Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Guided search » Creators - Corporate bodies » Creator - Corporate body

Convento di San Francesco di Stroncone

Seat: Stroncone (Terni)
Date of live: sec. XIII -

Headings:
Convento di San Francesco di Stroncone, Stroncone (Terni), sec. XIII -, SIUSA

La tradizione vuole che il Convento sia stato fondato da San Francesco nel 1213, nel corso di una sua visita a Stroncone, nello stesso posto in cui esisteva una piccola edicola della Madonna, cui il popolo era molto devoto. Altri sostengono, invece, che il Convento sorse subito dopo la morte di San Francesco.
La sua costruzione è saldamente ancorata al XIII secolo.
Il 5 giugno 1291 il pontefice Nicolò IV, con breve dato da Orvieto, concesse un'indulgenza plenaria a chi visitava la chiesa.
Papa Pio II alloggiò nel Convento intorno all’anno 1460, lasciandone traccia nei suoi scritti.
Inizialmente il Convento era dedicato alla Madonna Assunta e solo nel 1550 fu intitolato al santo di Assisi.
Che il monastero e la chiesa esistessero da tempo lo afferma anche il beato Bartolomeo Pisano, il quale nel 1300 scriveva che "locus Stronconii habuit semper fratres devotos populum verbo et exemplo assidue informantes". Una conferma indiretta dell’esistenza di questa chiesa fin dal tempo di Francesco è data dall’indulgenza di Nicolò IV sessant’anni dopo la morte del santo, a chi la visitava insieme al Convento.
Nel XVII sec. divenne un importante centro di studi teologici, storici ed eruditi. Fra i dotti che operarono in questo secolo si ricorda il teologo frate Costanzo Malvetani, frate Arcangelo Contessa e frate Agostino Mattielli che, con la sua "Umbria serafica" e il "Discorso sopra la terra di Stroncone", è considerato uno dei maggiori cronisti ed eruditi umbri del Seicento.
Il fervore per gli studi spinse gli studiosi del Convento alla costituzione di una biblioteca, che si arricchì di numerosi lasciti e donazioni, così da creare una fra le più ricche raccolte francescane in Umbria.
Con le soppressioni napoleoniche e gli incameramenti post unitari la chiesa e i beni del Convento, per breve tempo, diventarono proprietà demaniale.
In seguito la proprietà passo all’Ordine dei frati Minori della Provincia serafica di San Francesco di Assisi che, ancora oggi, occupano il convento.
Il Convento custodisce al suo interno inestimabili codici miniati. In una delle due cappelle della chiesa sono conservati i resti del Beato Vici, patrono di Stroncone.


Legal position:
enti di culto

Type of creator:
ente e associazione della chiesa cattolica

Historical and administrative context:
Diocesi, sec. XI -

To know more:
Convento di San Francesco di Stroncone

Generated archives:
Convento di San Francesco di Stroncone (fondo)


Editing and review:
Robustelli Giovanna, 2009/10/08, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2012/08/02, revisione


icona top