Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti conservatori » Soggetto conservatore

Fondazione Spadolini - Nuova antologia

Via Pian dei Giullari, 139
50125 Firenze (Firenze)

Telefono: 055/687521
Fax: 055/2298425
E-mail: nuovaantologia@cosimoceccuti.191.it

Siti web:
Fondazione Spadolini-Nuova Antologia
Sistema documentario integrato dell'area fiorentina - SDIAF

Tipologia: ente di cultura, ricreativo, sportivo, turistico

La Fondazione Spadolini Nuova Antologia fu costituita da Giovanni Spadolini il 23 luglio 1980, con Decreto del presidente della Repubblica, al fine di assicurarle la proprietà della «Nuova Antologia», nata a Firenze nel 1866, erede della «Antologia» diretta da Gian Pietro Vieusseux.
Spadolini collaborò sin dall'inizio della sua carriera di storico e giornalista alle pagine della «Nuova Antologia» e intorno agli anni '50 ne assunse la direzione, incarico che mantenne per quarant'anni. Alla sua morte Spadolini lasciò la Fondazione erede di tutto il suo patrimonio culturale e immobiliare.
Dal momento della scomparsa del fondatore, nel 1994, retta da un Consiglio di amministrazione, la Fondazione ha proseguito il suo impegno culturale con particolare attenzione alla formazione dei giovani. Inoltre, ha portato avanti sia la pubblicazione della rivista che delle altre pubblicazioni correlate; ha inaugurato un lavoro di catalogazione del suo notevole patrimonio librario; ha dato vita al riordino di documenti ed oggetti di particolare rilevanza storica e ha perfezionato la conservazione della sua preziosa pinacoteca.
I libri, dislocati in tre edifici diversi, riguardano vari argomenti, con particolare attenzione allo studio della storia (dall'Illuminismo ai giorni nostri). Le tre sedi sono collegate in rete grazie alla creazione di un catalogo informatizzato che comprende già la gran parte dei volumi.
La Fondazione, oltre a garantire la continuità della pubblicazione della «Nuova Antologia - rivista di lettere scienze ed arti», comprende anche altre iniziative correlate, dall'assegnazione di borse di studio, all'organizzazione di seminari, convegni nazionali ed internazionali. Le sale della biblioteca vengono utilizzate per incontri, presentazioni di libri e mostre di vario tipo.
La Fondazione in collaborazione con l'Ente Cassa di risparmio di Firenze cura il funzionamento del Centro studi della civiltà toscana tra '800 e '900 e le relative pubblicazioni in specifiche collane.
Grande attenzione è riservata alla documentazione archivistica. Accanto alle carte di Giovanni Spadolini, la Fondazione ha accolto negli anni anche gli archivi (interi o parziali) di Fernando Zanetti, Giuseppe Montanelli, Luigi Spadolini, Emilio Costa, Pasquale Villari, Romolo Murri, Paoletti, Guido de Ruggiero, Alfredo Oriani, Ugo Ojetti, Nellie Galiani, Georges Sorel, Fmiglia Niccolini, Luigi Federzoni incluse lettere autografe di Giuseppe Garibaldi, Giuseppe Mazzini, Tito Speri, Bettino Ricasoli, Thaon de Revel, Nello Rosselli, Eugenio Montale. Per tutti i fondi sono in atto lavori di inventariazione analitica.
La Fondazione dispone anche di una collezione iconografica (stampe, incisioni e disegni) e di una raccolta fotografica suddivisa in tre settori, Spadolini, Fondazione e rivista, storia contemporanea.


Complessi archivistici:
Casa editrice Le Monnier (fondo)
Fondazione Spadolini-Nuova Antologia (complesso di fondi / superfondo)


Bibliografia:
"Guida agli archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze 1996, 589-591

Redazione e revisione:
Affolter Barbara Maria, 2005/11/10, prima redazione
Frisina Laura, 2011/06/16, integrazione successiva


icona top