Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Tami Rino

fondo

Estremi cronologici: 1927 - 1994

Consistenza: Unità 448: Cartelle 111, rotoli 639, bb. 184; fascicoli di periodico e volumi 1350

Storia archivistica: Dopo la morte di Rino Tami, nel 1994, il figlio Luca prosegue l'attività dello studio e nel 1998, insieme agli altri eredi, trasferisce tutta la documentazione dell'archivio professionale paterno all'Archivio del Moderno. Nel giugno del 2005 sono versati i documenti concernenti la progettazione e la realizzazione degli edifici di proprietà della famiglia (casette di Maroggia, casa Torre a Cassarate, casa Erreti e case Skory a Sorengo). La biblioteca dell'architetto con i materiali bibliografici legati all'attività professionale e le riviste specializzate, gli estratti e i ritagli di stampa è conservata presso l'Archivio del Moderno. A integrare la documentazione conservata nel fondo Rino Tami, sono confluiti all'Archivio del Moderno anche il fondo Storni Creazzo Tami, depositato tra il 2002 e il 2006 dalla signora Maria Lidia Storni-Creazzo, che comprende un cospicuo corpus di disegni e progetti elaborati da Rino tra il 1921 e il 1956, e tre piccoli fondi pervenuti tra il 2006 e il 2012: il fondo Alfio Casanova, dove sono contenuti i calcoli strutturali dell'ingegnere Willy Krüsi per il deposito Usego di Bironico (1950-1952), il fondo Luigi Ferrari, con tavole relative all'Ospizio di Acquacalda (1947-1952), e il fondo Tami-case Pro Familia, contenente documentazione grafica e testuale relative a tre edifice a "pigione moderata" edificati nel quartiere lugano Mulino Nuovo (1949-1981).

Descrizione: I materiali archivistici conservati nel fondo Rino Tami documentano in modo completo la prolifica attività professionale dell'architetto, sin dagli anni degli esordi. Nel fondo si conserva un elevato quantitativo di elaborati grafici, relativi soprattutto alla fase esecutiva, e parte della documentazione costituita a latere del progetto (relazioni, calcoli strutturali, documenti relativi alla contabilità di cantiere, contratti con le ditte appaltatrici, corrispondenza con fornitori e clienti, opuscoli pubblicitari etc.). Pochi sono gli schizzi giunti sino a noi (poiché era consuetudine per Rino Tami eliminarli) e inesistenti i modelli. Si possono riscontrare alcune lacune nella documentazione relativa ai lavori svolti in società dai due fratelli Tami sino al 1953, anno in cui decidono di continuare a esercitare la professione in modo autonomo. Nel 1962, infatti, i documenti relativi ai progetti svolti in collaborazione nei primi anni di attività vengono suddivisi tra Rino e Carlo Tami. La documentazione consegnata a quest'ultimo è attualmente conservata dai suoi eredi. Un'ulteriore lacuna è rappresentata dai documenti di progetto consegnati ai committenti e da questi mai più restituiti. Si tratta però di un'esigua porzione dei materiali prodotti dallo studio professionale. Nel fondo si conservano inoltre molte fotografie, soprattutto di edifici a realizzazione ultimata, ma anche alcuni fascicoli contenenti la corrispondenza dello studio con i collaboratori e con le redazioni delle riviste, oltre ai documenti relativi ai concorsi cui Rino partecipò come giurato. Si conservano inoltre riviste, ritagli di stampa, estratti e pubblicazioni d'epoca.

Ordinamento: Il fondo è stato riordinato rispettando la struttura originaria dell'archivio professionale. » suddiviso in cinque serie principali: "Progetti, studi e disegni" (comprendente sia gli elaborati grafici che i documenti prodotti a margine del progetto); "Fotografie"; "Scritti e pubblicazioni", "Documentazione a stampa" e "Miscellanea" (con la corrispondenza e i ritagli di stampa, ma anche con materiali concernenti l'attività didattica di Rino Tami al Politecnico di Zurigo). Il riordino, la schedatura e l'inventariazione analitica del fondo, oltre al riversamento su supporto elettronico (nel software Easycat), sono a cura di Riccardo Bergossi.

Siti web:
Archivio del Moderno - fondi archivistici

La documentazione è stata prodotta da:
Tami Rino

La documentazione è conservata da:
Archivio del Moderno


Bibliografia:
A. TAMI, Dove trattasi dell'architettura come questione straticinese, in Lo Straticinese, Tipografia Luganese, Lugano, 1930
R. TAMI, I sepolcri imbiancati dell'architettura, in Il 900 e il 900 da noi. Numero unico Gauno d'Architettura, Tipografia G. Mazzuconi, Lugano, 1936, pp. 28-31
R. TAMI, Il Grotto, Petrolini e l'Asti spumante, in Esposizione Nazionale Svizzera-Zurigo 1939, 10 ottobre 1938, p. 12
Tessiner Architekten von heute, in Schweizerische Bauzeitung, bd. 111, n. 22, 28 maggio 1938, pp. 280-281
P. MEYER, Die Architektur der Landesaustellung. Kritische Besprechung, in Das Werk, a. XXVI, n. 11, novembre 1939, pp. 321-352
R. TAMI, Aspetti architettonici dell'E.N.S. 1939, in Esposizione Nazionale Svizzera-Zurigo 1939, 22 maggio 1939, p. 12
Die Schweiz im Spiegel der Landesausstellung 1939, vol. II, Atlantis Verlag, Zürich, 1940-1941, pp. 641-642, 710, 713
R. T.[ami], Gente senza tetto, in Radioprogramma, a. X, n. 49, 28 novembre 1942, pp. 2-3
R. TAMI, Eloge du vieux "muratore", in Vie, Art, Cité, a. V, n. 2, marzo-aprile 1943
Bauliche Sanierung von Hotels und Kurorten, a cura di A. MEILI, Verlag für Architektur AG., Erlenbach-Zürich, 1945, pp. 174-179
R. TAMI, De l'anti-géométrie. Lettre tessinoise, in Werk, a. XXXIII, n. 9, settembre 1946, pp. 314-316
R. ALOI, Architettura funeraria moderna, Ulrico Hoepli, Milano, 1948, pp. 191, 193, 204
B. MORETTI, Ville. 68 esempi di ville e case di campagna illustrati in 170 tavole con 194 piante e disegni, Ulrico Hoepli, Milano, 1948, p. 106
A. SARTORIS, Encyclopédie de l'architecture nouvelle, Ulrico Hoepli, Milano, 1948, pp. 385-390
M. BILL, Moderne Schweizer Architektur (1925-1945), Verlag Karl Werner, Basel, 1949
R. TAMI, "Tessinerstuben", jawohl, aber wie?, in Schweizerische Wirte-Zeitung, 18 giugno 1949, p. 371
R. TAMI, Architettura svizzera nel mondo, in Svizzera italiana, a. IX, n. 76, settembre 1949, pp. 7-12
G.E. KIDDER-SMITH, Switzerland Builds: Its Native and Moderne Architecture, The Architectural Press, London, 1950, pp. 212-213
B. ZEVI, Storia dell'architettura moderna, Einaudi, Torino, 1950, p. 165
H. VOLKART, Schweizer Architektur. Ein ‹berblick über das schweizerische Bauschaffen der Gegenwart, Otto Maier Verlag, Ravensburg, 1951, pp. 120-121
R. ALOI, Esempi di arredamento moderno di tutto il mondo. Sale di soggiorno, camini, Ulrico Hoepli, Milano, 1952, fig. 168
World's contemporary architecture, a cura di Y. INO - S. KOIKE, vol. 7, Shokokusha Publishing Company, Tokyo 1953, pp. 33, 46-47
R. TAMI, Dei rapporti fra Stato e architettura nel Ticino, in Rivista tecnica della Svizzera italiana, a. XLI, n. 9, settembre 1954, pp. 210-212
W. HENN, Bauten der Industrie, Band 2 Ein internationaler Querschnitt, Verlag Georg D.W. Callwey, München, 1955, pp. 256, 296
K. HOFFMANN, Neue Einfamilienhäuser, Julius Hoffmann Verlag, Stuttgart, 1955, pp. 104-105
G. VOLONTERIO, L'architettura di Rino Tami, in Svizzera italiana, a. XV, n. 112-113, giugno-agosto 1955, pp. 23-41
G. DORFLES, L'architettura moderna, Garzanti, Milano, 1956, p. 76
Tessiner Bauchronik, in Werk, a. XLIII, n. 12, dicembre 1956, pp. 239-240
R. ALOI, Esempi di architettura moderna di tutto il mondo. Camini d'oggi, vol. XV, Ulrico Hoepli, Milano, 1957, p. 224
Die neuen Architekturprofessoren der Eidig. Technischen Hochschule in Zürich, in Werk, a. XLIV, n. 3, marzo 1957, pp. 39-40
G. CRESPO, Della Verità nell'architettura. Antrittsvorlesung von Prof. Rino Tami an der ETH, in Werk, a. XLV, n. 4, aprile 1958, p. 65
J. JOEDICKE, Geschichte der modernen Architektur, Verlag Arthur Niggli, Teufen (AR), 1958
R. TAMI, L'architettura delle centrali idroelettriche, in Wasserwirtschaft - Naturschutz, Sonderhefzt der Schweizerischen Monatszeitschrift Wasser- und Energiewirtshaft, a. XXV, n. 8-9-10, 1959, pp. 259-263
R. ALOI, Ville in Italia, Ulrico Hoepli, Milano, 1960, pp. 63-67
R. ALOI, Ville nel mondo, Ulrico Hoepli, Milano, 1961, pp. 223-226
F.A. BARRAN, Ferienhäuser, Wochenend und Ferienhäuser - Jagdhütten - Wohnboote, Julius Hoffmann Verlag, Stuttgart, 1961, pp. 90-91, 110-111
A. ROTH, Der neue Lehrplan der Architekturabteilung der Eidg. Technischen Hochschule in Zürich, in Werk, a. XLVIII, n. 8, agosto 1961, pp. 258-260
R. ALOI, Camini e ambienti, Ulrico Hoepli, Milano, 1963, pp. 82-83
R. ALOI, L'arredamento moderno, Ulrico Hoepli, Milano, 1964, p. 241
G. SCHWAB, Mehrfamilienhäuser, Deutsche Verlags-Anstalt, Stuttgart, 1964, pp. 168-173
La N2 Chiasso-Lamone, edizioni Consiglio di Stato del Canton Ticino, a cura di G. LOCARNINI, edito dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino, [Bellinzona], 1968
B. ZEVI, Un architetto per il Ticino, in L'Espresso, 7 aprile 1968, p. 20
F. PELLEGRINI - G.F. TALLONE, Moderne Architektur im Kanton Tessin, in Schreiner Zeitung, n. 21, 23 maggio 1969, p. 548
R. TAMI, Problemi estetici dell'autostrada, in Rivista tecnica della Svizzera italiana, a. LX, n. 24, 31 dicembre 1969, pp. 1607-1620
R. TAMI, Die Beteiligung des Architekten bei Ingenieurbauten. Aestetische Probleme beim Bau von Autobahnen, in Deutsche Bauzeitung, a. 104, n. 9, settembre 1970, pp. 715-720
B. ZEVI, Cronache di architettura, vol. XIII (nn. 693-759), n. 707, Laterza, Roma-Bari 1979, pp. 68-71
G. BERNASCONI, I concorsi d'architettura in settanta anni di Rivista tecnica, in Rivista tecnica, a. LXXII, n. 6, giugno 1981, pp. 36-44
G. R…, Autostrada, estetica ed inserimento nel paesaggio. Omaggio all'opera dell'architetto Rino Tami, in Rivista tecnica, a. LXXIII, n. 6, giugno 1982, pp. 61-64
Rino Tami. Strada Nazionale n. 2 Chiasso-Gottardo (1957-1961), in Incontro con Alberto Sartoris, a cura di G. CALDELARI, catalogo della mostra (Stabio, Centro Internazionale d'Arte, maggio 1982), Centro Internazionale d'Arte, Stabio, 1982
T. CARLONI, Tra conservazione e innovazione. Appunti sull'architettura nel Canton Ticino dal 1930 al 1980, in 50 anni di architettura in Ticino (1930-1980), in Quaderno della Rivista tecnica della Svizzera italiana, n. 1, Lugano 1983, pp. 4-11
50 anni di architettura in Ticino, a cura di P. DISCH, Grassico, Bellinzona-Lugano, 1983
C. NEGRINI, Rino Tami, in Rivista tecnica, a. LXXIV, n. 12, dicembre 1983, pp. 26-30
Rino Tami. Cinquant'anni di architettura, a cura di T. CARLONI, Edizioni Casagrande, Bellinzona, 1984
B. ANTONINI, Rino Tami, 50 anni di architettura, in Scuola ticinese, a. XIV, n. 119, gennaio-febbraio 1985, pp. 21-22
S. PAGNAMENTA, A colloquio con Rino Tami, in La Voce di Sorengo, a. XIX, n. 34, maggio 1989, p. 9
A. HAUSER, Lugano, in INSA. Inventario Svizzero di Architettura (1850-1929). Città, edito dalla Società di Storia dell'Arte in Svizzera, vol. VI, Orell Füssli, Zürich, 1991, pp. 205-355
A. TRAVERSA, Omaggio a Rino Tami, padre della moderna architettura ticinese, in Ticino, a. LXIX, n. 7, 15 luglio 1992, p. 26
Intervista a Rino Tami, a cura di B. VEZZONI - G. BRUSCHETTI - B. BORRADORI, in Rivista tecnica, a. LXXXIII, n. 1-2, gennaio-febbraio 1992, pp. 34-36
Rino Tami. Segmente einer architektonischen Biographie, a cura di P. CARRARD - W. OECHSLIN - F. RUCHAT-RONCATI, catalogo della mostra (Zurigo, ETH Zentrum, 22 maggio-18 giugno 1992), gta Ausstellung, Zurigo 1992
T. CARLONI, Introduzione all'architettura moderna nel Cantone del Ticino negli anni '20 e '30, in AA.VV., Neues Bauen in der Schweiz. Führer zur Architektur der 20er und 30er Jahre, Schweizer Baudokumentazion, Blauen, 1993, pp. 178-184
P. FUMAGALLI, Rino Tami, in Werk, Bauen & Wohnen, a. LXXXI/XLVIII, n. 5, maggio 1994, pp. 49-51
M. PUSTERLA, L'architetto Rino Tami a Sorengo: una testimonianza, in La Voce di Sorengo, a. XXIV, n. 43, giugno 1994, pp. I-VII
F. BRENTINI, Bauen für die Kirche. Katholischer Kirchenbau des 20. Jahrhunderts in der Schweiz, edition SSL, Luzern, 1994, pp. 41-43, 182-186, 193-199
B. FURRER, Aufbruch in die fünfziger Jahre, Stämpfli, Bern, 1995, p. 20
P. DISCH, Architettura recente in Ticino. Neuere Architektur im Tessin (1980-1995), ADV Publishing House SA, Lugano, 1996
B. ANDERES, Guida d'arte della Svizzera italiana, Nuova Edizioni Trelingue-Società di storia dell'arte in Svizzera, Taverne-Bern, 1998, pp. 466, 485-489
P. FUMAGALLI, Die Architektur der fünfziger und sechziger Jahre im Tessin zwischen Deutschschweiz und Norditalien, in Architektur im 20. Jahrhundert. Schweiz, a cura di A. MESEURE - M. TSCHANZ - W. WANG, catalogo della mostra (Frankfurt am Main, Deutsches Architektur-Museum, 26 settembre-29 novembre 1998), Prestel, München, 1998, pp. 93-97
L. TEDESCHI, Fondo Rino Tami, in Archivi e architetture. Presenze nel Cantone Ticino, a cura di L. TEDESCHI, catalogo della mostra (Mendrisio 1998-1999), Mendrisio, 1998, pp. 262-271
CH. ALLENSPACH, L'architettura in Svizzera. Costruire nei secoli XIX e XX, Pro Helvetia, Zürich, 1999
Allgemeines Lexicon der bildenden Künstler des 20. Jahrhunderts, a cura di H. VOLLMER, 6 voll., vol. IV, E.A. Seemann, Leipzig, 1999, p. 415
L. TEDESCHI, Rino Tami e l'autostrada come opera d'arte, in Progetto e territorio: gli assi di transito e le trasformazioni territoriali del Cantone Ticino, a cura di A. GALFETTI, L. TEDESCHI, atti della giornata di studio (Airolo, 24 settembre 1998), Accademia di architettura, Università della Svizzera italiana, Mendrisio, 2001, pp. 49-62
N. NAVONE, Fonti, paradigmi, modelli: brevi note sull'architettura degli anni Cinquanta in Ticino, in Archivio storico ticinese, II serie, n. 136, dicembre 2004, pp. 257-280
K. FRAMPTON - R. BERGOSSI, Rino Tami. Opera completa, Mendrisio Academy Press, Mendrisio, 2008
R. BERGOSSI, Il padiglione di Bruno Giacometti alla Biennale di Venezia: una proposta di lettura, in Quaderni grigionitaliani, n. 2, 2008 (numero speciale dedicato a Bruno Giacometti architetto, a cura di P. ROTH - A. TOGNINA - J. RAGGETTLI), pp. 239-246
R. BERGOSSI, La città verticale mancata, in Archi, n. 1, 2008 (numero speciale dedicato a Un'idea di città verticale: la Casa Torre di Tami a Lugano, a cura di A. CASIRAGHI - S. TIBILETTI), pp. 8-15
R. BERGOSSI, Lo "studente architetto" Rino Tami all'opera a Bergamo. Progetti degli architetti luganesi Bordonzotti e Tami a Villa Quies negli anni trenta del Novecento, in Arte e Storia, a. 10, n. 44, settembre-ottobre 2009 (numero dedicato agli "Svizzeri a Bergamo"), pp. 362-371
R. BERGOSSI, "Altri moderni" e razionalisti nell'architettura ticinese degli anni Trenta, in Razionalismo lariano. Riletture e interazioni, a cura di A. COPPA - G. D'AMIA, Maggioli editore, Sant'Arcangelo di Romagna 2010, pp. 179-190
La tutela del Moderno nel Cantone Ticino, a cura dell'Ufficio dei Beni Culturali, Dipartimento del territorio, Repubblica del Cantone Ticino, 2012
Rino Tami, Deposito Avegno, Officine Idroelettriche della Maggia (1953-1955), in Quaderno 1 del corso di bachelor Sistemi e processi della costruzione, a cura di F. GRAF - B. BUZZI-HUPPERT, Mendrisio Academy Press, Mendrisio, 2013
R. BERGOSSI, Biblioteche del Moderno in Svizzera, in Kunst + Architektur, n. 4, 2013, pp. 12-19
Rino Tami, Biblioteca cantonale di Lugano (1939-1941), in Quaderno 2 del corso di bachelor Sistemi e processi della costruzione, a cura di F. GRAF - B. BUZZI-HUPPERT, Mendrisio Academy Press, Mendrisio, 2014

Redazione e revisione:
Bergossi Riccardo, 2014/10/08, prima redazione
Triunveri Elena, 2014/10/08, prima redazione


icona top