Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Giannini Giovanni Andrea

fondo

Altre denominazioni:
Legato Giannini

Estremi cronologici: sec. XIX - 1870

Note alla datazione: Con documenti antecedenti secolo XVII

Consistenza: Unità 10: Reg. 2, filza 1, bb. 7

Storia archivistica: Le carte pertinenti a Giovanni Andrea Giannini sono pervenute all'Archivio di Stato nel settembre 1940 mediante lascito testamentario del pronipote Giovanni che le destinava al suddetto istituto assieme al proprio archivio, alle carte familiari e ad una serie di manoscritti e documenti riguardanti la storia del paese di Tereglio e del territorio lucchese.

Descrizione: Il carteggio pertinente a Giovanni Andrea Giannini, è conservato all'interno di 2 buste organizzate in fascicoli ordinati alfabeticamente ed una filza ed è costituito da lettere familiari, lettere di colleghi medici e personaggi di rilievo della Lucca ottocentesca, quali Rodolfo Marchi, Nicola Barbantini e Sante Papera (n. 30), lettere di amici e conoscenti, tra i quali molti figurinai attivi a Londra, Sheffild, Uster e Malta, dai quali riceveva informazioni e prodotti (n. 27), una serie di lettere in lingua inglese corredate da minute a firma John Giannini e lettere di corrispondenti francesi, accompagnate da esercizi di traduzione (n. 55). Le oltre 300 lettere ricevute da botanici e studiosi, lasciate dallo stesso Giovanni Andrea all'Orto botanico di Lucca, di cui nel legato Giannini sono presenti elenchi ed estratti, sono invece contenute in due buste all'interno del fondo Cesare Bicchi, anch'esso conservato all'Archivio di Stato di Lucca. Una terza busta ( n. 41) contiene le carte personali quali certificati anagrafici, diplomi ed attestati, carte di amministrazione e testi musicali legati alla sua variegata attività di musicista dilettante. La documentazione riguardante gli studi universitari, la carriera medica ed il periodo di permanenza in Africa, è contenuta in una busta (n.40) in cui è conservata anche una carta della città di Tripoli datata 1818, mentre del manoscritto della traduzione realizzata da Giannini del "Journal d'un voyage a Temboctou e a Jennè dans l'Afrique centrale" di Renè Caillie si conserva uno solo dei due volumi ricordati nelle carte d'archivio (n. 39).
Nel Legato Giannini è inoltre presente molta documentazione riguardante la storia, i personaggi e le tradizioni del territorio di Tereglio raccolta e trascritta da diversi esponenti di casa Giannini. Sono probabilmente da attribuirsi alle ricerche ed all'attività di Giovanni Andrea la redazione di un registro di memorie storiche ( n. 35) e le raccolte di documenti e testi in originale e copia conservate in tre buste (nn. 36, 37 e 38) in cui è presente anche una serie di passaporti antichi e documentazione dei secoli XVII e XVIII proveniente dall'archivio di comunità e da quello parrocchiale, spesso corredate da annotazioni personali.

Ordinamento: La documentazione appartenuta a Giovanni Andrea Giannini è conservata all'interno del legato Giannini costituito da 78 unità comprendenti anche il carteggio, gli scritti e parte della biblioteca di Giovanni Giannini (II metà XIX - 1939), le carte di famiglia (XVI - XX) ed una serie di documenti pertinenti all'archivio parrocchiale e a quello della comunità di Tereglio (sec. XVI - XIX). Parte della documentazione conservate all'interno delle buste è stata raccolta dallo stesso Giovanni Andrea e dal nipote Adriano ed ordinata successivamente dal testatore. La documentazione è corredata da un inventario sommario che riprende parzialmente i titoli originali apposti su buste e registri redatto in seguito al trasferimento delle carte presso l'Archivio di Stato e le singole unità presentano un numero di corda che evidenzia solo parzialmente le diverse provenienze e sezioni documentali. Il carteggio di Giovanni Andrea Giannini, da lui destinato per volontà testamentaria all'Orto botanico di Lucca, è invece inserito all'interno del fondo Cesare Bicchi , filze nn.13 e 14, conservato presso l'Archivio di stato di Lucca e inventariato nel 1979.

Strumenti di ricerca:
Giannini Giovanni Andrea. Inventario sommario

La documentazione è stata prodotta da:
Giannini Giovanni Andrea Ansano

La documentazione è conservata da:
Archivio di Stato di Lucca


Bibliografia:
P.E. Tomei e S.Riva, "L'erbario di Giovanni Giannini conservato presso il dipartimento di scienze botaniche dell'Università di Pisa", Accademia lucchese di scienze, lettere ed arti, Lucca, 1998 S.Marco Litotipo - Editore
P.E.Tomei, "Giovanni Giannini, benemerito della scienza, ma non botanico" in ĞRivista di archeologia, storiağ , costume, anno XXX ( 2002) n. 3-4, pp. 55-62

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Macchi Laura, 2015/04/30, prima redazione
Morotti Laura, 2015/05/16, revisione

Modalità di consultazione:
Il fondo è accessibile. La documentazione è di libera consultazione secondo l'orario di apertura dell'Archivo di Stato


icona top