Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Accademia medico-fisica fiorentina

Date di esistenza: 1824 - sec. XX terzo quarto

Intestazioni:
Accademia medico-fisica fiorentina di Firenze, Firenze, 1824 - sec. XX terzo quarto, SIUSA

Dopo svariati tentativi infruttuosi di dare vita ad un'accademia medica a Firenze, nel 1824 finalmente alcuni studiosi - sostenuti da Giovan Pietro Vieusseux e dal suo gabinetto - fondarono la 'Società Medico-Fisica'. L'intenzione era quella di affrontare lo studio delle scienze mediche secondo un'impostazione elettivamente sperimentale. Per raggiungere l'obbiettivo l'Accademia s'impegnava, fra le altre cose, a pubblicare i propri atti, a conservare gli oggetti di sua proprietà e ad incoraggiare nuove ricerche scientifiche. Come sede vennero scelti alcuni locali di un palazzo sito in via delle Belle Donne.
Infatti, l'impostazione delle ricerche promosse dall'Accademia fu sin dall'inizio prettamente sperimentale e riguardava i problemi più importanti della medicina dell'epoca. La Società promosse, inoltre, l'allestimento di un museo patologico e di una biblioteca.
Nei primi anni di vita la Società si rivelò molto attiva e numerose erano le relazioni esposte pubblicamente e poi stampate nei suoi ĞAnnaliğ. Tuttavia, come era successo anche per altri istituti fiorentini, già dopo pochi anni sopraggiunsero delle difficoltà economiche tali, da frenare inesorabilmente il ritmo di lavoro dei primi tempi. Nel 1838 il granduca concesse alla Società in difficoltà il trasferimento delle sue attività all'Ospedale di Santa Maria Nuova.
Qui le ricerche ripresero a dovere e durante le adunanze si discuteva di argomenti importanti, come - per nominarne solo alcuni - la miliare, il colera e l'impiego dell'anestesia. Dopo il Congresso medico internazionale che si tenne a Firenze nel 1859 e al quale presero parte anche gli accademici, essi si dedicarono all'analisi di nuovi temi di comune interesse, come quelli relativi alla sifilide, alle vacinazioni ed alle malattie pediatriche in generale.
Nel 1886 la Società assunse il nome di Accademia medico-fisica fiorentina.
Agli inizi del '900, con la comparsa ricorrente di epidemie di difterite, alcuni soci dell'Accademia affrontarono con particolare zelo lo studio dell'insidiosa patologia proponendo nuovi metodi di prevenzione. Durante il periodo bellico l'attenzione si spostò verso le ricerche nel campo del trattamento di ferite e malattie dovute alla guerra.
Dopo aver nuovamente cambiato sede, questa volta in viale Morgagni, l'Accademia negli anni '80 terminò la sua attività.


Condizione giuridica:
privato (1824 - sec. XX terzo quarto)

Tipologia del soggetto produttore:
ente di cultura, ricreativo, sportivo, turistico

Complessi archivistici prodotti:
Accademia medico-fisica fiorentina (fondo)


Bibliografia:
A. Corsini, "Le origini dell'Accademia Medico-Fisica Fiorentina", in ĞLo Sperimentaleğ, 1924, pp.211-234
"Accademie e Istituzioni culturali a Firenze", a cura di F. Adorno, Firenze 1983, 40-47

Redazione e revisione:
Affolter Barbara Maria, 2006/03/03, prima redazione


icona top