Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Guided search » Creators - Corporate bodies » Creator - Corporate body

Capitolo della Cattedrale di San Benedetto di Gualdo Tadino

Seat: Gualdo Tadino (Perugia)
Date of live: sec. XIV fine -

Headings:
Capitolo della Cattedrale di San Benedetto di Gualdo Tadino, Gulado Tadino (Perugia), 1915 -, SIUSA
Collegiata di San Benedetto di Gualdo Tadino, Gualdo Tadino (Perugia), 1847 - 1915, SIUSA
Chiesa di San Benedetto di Gualdo Tadino, Gualdo Tadino (Perugia), sec. XIV fine - 1847, SIUSA

Other names:
Chiesa di San Benedetto di Gualdo Tadino, sec. XIV fine - 1847
Collegiata di San Benedetto di Gualdo Tadino, 1847 - 1915

Il Capitolo della Cattedrale di San Benedetto di Gualdo Tadino fu istituito nella Chiesa di San Benedetto, in origine monastero camaldolese, passato in regime commendatario nel 1485.
Già nel l530, in occasione della visita del pontefice Clemente VII, i gualdesi chiesero l'erezione di San Benedetto in collegiata con capitolo di canonici e dignità arcipretale, ma la richiesta non ebbe seguito.
Nel 1818, il vescovo di Nocera Umbra e abate commendatario di San Benedetto, monsignor Francesco Piervissani, ottenne da Pio VII l'abolizione della commenda secolare e il trasferimento del beneficio di San Benedetto alla mensa episcopale nocerina.
Nel 1847, a seguito delle richieste del clero e del popolo gualdese, con decreto concistoriale, Pio IX distaccò la Chiesa di San Benedetto dalla mensa vescovile di Nocera Umbra, erigendola a collegiata con capitolo di otto canonici e la dignità di arcidiacono. Formalmente il collegio canonicale fu istituito il 26 gennaio 1848.
Con le soppressioni postunitarie vennero requisiti i beni del collegio, il quale, tuttavia, grazie all'interessamento di monsignor Roberto Calai Marioni, vescovo titolare di Esbon, poté attendere a importanti lavori di ristrutturazione e decorazione della Chiesa.
Il 2 gennaio 1915, quando la Diocesi di Nocera Umbra acquisì anche Gualdo Tadino, divenendo Diocesi di Nocera Umbra e Gualdo Tadino, la Chiesa collegiata di San Benedetto venne elevata alla dignità di cattedrale "honoris causa tantum". Allo stesso anno risalgono le costituzioni capitolari che affidano la cura "abituale" delle anime della Parrocchia di San Benedetto al collegio canonicale e quella "attuale" all'arcidiacono parroco.
Accanto all'arcidiacono, che è la prima dignità del collegio, nominato con bolla pontificia, si hanno altri otto canonicati tra cui il preposto, il canonico teologo ed il canonico penitenziere, nominati dal vescovo diocesano.
Nel 1980 al Capitolo è stato conferito il titolo di basilica minore.
Attualmente il collegio canonicale è composto dall'arcidiacono parroco, un preposto, un canonico penitenziere, sette canonici effettivi e due onorari.


Legal position:
enti di culto

Type of creator:
ente e associazione della chiesa cattolica

Historical and administrative context:
Diocesi, sec. XI -

Connected institutional profiles:
Capitolo pievano o parrocchiale (collegiata), sec. VI -, 1847 - 1915
Capitolo cattedrale, sec. IX -, 1915 -

Generated archives:
Capitolo della Cattedrale di San Benedetto di Gualdo Tadino (complesso di fondi / superfondo)


Bibliography:
Guida degli archivi capitolari d'Italia, vol. II, a cura di S. PALESE, E. BOAGA, F. DE LUCA, L. INGROSSO, Ministero per i beni e le attività culturali-Ufficio centrale per i beni archivistici, 2006 (Pubblicazioni degli Archivi di Stato, Strumenti, CLXXII), 74-75 (Guida degli archivi capitolari d'Italia, vol. III)

Editing and review:
Robustelli Giovanna, 2009/11/13, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2012/02/02, integrazione successiva


icona top