Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti conservatori » Soggetto conservatore

Società di studi fiumani. Archivio-Museo storico di Fiume

via A. Cippico, 10
00143 Roma (Roma)

Telefono: 065923485
Fax: 065915775
E-mail: info@fiume-rijeka.it

Siti web:
Società di studi fiumani. Archivio - Museo storico di Fiume

Tipologia: ente di cultura, ricreativo, sportivo, turistico

La Società di Studi Fiumani nasceva a Fiume nel 1923, dalla disciolta Deputazione Fiumana di Storia Patria istituita nel 1909. soprattutto per impulso del giovane intellettuale fiumano Egisto Rossi, al fine di realizzare una storia di Fiume. Al principio del secondo conflitto mondiale la Società era stata costretta a sciogliersi e fu assorbita dalla Deputazione di storia patria delle Venezie.
Il 27 novembre 1960 la Società veniva ricostituita in esilio, con sede a Roma; il primo presidente eletto fu il professor Attilio Depoli. L'idea di istituire l'Archivio-Museo era il frutto del desiderio di raccogliere e salvare dall'incuria e dalla dispersione una grande quantità di materiale librario, documentale, artistico e fotografico, insieme a cimeli d'ogni genere.
La Società di Studi Fiumani pubblica semestralmente la rivista «Fiume», che fu fondata nella città di origine nel 1923 e ricostituita nel 1952 a Roma dopo il drammatico esodo della popolazione originaria avvenuto dopo il 1945. Il sottotitolo originario "rivista di studi fiumani" è mutato in "rivista di studi adriatici" dal 2000. Inoltre cura l'acquisizione di cimeli, documenti, libri, opere d'arte, manoscritti e stampe relativi ai territori adriatici ceduti dall'Italia dopo la seconda guerra mondiale alla Jugoslavia, ai fini della conservazione, valorizzazione e promozione dell'identità culturale italiana che ivi si è espressa nei secoli.
La Società organizza conferenze e visite guidate gratuite per istituti scolastici di ogni ordine e grado. Dal 1991 ha promosso un dialogo culturale con la città d'origine che porta il nome croato di Rijeka. Conserva l'Archivio Museo storico di Fiume e ne cura la gestione in collaborazione con l'Associazione per la Cultura Fiumana, Istriana e Dalmata nel Lazio. L'Archivio Museo storico di Fiume è stato riconosciuto "sito di eccezionale interesse storico artistico" con decreto del Ministero della Pubblica Istruzione n.103089 del 12/07/1972. Č stato dichiarato di "notevole interesse storico" dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio con decreto del 20/02/1987. Infine l'Archivio Museo storico di Fiume è riconosciuto e tutelato nell'ambito della Legge 30/03/2004 n. 92 (art. 2), che ha istituito il "Giorno del ricordo" in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e stabilito la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati.
L'Archivio Museo Storico di Fiume è costituito da materiale acquisito per donazione, e si compone, oltre ad un settore museale e pinacoteca, di:

EMEROTECA, che raccoglie annate di riviste e quotidiani pubblicati a Fiume fino al 1947 (Delta, Termini, Il Popolo, La Bilancia, L'Eco di Fiume, La Vedetta d'Italia, ecc.) e le pubblicazioni periodiche delle associazioni giuliano-dalmate dell'esodo (La Voce di Fiume, L'Arena di Pola, La Difesa Adriatica, La Rivista Dalmatica). Inoltre, si conservano 20 faldoni di numeri sparsi originali di periodici nazionali e internazionali dalla fine dell'Ottocento ai giorni nostri..

BIBLIOTECA, che possiede circa 6.000 volumi, tra cui opuscoli, monografie antiche (cinquecentine e seicentine) e moderne e manoscritti riguardanti la storia di Fiume, dell'Istria e della Dalmazia dalle origini ai giorni nostri, anche in lingua tedesca, ungherese e croata; una raccolta delle opere di Gabriele d'Annunzio; particolare attenzione viene data alla raccolta di opere sull'esodo. Parte del patrimonio librario è inserito nell'Opac SBN.

ARCHIVIO STORICO, che, ad oggi, comprende archivi di persona (Riccardo Zanella, Gian Proda, Antonio Grossich) e in varie r,accolte (Personalità Fiumane; Esodo giuliano-dalmata; CAI. Sezione di Fiume; Sport giuliano-dalmata; Whitehead; Teatro civico di Fiume; Carte geografiche e passaporti; Raccolta Società di Studi Fiumani; Miscellanea Attilio Depoli; Fonti Orali; Giorno del Ricordo; Casa della Bambina giuliana e dalmata; Raccolta filatelica).

Per l'accesso all'archivio e relativi orari far riferimento al sito web dell'istituto.


Complessi archivistici:
Club alpino italiano - CAI. Sezione di Fiume (fondo)
Esodo giuliano-dalmata (collezione / raccolta)
Grossich Antonio (fondo)
Personalità fiumane (collezione / raccolta)
Proda Gian (fondo)
Silurificio Whitehead (fondo)
Società di studi fiumani (collezione / raccolta)
Zanella Riccardo (fondo)


Bibliografia:
Dall'esilio al ritorno. Cinquant'anni di attività della Società di Studi Fiumani (1960-2010), a cura della SOCIETA' DI STUDI FIUMANI, Roma, 2010

Redazione e revisione:
Petese Lucia R., 2018/02/12, prima redazione
Reale Elisabetta, 2018/04/10, revisione


icona top