Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Ospedale psichiatrico provinciale di Rovigo

Sede: Rovigo
Date di esistenza: 1930 mar. 20 - 1995

Intestazioni:
Ospedale psichiatrico provinciale di Rovigo, Rovigo, 1930 - 1995, SIUSA

Altre denominazioni:
Manicomio provinciale di Rovigo

Nel 1906 viene deliberata dall'Amministrazione provinciale di Rovigo la costruzione di un Manicomio provinciale, da erigersi in località Granzette, ma i lavori vengono sospesi nel 1910 per l'eccessiva lievitazione dei costi; riproposta l'attivazione di un Ospedale psichiatrico provinciale nel 1925, finalmente il progetto viene completato con numerose varianti, seppur sulla falsariga di quello originario del 1906: il 28 ottobre 1929 l'edificio viene inaugurato. L'Ospedale apre i battenti il 20 marzo 1930 con l'arrivo del primo convoglio di maschi da S. Servolo e due giorni più tardi di femmine da Noventa Vicentina. Il Regolamento, di 59 articoli, era già stato approvato nel maggio 1928 dalla Deputazione provinciale e l'anno successivo fu approvato il Regolamento organico per il personale.
L'Ospedale, dotato di una colonia agricola e di una stazione avicunicola, in occasione del secondo conflitto mondiale ospita parte dei ricoverati dell'Ospedale psichiatrico di Padova, danneggiato dalle incursioni aeree alleate. In seguito all'alluvione del 1951 i ricoverati vengono sfollati in altri ospedali psichiatrici del Veneto, pubblici e privati. Nel 1953 il complesso viene ampliato con la creazione di nuovi padiglioni (tra cui uno per malati di mente tubercolotici) ed il potenziamento delle attrezzature. Nel 1960 inizia il declino della struttura, viene chiusa la colonia agricola e i reparti ospitano sempre più lungodegenti. La riforma del 1978 porta progressivamente alla chiusura del complesso, con la cessazione dei nuovi ricoveri a partire dal 1980, con 531 ricoverati ancora presenti nella struttura inglobati nel cosiddetto "residuo psichiatrico ospedaliero". Viene aperto ufficialmente nel marzo 1979 il "Centro ospiti" provinciale, in cui sono ospitati i dimessi non più bisognosi di trattamento sanitario obbligatorio; a tale struttura verranno affiancate in seguito quelle extra - ospedaliere di Badia Polesine e Castelmassa. Nel 1984 sono ancora presenti nell'ex ospedale psichiatrico 31 soggetti presso il "Centro ospiti", 164 pazienti psichiatrici e 152 lungodegenti. A metà 1995, anno della chiusura definitiva, sono ancora presenti 218 soggetti che vengono avviati tra tale anno e la fine del 1997 a strutture diverse a seconda dei casi (Case di riposo, Comunità alloggio, Case albergo, Comunità terapeutiche).


Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente sanitario

Profili istituzionali collegati:
Ospedale psichiatrico, 1865 - 1978

Per saperne di più:
Ex ospedale psichiatrico di Granzette. Galleria fotografica
Ospedale psichiatrico di Rovigo. Galleria fotografica

Complessi archivistici prodotti:
Ospedale psichiatrico provinciale di Rovigo (fondo)


Bibliografia:
L. LUGARESI, "Mondo a parte" - "Cittadella dei pazzi" Architettura della custodia - Storia della follia. Il manicomio di fine '800, Rovigo, Minelliana, 2004, in L'alienazione mentale nella memoria storica e nelle politiche sociali. "Chisà che metira fuori un calcheduni da stomaniconio", a cura di L. CONTEGIACOMO, Rovigo, Minelliana, 2004 (Atti del Convegno di studi (Rovigo, 11-12 dicembre 2003; Convegno promosso e organizzato dall'Archivio di Stato di Rovigo in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda USL 18 di Rovigo e l'Associazione Nazionale Archivistica italiana, Sezione Veneto), pp. 125-146
L. LUGARESI, Il luogo dei sentimenti negati. L'Ospedale psichiatrico di Rovigo (1930-1997), Rovigo 1999
M. TCHAPRASSIAN, L'Ospedale psichiatrico provinciale di Rovigo, in Gli ospedali tra passato e presente, Rovigo 1997, pp.67-73

Redazione e revisione:
Fazzini Maria Cristina, 2013/05/31, integrazione successiva
Gurgo Maria Idria, 2006/09, prima redazione
Kolega Alexandra, 2006/09, supervisione della scheda


icona top