Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Confederazione nazionale dei lavoratori della terra - Confederterra CGIL. Nazionale, Roma

Sede: Roma
Date di esistenza: 1946 ott. 17 - 1977, L'estremo remoto è la data del congresso costitutivo.

Intestazioni:
Confederazione nazionale dei lavoratori della terra - Confederterra CGIL. Nazionale, Roma, 1946 - 1977, SIUSA

L'organizzazione sindacale dei contadini italiani rinasce a Bari il 23 marzo 1944, con il nome di Nuova Federterra, quale ideale continuazione della Federazione nazionale dei lavoratori della terra (Federterra), soppressa durante il fascismo. Suo primo segretario è il sindacalista Raffaele Pastore, che la regge la fino al congresso costitutivo tenutosi a Bologna. Qui il 17 ottobre del 1946 si tiene il I Congresso della Confederazione dei lavoratori della terra (Confederterra) e viene stabilita la costituzione dei raggruppamenti per permettere a ciascuna categoria di avere una propria struttura. La confederazione, inoltre, nasce come organismo unitario e direttivo di tutti i sindacati e le federazioni aderenti. E' decisa la costituzione, tra l'altro, della Federazione nazionale coloni e mezzadri (Federmezzadri) e della Federazione nazionale dei braccianti e salariati agricoli (Federbraccianti). Nuovo segretario è Ilio Bosi, eletto nel 1947.
Per le complesse vicende che contraddistinguono la vita sociale del periodo, ad iniziare dalla scissione sindacale del 1948, e che coinvolgono anche le organizzazioni legate alla piccola proprietà e all'associazionismo contadino, il progetto originario della Confederterra si scontra con ostacoli sempre maggiori. Nel 1948, a Ferrara, la Federbraccianti tiene un proprio congresso nel corso del quale il movimento sindacale dei lavoratori dipendenti si stacca dalla Confederterra per formare un proprio autonomo sindacato di categoria, la Confederazione nazionale braccianti e salariati agricoli.
La frantumazione dell'unità sindacale, inoltre, determina la costituzione, accanto alla Confederterra aderente alla Cgil, di distinte organizzazioni bracciantili e contadine aderenti alla Cisl e alla Uil.
All'inizio degli anni Cinquanta si costituisce, nel Sud, l'Associazione dei contadini del Mezzogiorno d'Italia (Acmi) e, nel Nord, l'Associazione coltivatori diretti, che segna una svolta nell'orientamento del movimento operaio italiano rispetto ai problemi dei coltivatori, piccoli proprietari o affittuari, considerati fino ad allora come forze subalterne e associati, insieme ai braccianti, nella stessa organizzazione.
Nel 1956 gli organi dirigenti della Confederterra sono costituiti dall'insieme degli organi dirigenti della Federbraccianti e della Federmezzadri.
La Confederterra dura fino al 1977, quando la Cgil permette ai mezzadri e coloni, che hanno già da anni conquistato lo status di imprenditori autonomi, di partecipare alla Costituente per l'unità nelle campagne dalla quale nasce, nel 1977, la Confederazione italiana coltivatori (Cic), poi trasformatasi nella Confederazione italiana agricoltori (Cia).


Condizione giuridica:
privato

Tipologia del soggetto produttore:
partito politico, organizzazione sindacale


Soggetti produttori:

Predecessori:
Federazione nazionale dei lavoratori della terra - Federterra. Nazionale, Bologna, Roma

Successori:
Federazione nazionale braccianti e salariati agricoli - Federbraccianti CGIL. Nazionale, Roma


Profili istituzionali collegati:
Confederazione generale italiana del lavoro - CGIL, 1906 -
Confederazione nazionale dei lavoratori della terra - Confederterra CGIL, 1946 - 1977
Federazione nazionale braccianti e salariati agricoli - Federbraccianti CGIL, 1948 - 1988

Complessi archivistici prodotti:
Confederazione nazionale dei lavoratori della terra - Confederterra CGIL. Nazionale, Roma (fondo)


Bibliografia:
Guida ai fondi di: Federterra,Confederterra, Federbraccianti, Filziat, pp. 23-24

Redazione e revisione:
Caradonio Maria Teresa, 2006/03, prima redazione


icona top