Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Biblioteca

Biblioteca Universitaria di Bologna

Via Zamboni, 33/35
40126 Bologna (Bologna)

Telefono: 0512088300
Fax: 0512088385
E-mail: bub.info@unibo.it

Siti web:
Biblioteca Universitaria di Bologna

Tipologia: ente di istruzione e ricerca

Aperta al pubblico nel 1756, la Biblioteca Universitaria di Bologna nasce come istituto di conservazione delle preziose raccolte librarie e documentarie di cui il conte Luigi Ferdinando Marsili dotò l'Istituto delle Scienze, da lui fondato nel 1712. Situata nell'antico e nobile Palazzo Poggi, la Biblioteca incrementò il suo patrimonio nel 1742 accogliendo l'ingente raccolta del naturalista bolognese Ulisse Aldrovandi; la donazione rese necessario l'ampliamento della sede nei locali attigui al palazzo, promosso dal papa bolognese Benedetto XIV, che si adoperò inoltre per l'accrescimento delle raccolte stimolando l'acquisto da parte del Senato cittadino della libreria Bonfiglioli, promuovendo la donazione della biblioteca del cardinale Monti e donando la propria, ricca di 25.000 volumi a stampa e di preziosissimi manoscritti.
Con la soppressione dell'istituto delle Scienze nel 1797, la Biblioteca divenne prima Nazionale (1803), poi Regia (1805), arricchendosi delle cospicue collezioni librarie appartenute alle corporazioni religiose soppresse ed intraprendendo un proficuo rapporto di collaborazione con l'Università di Bologna, trasferita nel 1803 dalla sede dell'Archiginnasio. A seguito del primo decreto bibliotecario dell'Italia unita (1869), la Biblioteca entrò a far parte delle biblioteche governative nazionali, e nel 1885 fu inserita tra le «Universitarie».
Oggi il patrimonio della Biblioteca Universitaria di Bologna conta oltre 1.330.000 opere tra volumi, monografie, opuscoli, materiale manoscritto e multimediale, fra cui si segnalano anche i fondi archivistici del giurista Pietro Ellero, di Benedetto XIV e Quirico Filopanti, nonché autografi di Malpighi, Carducci e Pascoli.

La sala di lettura e di consultazione è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.45, al sabato dalle 9.00 alle 13.00; invece la sala Collezioni speciali osserva i seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13,30 (nella giornata di sabato esclusivamente con prenotazione dei pezzi entro le 12.30 del giorno precedente).
Per informazioni relative alle modalità di accesso e ai servizi consultare il sito web della biblioteca.

Complessi archivistici:
Campo Cristina (collezione / raccolta)
Del Vecchio Veneziani Augusta. Lettere concernenti il volume "La vita e l'opera di A. C. De Meis" (fondo)
Pais Rodrigo (fondo)


Redazione e revisione:
Caniatti Giovanna, 2018/05/04, revisione
Casale Mara, 2012/05/13, rielaborazione
Crociati Silvia, 2005/08/01, prima redazione
MenghiSartorio Barbara, 2012/05/15, revisione
MenghiSartorio Barbara, 2015/06/09, supervisione della scheda


icona top