Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Andersen Hendrik Christian

fondo

Estremi cronologici: 1851 - 1960

Note alla datazione: Date prevalenti: 1890-1940

Consistenza: bb. 70, fascc. 196, album 20

Storia archivistica: Il fondo è conservato nello studio-abitazione dell'artista, lasciata in eredità, dallo stesso Andersen, allo Stato italiano nel 1940 e oggi sede del Museo a lui dedicato. La donazione è stata formalizzata solo nel 1978, anno della scomparsa di Lucia Andersen, sorella adottiva dell'artista e usufruttuaria del lascito. Tra il 1954 e il 1955 Lucia Andersen, attraverso un'asta di Sotheby's Londra, ha venduto gli originali delle lettere inviate all'artista da Henry James, tra il 1899 e il 1915, di cui rimane comunque testimonianza in archivio grazie alle trascrizioni dattiloscritte fatte dallo stesso Andersen.

Descrizione: Il fondo è costituito da lettere, autografi, diari, locandine, materiale a stampa, materiale fotografico, materiale librario. Il fondo verte principalmente sulla preparazione e diffusione dell'utopico progetto dello scultore del "World Centre of Communication", attraverso una fitta corrispondenza con rappresentanti di governo, istituzioni e personalità varie della cultura internazionale. inoltre conservata la trascrizione dattiloscritta dallo stesso Andersen delle lettere ricevute tra il 1899 e il 1915 dall'amico Henry James (gli originali, già in casa Andersen, furono venduti nel 1954-55 dalla sorella Lucia Andersen attraverso Sotheby's Londra). L'archivio Andersen contiene anche i diari di Olivia Cushing (dal 1882 al 1917), vedova del fratello dell'artista Andreas e convivente di Hendrik a Roma dal 1903.

Ordinamento: Il fondo è parzialmente ordinato. Il materiale documentario è ordinato in parte cronologicamente e in parte alfabeticamente per corrispondente, mantenendo una precedente sommaria classificazione data dallo stesso Andersen e successivamente dalla sorella Lucia.

La documentazione è stata prodotta da:
Andersen Hendrik Christian

La documentazione è conservata da:
Museo Hendrik Christian Andersen


Bibliografia:
La Quadriennale di Roma, "Guida agli archivi d'arte del '900 a Roma e nel Lazio", Fratelli Palombi Editori, Roma 2009, 28-29
Collezione e archivio Hendrik Christian Andersen (1872 - 1940), a cura di E. DI MAJO, in "Officina della critica: libri, cataloghi e carte d'archivio", a cura di E. DI MAJO, G. RESCIGNO, Electa, Milano 1991, 35-70

Redazione e revisione:
Di Lucia Valeria, 2015/08/02, prima redazione
Reale Elisabetta, 2017/04/29, revisione

Modalità di consultazione:
Il fondo è consultabile su appuntamento.


icona top