Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Comune di Campofelice di Fitalia

Sede: Campofelice di Fitalia (Palermo)
Date di esistenza: 1951 - , Il Comune di Campofelice di Fitalia è stato istituito nel 1951. La documentazione più antica risale però al 1898, mentre lo Stato civile risale al 1848.

Intestazioni:
Comune di Campofelice di Fitalia, Campofelice di Fitalia (Palermo), 1951 -, SIUSA

Il nome di Fitalia è quasi certamente di origine bizantina ma il primo insediamento urbano risalirebbe al periodo della dominazione araba. Quando i Normanni sconfissero gli arabi il territorio di Fitalia venne dato in concessione a Goffredo di Palermo da re Ruggero II. Con questa donazione si costituì il feudo di Fitalia che venne poi ereditato dalla famiglia Calvello alla quale Federico II riconfermò il privilegio nel 1229. Nel 1300 la zona si spopolò e solo nel 1482 si hanno nuovamente notizie sul territorio di Fitalia, e precisamente quando donna Laura, ultima erede della famiglia Calvello, portò in dote il feudo al marito Giovanni Antonio Settimo barone di Giarratana. Nel 1590 il feudo andò in eredità a Michele Settimo Naselli che nel 1592 chiese al vicerè la "licentia populandi" per il territorio di Fitalia ma il progetto fu interrotto a causa della morte di don Michele avvenuta nel 1595. Dal 1596 in poi il feudo di Fitalia fu concesso in gabella a diverse famiglie e solo nel 1766 tornò stabilmente sotto il potere della famiglia Settimo. Il progetto di ripopolare il feudo di Fitalia venne ripreso nel 1810 grazie all'interessamento di Girolamo Settimo Naselli. Il nuovo villaggio fu completato nel 1816 e prese il nuovo nome di Campofelice di Fitalia. Nonostante in Sicilia i diritti baronali fossero stati dichiarati decaduti nel 1812, il nuovo centro venne amministrato personalmente dal principe Naselli fino alla sua morte avvenuta nel 1843. Nel 1853 i Borboni assegnarono la giurisdizione di Campofelice di Fitalia alla vicina Mezzojuso, decisione che rimase in vigore anche sotto i Savoia dopo l'unità d'Italia. Campofelice di Fitalia rimase frazione di Mezzojuso fino al 1951 quando è stato elevato a Comune autonomo.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale


Soggetti produttori:

Predecessori:
Comune di Mezzojuso


Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Campofelice di Fitalia (fondo)
Stato civile del Comune di Campofelice di Fitalia (fondo)


Bibliografia:
I. GATTUSO, Fitalia, i Settimo e Campofelice, Palermo, ed. Tumminelli, 1980
T. CANZONERI, La Rocca di Busambra e paesi limitrofi, Torino, A.S.C. Magna Gracia, 1987

Redazione e revisione:
Ippati Dorotea - direzione lavori Romano, 2006/05/09, prima redazione


icona top