Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Ferrovia Massa Marittima - Follonica - Porto

Sede: La Ghirlanda, Massa Marittima (Grosseto)
Date di esistenza: 1899 - 1984

Intestazioni:
Ferrovia Massa Marittima-Follonica-Porto, Massa Marittima (Grosseto), 1899 - 1967

La società è stata fondata per mezzo di una convenzione con il comune di Massa Marittima, un Regio Decreto dell'11 giugno 1899, con il quale venne approvato l'accordo tra il comune di Massa Marittima, e per esso ai signori Tzikos Pericles ed Emilio Torok per se e per conto di una Società Anonima da costituirsi entro un anno, la concessione di costruzione e di esercizio di una Ferrovia economica a scartamento normale che avrebbe unito Massa Marittima con il porto di Follonica. Nell'anno 1900 la stessa Società venne ufficialmente costituita sotto la denominazione Società Anonima della Ferrovia Massa Marittima - Follonica Porto. L'inaugurazione della ferrovia, di 25,132 km tra le due stazioni terminali avvenne il 11 dicembre del 1902. La ferrovia venne esercita con trazione a vapore ed effettuava sia servizio viaggiatori locale che servizio merci, soprattutto trasporto del minerale proveniente dalla miniera di Val d'Aspra. Utilizzò delle locomotive del Tipo T3 che poi cedette alla Ferrovia Colle Val d'Elsa-Poggibonsi. Una di queste dal 1934 entrò a far parte del parco FS come Locomotiva 999.005. La ferrovia fu elettrizzata, mentre con provvedimento ministeriale con decorrenza del 1933, veniva sostituita da un servizio automobilistico per il servizio passeggeri; quello delle merci rimaneva anch’esso interrotto quando, nel 1944, gli impianti venivano danneggiati da un bombardamento alleato ed il servizio ferroviario merci interrotto. Il 27 maggio 1967 la società venne definitivamente trasformata in Ferrovia Massa Follonica servizio autolinee Spa, la ferrovia non fu più riattivata e con Dpr 20 mag. 1969 n. 512 la concessione della linea fu stipulata con la ferrovia Massa Marittima – Follonica Servizi autolinee Spa, concessione prorogata nel 1979. Con atto del 1968, intanto, la società si scindeva in due distinte: quella che continuava con lo stesso nome il servizio in concessione della linea sostitutiva di ferrovia con sede in Massa Marittima in località Ghirlanda ove si trovava la vecchia stazione, e la Pentaconteiner Spa, con sede ad Aprilia, che diventò proprietaria degli impianti fissi. La commissione del Ministero dei Trasporti per la ripresa del servizio ferroviario non ritenne di inserire la linea tra quelle che dovevano essere ripristinate; negli anni Ottanta si rivalutò l’idea, ma non andò in porto.
La sede ferroviaria è ancora chiaramente visibile per lunghi tratti come sentiero sterrato. I fabbricati viaggiatori sono generalmente in buone condizioni; quelli dei due scali terminali sono stati trasformati in stazioni per le autocorriere.

Condizione giuridica:
privato

Tipologia del soggetto produttore:
ente economico/impresa

Complessi archivistici prodotti:
Ferrovia Massa Marittima - Follonica - Porto (fondo)


Bibliografia:
Neri Maurizio, Dalle Colline metallifere al mare: la ferrovia Massa Marittima-Follonica Porto, Calosci, Cortona, 1987

Redazione e revisione:
Bettio Elisabetta, 2008 nov. 4, prima redazione


icona top