Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Zuccarello

Sede: Zuccarello (Savona)
Date di esistenza: sec. XIII -

Intestazioni:
Comune di Zuccarello, Zuccarello (Savona), sec. XIII -, SIUSA

Il toponimo Zuccarello compare già nel 1233, probabilmente in riferimento solo al castello. La prima notizia relativa al borgo risale al 30 aprile 1248 quando, con una convenzione con gli uomini della zona, i marchesi di Clavesana ordinarono la costruzione entro un anno di un borgo, ai piedi del castello, concedendo a chi vi fosse andato ad abitare franchigie ed esenzioni. Nel 1281 il borgo ebbe propri statuti. Nel 1326 Enrico Del Carretto sposò Caterina, figlia di Enrico II di Clavesana, ottenendo metà di Castelvecchio e Zuccarello; il rimanente fu acquistato nel 1335 da Giacomo Saluzzo che aveva sposato Argentina, altra figlia di Enrico di Clavesana. Nel 1397 il feudo passò a Carlo Del Carretto, del ramo dei marchesi di Finale, dal quale si originò il ramo di Zuccarello. Conteso tra vari personaggi del casato carrettesco, il 18 maggio 1449, i marchesi di Zuccarello Giorgino e Carlo fecero atto formale di vassallaggio al comune di Genova, ma analoghi giuramenti ed aderenze fecero negli anni successivi anche ai duchi di Milano, continuando nei decenni seguenti a restare sotto la loro influenza. Nel 1567 Gio Antonio Del Carretto vendette alla Repubblica di Genova un terzo del luogo, feudo, castello e giurisdizione di Zuccarello. Tra il XVI e il XVII secolo Zuccarello e il suo territorio costituirono oggetto di contesa tra la Repubblica Genovese ed il Ducato di Savoia, venendo per alcuni anni governata da commissari imperiali in attesa che la corte cesarea dirimesse la controversia tra i due stati. Nel marzo 1624 Genova riuscì ad acquistare per via diplomatica 3/4 del marchesato e nel 1633 acquistò il restante quarto prendendo definitivo possesso del borgo. Tale situazione perdurò, nonostante le preoccupazioni savoiarde, fino al 1797, anno della caduta della Repubblica aristocratica. Con legge 18 aprile 1798, n.77, Zuccarello divenne capocantone nella giurisdizione del Centa; con legge organica 17 gennaio 1803, n.24, fu declassato a semplice comune nella giurisdizione degli Ulivi, cantone del Centa. Nello stesso comprensorio Zuccarello compare nella legge del 27 maggio 1803, n.37 e in quella del 14 maggio 1804, n.26. Con l'annessione al Regno di Sardegna il borgo divenne comune nel mandamento, provincia e diocesi di Albenga, divisione di Genova.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale
preunitario


Soggetti produttori:

Collegati:
Congregazione di carità di Zuccarello
Ente comunale di assistenza - ECA di Zuccarello
Monte di pietà di Zuccarello


Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Zuccarello (complesso di fondi / superfondo)


Bibliografia:
N. Calvini, Statuti del Comune di Zuccarello del 1288, Zuccarello, 1999

Redazione e revisione:
Bovani Iolanda, 2010/09/08, rielaborazione
Frassinelli Antonella, 2006/11/12, prima redazione
Piersanti Stefania, 2013/09/06, supervisione della scheda


icona top