Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Bajardo

Date di esistenza: sec. XII -

Intestazioni:
Comune di Bajardo, Bajardo (Imperia), sec. XII -, SIUSA

Signoria dei conti di Ventimiglia, che nel XII secolo vi edificarono un castello, fece parte, con Badalucco ed altre terre della Valle Argentina, della signoria del conte Oberto. Alla sua morte, il feudo fu ereditato dai figli Bonifacio e Veirana, che nel 1260 vendettero ai nobili genovesi Avvocato. Questi, l'anno successivo, cedettero ogni loro diritto al Comune di Genova. Bajardo fu allora compreso nella podesteria di Triora, conservando però una certa autonomia amministrativa e giudiziaria; in materia civile i consoli potevano esercitare la giustizia, mentre nel criminale era competente il podestà di Triora. Nel 1797 divenne comune autonomo, venendo inserito nel cantone di Castelfranco (oggi Castelvittorio) della giurisdizione delle palme; nel 1803 nenne aggregato al cantone di Sanremo nella giurisidizione degli ulivi. Nel 1805, con l'annessione alla Francia, fece parte del cantone di Perinaldo, nell'arrondissement di Sanremo, dipartimento delle Alpi marittime. Nel 1815, sotto il dominio sabaudo, fu compreso nel mandamento di Ceriana, provincia di Sanremo. Subì gravi danni nel terremoto del 1887 con la morte di 220 persone.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Bajardo (fondo)
Stato civile del Comune di Bajardo (fondo)


Redazione e revisione:
Bovani Iolanda, 2005/11/10, prima redazione
Frassinelli Antonella, 2007/07/20, revisione


icona top