Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Comune di Grottazzolina

Sede: Grottazzolina (Fermo)
Date di esistenza: sec. XIV -

Intestazioni:
Comune di Grottazzolina, Grottazzolina (Fermo), sec. XIII -, SIUSA

Nel 1210 Grottazzolina era uno dei castelli del territorio concesso dall'imperatore Ottone IV ad Azzo d'Este, da cui mutuò anche il nome.
Nella "Descriptio Marchiae Anconitanae" del 1356, "Grocte Accoline" è citato come uno dei castelli occupati da Fermo ma appartenenti alla Chiesa e non aveva facoltà di eleggere né podestà né proprie ufficiali.
Nel 1407, il castello venne quasi interamente distrutto dalle truppe di ventura inviate da Gregorio XII. Ricostruito quasi completamente nel 1413 grazie all’opera di Lodovico Migliorati, signore di Fermo, venne assediato da Carlo Malatesta e successivamente da Francesco Sforza.
Cacciato lo Sforza, Grottazzolina con tutto il territorio fermano tornò sotto il dominio pontificio dal 1431 al 1500. Agli albori del Cinquecento Grottazzolina fu dominio della famiglia Offreducci, che si era impadronita di Fermo.
Nel 1537 Fermo venne dichiarata ribelle dalla Chiesa e privata della giurisdizione sui 49 castelli del suo territorio. Allo “stato” fermano denominato “stato ecclesiastico della Regione Picena”, appartenne per 10 anni anche Grottazzolina, alle dipendenze di un governatore che aveva la sua residenza a Montottone
Il 15 settembre 1547, papa Paolo III, reintegrò Fermo nel possesso del suo Stato formato da 48 castelli. In questo ripristinato assetto Grottazzolina divenne castello di terzo grado con una struttura rinnovata rispetto a quella prevista negli antichi statuti.
Durante il periodo del Governo napoleonico Grottazzolina fu compreso nel Distretto e Cantone di Fermo del Dipartimento del Tronto.
Con la Restaurazione dello Stato Pontificio, nel riparto territoriale del 1817, il comune venne compreso nel Distretto e Delegazione di Fermo.
Con l'Unità d'Italia entrò a far parte della provincia di Ascoli Piceno e attualmente è comune della provincia di Fermo, istituita con L. n. 147 dell'11 giugno 2004.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comunità (Stato della Chiesa), sec. XIV - sec. XVIII
Comunità (Stato della Chiesa), 1815 - 1870
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Grottazzolina (fondo)
Stato civile del Comune di Grottazzolina (fondo)


Bibliografia:
G. STRAFFORELLO, La Patria. Geografia dell'Italia. Provincie di Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro e Urbino, Torino, Unione tipografico-editrice, 1898.
L'istruzione nella Provincia di Ascoli Piceno dai tempi più antichi ai giorni nostri: notizie, tavole statistiche e documenti raccolti ed ordinati per ciascun comune con la cooperazione di valenti scrittori dal prof. Giuseppe Castelli, Ascoli Piceno, Luigi Cardi edit., 1899., 718
E. LODOLINI, Gli archivi storici dei comuni delle Marche, in Quaderni della rassegna degli Archivi di Stato, 6, Roma, Istituto grafico tiberino, 1960

Redazione e revisione:
Ferri Sonia, 2010, revisione
Paci Allegra, 2010/03/05, rielaborazione
Palma Maria, 2010, supervisione della scheda


icona top