Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Bardineto

Intestazioni:
Comune di Bardineto, Bardineto (Savona), sec. XIII -, SIUSA

Antico "castrum" bizantino, in seguito occupato da genti longobarde (da cui Bardineto avrebbe preso il nome), fu a lungo possesso del monastero benedettino di S. Pietro di Varatella. Passò più tardi ai Del Carretto del "terziere di Finale" ed in particolare al ramo di Calizzano. Nel XV secolo i suoi signori stipularono trattati di aderenza con i duchi di Milano ottenendo in seguito lo status di feudi imperiali che avrebbero conservato fino all'età moderna. Una parte dei diritti sovrani del feudo fu acquistata dalla Repubblica di Genova, ma nel 1735 il trattato di Vienna ne trasferì la sovranità al Regno di Sardegna di cui seguì le sorti. Sotto l'occupazione francese fece parte del circondario di Ceva, nel dipartimento di Stura, quindi, dopo l'unione della Liguria all'impero francese, fu compreso nel circondario di Ceva, cantone di Calizzano, dipartimento di Montenotte. Con il ritorno al Regno di Sardegna è trasferito con il mandamento di Calizzano sotto la provincia di Albenga.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Bardineto (fondo)
Stato civile del Comune di Bardineto (fondo)


Bibliografia:
""Historia calamitum". Bardineto nei secoli XVII-XIX fra "lupi" e Francesi"", Rocchetta Cairo, G.R.I.F.L., 1987
"Bibliografia storica degli stati della monarchia di Savoia", a cura di Manno Antonio, 3, Torino, Fratelli Bocca, 1891
GOFFREDO CASALIS, "Dizionario geografico storico - statistico - commerciale degli stati di S. M. il Re di Sardegna", 2, Torino, 1833

Redazione e revisione:
Bovani Iolanda, 2005/04/05, rielaborazione


icona top