Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Cassiglio

Sede: Cassiglio (Bergamo)
Date di esistenza: sec. XVII -

Intestazioni:
Comune di Cassiglio, Cassiglio (Bergamo), sec. XVII -, SIUSA

Menzionato dal Da Lezze come contrada della "Squadra di Sopra", parte a sua volta del comune di valle Averara, divenne comune autonomo nel novembre del 1647 quando il comune di valle Averara si divise. A fine Settecento contava 300 abitanti.
Inserito nel cantone di Piazza nell'aprile 1797, fu collocato nel distretto XVIII delle Sorgenti del Brembo nel marzo 1798, e passò nel distretto VII delle Sorgenti del Brembo nel settembre successivo. Nel maggio 1801 fu posto nel distretto I di Bergamo per essere poi posto nel distretto XV delle Sorgenti del Brembo nel giugno 1804 e in seguito nel cantone VIII di Piazza del distretto I di Bergamo. Nel 1805 contava 257 abitanti. Nel 1809 ne contava 320. Inserito nel cantone VIII di Piazza del distretto I di Bergamo, aggregò nel gennaio 1810 Cusio e Ornica. Nell'aprile 1812 Cusio venne aggregato ad Averara.
Con l'attivazione dei comuni della provincia di Bergamo, in base al compartimento territoriale del regno lombardo-veneto, venne collocato, con 323 abitanti, nel distretto VIII di Piazza; fu confermato nel medesimo distretto in forza del successivo compartimento territoriale delle province lombarde. Nel 1853 fu inserito nel distretto V; a quella data era comune, con convocato generale, di 377 abitanti.
In seguito all'unione temporanea delle province lombarde al regno di Sardegna, in base al compartimento territoriale stabilito con la legge 23 ottobre 1859, il comune di Cassiglio con 417 abitanti, retto da un consiglio di quindici membri e da una giunta di due membri, fu incluso nel mandamento X di Piazza, circondario I di Bergamo, provincia di Bergamo. Alla costituzione nel 1861 del Regno d'Italia, il comune aveva una popolazione residente di 429 abitanti (Censimento 1861). In base alla legge sull'ordinamento comunale del 1865 il comune veniva amministrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio. Nel 1867 il comune risultava incluso nel mandamento di Piazza Brembana, circondario di Bergamo e provincia di Bergamo. Popolazione residente nel comune: abitanti 389 (Censimento 1871); abitanti 361 (Censimento 1881); abitanti 365 (Censimento 1901); abitanti 368 (Censimento 1911); abitanti 325 (Censimento 1921). Nel 1924 il comune risultava incluso nel circondario di Bergamo della provincia di Bergamo. In seguito alla riforma dell'ordinamento comunale disposta nel 1926 il comune veniva amministrato da un podestà. Popolazione residente nel comune: abitanti 253 (Censimento 1931); abitanti 185 (Censimento 1936). In seguito alla riforma dell'ordinamento comunale disposta nel 1946 il comune di Cassiglio veniva amministrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio. Popolazione residente nel comune: abitanti 228 (Censimento 1951); abitanti 191 (Censimento 1961); abitanti 156 (Censimento 1971). Nel 1971 il comune di Cassiglio aveva una superficie di ettari 1.403.


Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

icona top