Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Provincia dell'Umbria

Sede: Perugia
Date di esistenza: 1860 - 1927

Intestazioni:
Provincia dell'Umbria, Perugia, 1860 - 1927, SIUSA

Con il decreto n. 197 del 15 dicembre 1860, emanato dal regio commissario generale straordinario per le Province dell'Umbria, Gioacchino Napoleone Pepoli, le vecchie delegazioni pontificie di Perugia, Spoleto, Rieti ed Orvieto vennero riunite nella nuova Provincia dell'Umbria, articolata nei sei circondari: Perugia, Spoleto, Foligno, Rieti, Orvieto, Terni.
La Provincia dell'Umbria era regolata dalla legge comunale e provinciale n. 3702 del 23 ottobre 1859, la quale attribuiva al prefetto la rappresentanza del potere esecutivo in tutto il territorio di competenza.
L'Ente era amministrato da un consiglio provinciale e da una deputazione provinciale.
Il consiglio della Provincia dell'Umbria era composto da cinquanta membri e un presidente. Attraverso elezioni parziali annuali veniva rinnovato di volta in volta in dieci dei cinquanta componenti, che, talvolta, finivano per essere gli stessi membri uscenti, poiché la possibilità di essere rieletti era praticamente illimitata. Si riuniva in sessione ordinaria nei mesi di settembre e ottobre, convocato dal prefetto, il quale poteva anche convocare sessioni straordinarie. La deputazione provinciale stilava le relazioni sugli argomenti all'ordine del giorno.
Il 18 marzo 1861 il consiglio della Provincia dell'Umbria tenne la sua prima seduta con il saluto dell'intendente generale Filippo Antonio Gualterio.
Primo presidente, nel 1860, fu Federico Galeotti, in carica per un solo anno. Dal 1861 al 1863 fu presidente Reginaldo Ansidei che, fino al 1877, si alternò nell'incarico con Nicola Danzetta e Giuseppe Alfani Danzetta. Dal 1878 al 1890 fu ininterrottamente presidente Luigi Pianciani, cui seguirono Zeffirino Faina, Giacomo Bracci, Guido Pompilj, Salvatore Fratellini, Giuseppe Sbaraglini, Giuseppe Bastianini e, ultimo, Agostino Iraci.
Con r.d. n. 545 del 4 marzo 1923 avvenne il distacco del Circondario di Rieti e la sua aggregazione alla Provincia di Roma.
Nel 1927, infine, con il distacco dei circondari di Terni e Orvieto, venne costituita la Provincia di Terni.
Il consiglio provinciale dell'Umbria fu sciolto il 12 gennaio 1927 per essere sostituito dalla Commissione straordinaria per la Provincia di Perugia con presidente Guido Manganelli.


Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale


Soggetti produttori:

Successori:
Provincia di Perugia, 1927 -

Collegati:
Alfani Danzetta Giuseppe
Pompilj Giuseppe


Complessi archivistici prodotti:
Provincia di Perugia (complesso di fondi / superfondo)


Bibliografia:
Tra Comuni e Stato. Storia della Provincia di Perugia e dei suoi amministratori dall'Unità ad oggi, a cura di M. TOSTI, Perugia, QUATTROEMME, 2009
E. MASCIOLINI, La Provincia di Perugia ed i suoi archivi, Tesi di laurea dell'Università degli studi di Perugia, Facoltà di lettere e filosofia, a.a. 2007-2008

Redazione e revisione:
Robustelli Giovanna, 2010/02/02, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2013/10/28, revisione


icona top