

Strumenti di ricerca:
Francesco De Feo, Inventario dei manoscritti della Biblioteca Roncioniana

Siti web:
Manoscritti Roncioniani

La documentazione è stata prodotta da:
Badiani Angiolo

La documentazione è conservata da:
Biblioteca Roncioniana


Bibliografia:
Fantappiè Renzo, Biblioteca Roncioniana, in Archivi biblioteche musei pratesi. Sistema integrato per la storia locale, a cura di L. Draghici, Prato, Biblioteca comunale A. Lazzerini, 1994, pp. 56-57., pp. 56-86

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Gelli Simona, 2014/03/13, prima redazione
Morotti Laura, 2014/04/03, rielaborazione

Modalità di consultazione:
Durante l'orario d'apertura della Biblioteca. L'ammissione alla frequentazione della biblioteca avviene mediante richiesta motivata e su rilascio di una tessera magnetica che dà accesso alla sala di consultazione.


icona top