Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Borgio

Sede: Borgio Verezzi (Savona)
Date di esistenza: 1797 - 1933

Intestazioni:
Comune di Borgio, Borgio Verezzi (Savona), 1797 - 1933, SIUSA

Antico dominio dei vescovi di Albenga, nel 1076 Borgio fu ceduto dal vescovo Diodato al monastero di S. Pietro in Varatella; passò in seguito ai Del Carretto, ma nel 1216 tornò possesso dei vescovi e, insieme a Verezzi, fu posta sotto la giurisdizione della castellania della Pietra. Nel 1385 papa Urbano VI ne fece cessione, con Toirano e Giustenice, al doge Antoniotto Adorno ed al comune di Genova. Costituì da allora una comunità autonoma all'interno della podestaria della Pietra, sede di un luogotenente designato dal podestà di Pietra e fornito della sola giurisdizione civile. Nel 1797, con le riforme amministrative della Repubblica ligure, fu eretto in comune, membro del cantone della Pietra, nella giurisdizione delle Arene Candide (Finale Marina); la riforma del 1802 lo unì alla giurisdizione di Colombo, quale cantone della Maremola. Nel 1805 costituì un comune del cantone di Pietra, nel circondario di Savona. Durante il governo sabaudo il comune di Borgio fu trasferito sotto la provincia di Albenga, seguendone così le vicende amministrative. Nel 1933 fu unito al comune di Verezzi, per costituire il comune di Borgio Verezzi.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale


Soggetti produttori:

Successori:
Comune di Borgio Verezzi

Collegati:
Comune di Verezzi



Redazione e revisione:
Frassinelli Antonella, 2006/01/18, prima redazione
Frassinelli Antonella, 2007/07/23, revisione


icona top