Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Centro italiano femminile - CIF comunale di Bologna

Sede: Bologna
Date di esistenza: 1945 -

Intestazioni:
Centro italiano femminile - CIF comunale di Bologna, Bologna, 1945 -, SIUSA

Il Centro italiano femminile (CIF) di Bologna viene costituito nel maggio del 1945 dalle rappresentanti di alcune associazioni di area cattolica, tra le quali l'Unione donne di Azione cattolica, la Protezione della giovane, le Dame della carità, la Gioventù femminile di Azione cattolica, la Croce rossa e la Conferenza di S. Vincenzo.
Inizialmente l'associazione è organizzata in gruppi ospitati presso alcune parrocchie cittadine, come quella di S. Paolo di Ravone e di S. Giuseppe, e ha sede in via del Cane; dopo svariati trasferimenti, si stabilisce in via del Monte 5 dove si trova tuttora.
Sin dalla sua nascita costituisce un nodo periferico che intende soddisfare le molteplici necessità emergenti a livello locale: svolge attività di assistenza ai reduci di guerra e agli ex-deportati, istituisce laboratori di confezioni (vestiario e biancheria) per i poveri, e, fino agli anni Ottanta, organizza colonie estive per fanciulli.
Negli anni Cinquanta è attiva principalmente nell'ambito del volontariato, dell'alfabetizzazione e dell'inserimento delle donne nel mondo del lavoro.
A partire dagli anni Sessanta allarga il suo intervento ad attività culturali istituendo corsi di storia dell'arte, della musica, di teologia e visite guidate a città e musei.
Ogni anno aderisce alle attività promosse dal CIF Nazionale in occasione dell'8 marzo, e organizza convegni in collaborazione con il CIF provinciale e regionale, realizzando pubblicazioni inerenti agli argomenti trattati.
A livello locale promuove e coordina l'attività associativa sul territorio bolognese e può essere costituito da uno o più gruppi di base, composti da almeno sette aderenti e operanti in ambito territoriale (quartiere, circoscrizione, comprensorio).
In base al più recente Statuto nazionale, approvato nel febbraio 2003, è strutturato in Assemblea comunale, Presidenza comunale e, nei comuni con più gruppi di base, in Consiglio comunale.

Condizione giuridica:
privato

Tipologia del soggetto produttore:
ente di cultura, ricreativo, sportivo, turistico


Soggetti produttori:

Collegati:
Centro italiano femminile - CIF provinciale di Bologna
Centro italiano femminile CIF regionale Emilia-Romagna


Profili istituzionali collegati:
Centro italiano femminile - CIF, 1944 -, 1944 -

Per saperne di più:
Centro italiano femminile - Bologna

Complessi archivistici prodotti:
Centro italiano femminile - CIF dell'Emilia-Romagna (fondo)


Redazione e revisione:
Kolletzek Chiara, 2011/07/15, prima redazione
MenghiSartorio Barbara, 2011/11/08, supervisione della scheda
Xerri Maria Lucia, 2011/10/12, revisione


icona top