Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Parrocchia di Santa Maria del Colle in Piediluco

Sede: Terni
Date di esistenza: 1573 -

Intestazioni:
Parrocchia di Santa Maria del Colle in Piediluco, Terni, 1573 ante -, SIUSA

La Chiesa di Santa Maria del Colle in Piediluco viene citata quale chiesa con cura d'anime già nella Rationes decimarum del 1275, tuttavia la tenuta di regolari registri è attestata, in archivio, solo dal 1628. Sembra sia stata costruita sul Monte Luco, sopra l'abitato odierno di Piediluco, già nel XII sec.
Dal 1573 la Parrocchia viene menzionata dalle visite apostoliche dei vescovi diocesani quale una delle tre parrocchie extra moenia della Diocesi di Terni.
Il visitatore mons. Pietro Camaiani, il 10 dicembre 1573, trova nella chiesa troppi altari, e di legno; ordina, pertanto, di eliminarne alcuni e sostituirne altri con altari di pietra. Inoltre, il messale non è aggiornato e sia il parroco che il cappellano non conoscono né il nuovo messale, né la nuova liturgia, né il latino.
La visita del vescovo Ripa del 1608 conta per la parrocchia 146 fuochi e 553 anime; nel 1661 il vescovo Gentili ne contò rispettivamente 136 e 410, per le quali erano a disposizione una chiesa arcipresbiteriale e sette chiese, più altre tre fuori del centro abitato. Nel "Catalogo di tutte le Chiese esistenti nella Parrocchia di Piediluco" dell'arciprete Simone Leonardi del febbraio 1844, sono indicate tre chiese ormai distrutte, Santissima Annunziata, colpita dal terremoto del 1785, Sant'Adriano e Santa Maria delle Grazie, e quindici che richiedevano lavori di restauro.
Le visite apostoliche ci riportano notizie anche delle tre confraternite attive a Piediluco: Confraternita del Santissimo Sacramento e Confraternita del Purgatorio, ambedue con sede presso la chiesa parrocchiale, e Confraternita della Santissima Annunziata, nella omonima chiesa ora distrutta. Altre confraternite ebbero vita più breve.
Nonostante i gravi danni subiti dal terremoto del 1785, la Chiesa di Santa Maria del Colle rimase sede parrocchiale fino al 1816, quando, con istrumento rogato il 4 agosto, tale sede venne trasferita presso la Chiesa di San Francesco, che nel 1999 è diventata Santuario di San Francesco in Piediluco.
Nel corso dell'Ottocento si trascinò una lunga disputa fra la Parrocchia e il Comune di Piediluco riguardo agli interventi di manutenzione straordinaria della Chiesa di Santa Maria del Colle. Solo negli ultimi anni la chiesa è stata sottoposta a restauro nell'intento di trasformarla in auditorium.
Nel 1954 il parroco don Mario Baciarelli fondò un orfanotrofio chiamato Casa del giovane.
Nome e forma giuridica della Parrocchia attuale sono stati ufficializzati il 29 gennaio 1987 con decreto del Ministero degli interni DGAC 13, seguente il decreto del vescovo 21 settembre 1986 prot. 65/86.
Le messe festive e domenicali della Parrocchia hanno luogo in San Francesco; le messe feriali, invece, in una piccola cappella realizzata in un locale recuperato al piano terra della Casa del giovane.


Condizione giuridica:
enti di culto

Tipologia del soggetto produttore:
ente e associazione della chiesa cattolica


Soggetti produttori:

Collegati:
Casa del giovane di Piediluco, 1954 -
Confraternita del Purgatorio in Piediluco
Confraternita del Santissimo Sacramento in Piediluco


Contesto storico istituzionale di appartenenza:
Diocesi, sec. XI -

Profili istituzionali collegati:
Parrocchia, sec. XII -

Complessi archivistici prodotti:
Parrocchia di Santa Maria del Colle in Piediluco di Terni (complesso di fondi / superfondo)
Stato civile del Comune di Piediluco di Terni (fondo)


Bibliografia:
Rationes decimarum italiae nei secoli XIII e XIV: Umbria, a cura di P. SELLA, voll. 2, Città del Vaticano, Biblioteca apostolica vaticana, 1952
W. MAZZILLI, Per la chiesa di S. Maria del Colle. La chiesa parrocchiale e arcipretale di Piediluco attraverso le visite apostoliche e pastorali dal 1573 al 1859, Terni, s.e., 1991
Il culto della Madonna nella storia di Terni, a cura di L. BIFANI SCONOCCHIA, Terni, Associazione Ven. Maria Cristina di Savoia, 1992, 122-123
M. LUPI, Vescovi e diocesi a Terni in età moderna attraverso le relationes ad limina, in: Istituzioni Chiesa e Cultura a Terni tra Cinquecento e Settecento, Atti del seminario, Terni 16-17 marzo 1995, a cura di T. PULCINI, Terni, Provincia di Terni-ISTES, 1997, 45 b-86
C. EGIZI, Organizzazione del territorio attraverso gli insediamenti religiosi, in Istituzioni Chiesa e cultura a Terni tra Cinquecento e Settecento, Atti del seminario, Terni 16-17 marzo 1995, Terni, Provincia di Terni-Istes, 1997, 87-109
W. MAZZILLI, Le diciotto chiese di Piediluco, in: Il Santuario di S. Francesco d’Assisi in Piediluco, Arrone, Ed. Thyrus, 1999
W. MAZZILLI, Da Piazza Maggiore alla Rotonda dell’Obelisco. Le vie e le piazze di Terni. Saggio di toponomastica storica, Terni, 2009

Redazione e revisione:
Mastroianni Fabrizio, 2009/10/25, raccolta delle informazioni
Robustelli Giovanna, 2010/05/24, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2012/01/30, supervisione della scheda


icona top