Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Comune di Tavullia

Sede: Tavullia (Pesaro e Urbino)
Date di esistenza: sec. XIII -

Intestazioni:
Comune di Tavullia, Tavullia (Pesaro e Urbino), sec. XIII circa -, SIUSA

Altre denominazioni:
Tomba di Pesaro, 1827 - 1940

L'antica denominazione è Castrum Tumbe Montis Pilosi, detto semplicemente Tumba, soggetto in antico alla chiesa ravennate, concesso, verso la metà del sec. XIII, da Martino IV ad Alberto Petrucci di Siena. Nel 1444 Tomba fu occupata da Francesco Sforza per conto del comune di Pesaro. Durante tutto il periodo di antico regime fu castello di Pesaro. Con l'avvento del Regno napoleonico, Tomba divenne comune del cantone di Pesaro, distretto omonimo, Dipartimento del Metauro. All'atto della Restaurazione fu comune soggetto al governatorato di Pesaro, distretto omonimo, nella delegazione d'Urbino e Pesaro. Nella distrettuazione del 1827 comparve per la prima volta con la denominazione Tomba di Pesaro. Il riparto territoriale successivo al 1831 confermò la sua appartenenza alla Delegazione di Pesaro Urbino, distretto di Pesaro. Con l'Unità d'Italia entrò a far parte della provincia di Pesaro e Urbino, mandamento V di Pesaro. Per delibera podestarile del 13 dicembre 1938, sanzionata nel 1940, Tomba di Pesaro cambiò il proprio nome in Tavullia, derivando il suo nome dal fiume Tavollo.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comunità (Stato della Chiesa), sec. XIV - sec. XVIII
Comunità (Stato della Chiesa), 1815 - 1870
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Tavullia (fondo)
Stato civile del Comune di Tavullia (fondo)


Fonti:
"Decreto luogotenenziale di Eugenio principe di Savoia Carignano", Torino, 1860
Collezione di pubbliche disposizioni emanate in seguito del Motu proprio di N. S. Papa Pio Settimo in data de' 6 luglio 1816 sulla organizzazione dell'amministrazione pubblica, Roma, 1816
Fonte a stampa in "Tavullia fra Montefeltro e Malatesti. Storia e cultura", a cura di D. BISCHI, Tavullia, 1986, sec. XIII
Riparto dei governi e delle comunità dello Stato pontificio con i loro rispettivi appodiati, Roma, 1817

Bibliografia:
"Tavullia fra Montefeltro e Malatesti. Storia e cultura", a cura di D. BISCHI, Tavullia, 1986
R. DOMENICHINI, Il Dipartimento del Metauro nell'età napoleonica (1808-1815). Divisioni territoriali-amministrative e stato della popolazione, in Atti e memorie della Deputazione di storia patria per le Marche, 92 (1987), Ancona, 1989
E. LODOLINI, Gli archivi storici dei comuni delle Marche, in Quaderni della rassegna degli Archivi di Stato, 6, Roma, Istituto grafico tiberino, 1960

Redazione e revisione:
Papi Tatiana, 2007/06/15, rielaborazione


icona top