Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Webb Philip Barker

fondo

Estremi cronologici: 1813 - 1851

Consistenza: Unità 7: scatole 7

Storia archivistica: Il fondo Webb costituisce il nucleo originario del patrimonio documentario della Biblioteca di Botanica. Si tratta della donazione del naturalista inglese Philip Barker Webb che, a metà Ottocento, lasciò per testamento al granduca oltre al suo ricchissimo erbario e alla altrettanto importante biblioteca (oltre 5.000 volumi e altrettanti opuscoli e estratti), anche un carteggio contenente oltre duemila lettere che testimoniano la sua rete di rapporti internazionali con i più importanti botanici e naturalisti europei della prima metà dell'Ottocento. Che il carteggio di Webb abbia costituito il primo nucleo attorno al quale si è poi addensato il patrimonio archivistico della biblioteca è testimoniato indirettamente anche dal fatto che esso, originariamente raccolto nei raccoglitori di cartone recanti sulla costola la scritta Autographes in caratteri gotici che tuttora lo custodiscono (e che forse costituiscono la struttura conferitagli dal suo primo ordinatore), fu via via integrato con una certa quantità di lettere, sparse o in piccoli nuclei, indirizzate a destinatari diversi da Webb in date anche successive alla sua morte e pervenute all'Istituto botanico alla spicciolata e per vie traverse. Probabilmente, data l'esiguità e la sporadicità di queste acquisizioni, non si ritenne opportuno conservarle in modo separato e autonomo, preferendo invece integrare il ricco fondo epistolare già costituito che andò a svolgere la funzione, per così dire, di un grande contenitore.

Descrizione: Lettere inviate a P. B. Webb da vari corrispondenti: si segnalano, per consistenza (fra i circa 400 corrispondenti), i nuclei relativi a: Jean Baptiste Bory de St. Vincent (56 unità), Jacques Etienne Gay (110 unità), Alfred Moquin-Tandon (45 unità), Carl Heinrich Schultz (51 unità),William Jackson Hooker (107 unità).

Ordinamento: Fascicoli ordinati alfeticamente per mittente con all'interno unità poste in successione cronologica.

La documentazione è stata prodotta da:
Webb Philip Barker

La documentazione è conservata da:
Università degli studi di Firenze. Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali. Biblioteca di biologia vegetale


Bibliografia:
"I fondi archivistici della Biblioteca di Botanica dell'Università degli Studi di Firenze", a cura di RENZO NELLI, Edizioni Polistampa, 2006, 5-6

Redazione e revisione:
Biagioli Beatrice
Capannelli Emilio, 2007/04/12, revisione


icona top