Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Creators

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Guided search » Custodians » Custodian

Accademia toscana di scienze e lettere la Colombaria

via Sant'Egidio, 23
50122 Firenze (Firenze)

Telephone: 055291923
Fax: 055291923
E-mail: segreteria@colombaria.it ; info@colombaria.it

Web sites:
Accademia Toscana di scienze e lettere La Colombaria

Type: ente di cultura, ricreativo, sportivo, turistico

Nell'estate del 1732 alcuni amici, nobili e letterati si riunirono nella bottega di un libraio fiorentino per conversare e scambiarsi esperienze; passati al vicino palazzo dei Pazzi, nella colombaia-altana della torre, Giovan Girolamo de' Pazzi, Bindo Simone Peruzzi, Anton Francesco Gori, Domenico Maria Manni, Andrea da Verrazzano, Giovan Vincenzio Fantoni e altri dieci cultori dell'erudizione il 15 maggio 1735 fondarono la Società Colombaria, in omaggio al luogo ove i colombi facevano il nido. Nel giro di pochi anni il sodalizio acquistò notevole rinomanza nel mondo degli eruditi. Com'era d'uso, i soci adottarono lo stile suggerito dal nome dell'ente, imponendosi linguaggio e nomi accademici desunti dal mondo dei colombi. Così si chiamarono il Torraiolo, lo Spennato, il Rimpennato, il Domestico, lo Snidiato e così via. Significativa la denominazione di Società che rinviò alla volontà precisa di mettere in comune il patrimonio delle conoscenze individuali attraverso la presentazione di oggetti o di notizie in possesso di ricercatori e di studiosi, caratterizzati dal proprio sapere. Le idee messe in pratica dall'opera degli 'antiquari' fondatori trovarono prosecuzione nell'Ottocento, specie sotto la presidenza di Gino Capponi, fatto socio nell'agosto 1810 col nome di Il Riservato, e presidente della Società dall'anno seguente fino alla morte, cioè per sessantacinque anni, a lungo avendo al suo fianco come segretario Cesare Guasti. In quel periodo la Colombaria venne collocandosi in una propria dimensione specifica di ricerca, la 'storia toscana', e formò con altre Accademie fiorentine, come la Crusca e i Georgofili, una formidabile base per le indagini e la documentazione attinenti ai beni culturali, in seno al generale progresso scientifico.

Archives:
Pastore Annibale (fondo)
Procissi Angiolo (fondo)
Ravà Marcella e Buonaiuti Ernesto (fondo)


Editing and review:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, 2011/12, revisione
Morotti Laura, 2017/05, integrazione successiva


icona top