Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Treviso

Sede: Treviso
Date di esistenza: 1811 -

Intestazioni:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Treviso, Treviso, sec. XIX -, SIUSA
Camera di commercio e d'arti di Treviso, Treviso, 1868 - sec. XIX, SIUSA
Camera di commercio e d'industria di Treviso, Treviso, 1849 - 1868, SIUSA
Camera di commercio, arti e manifatture di Treviso, Treviso, 1811 - 1849, SIUSA

Altre denominazioni:
Camera di commercio e d'arti di Treviso, 1868 - sec. XIX
Camera di commercio e d'industria di Treviso, 1849 - 1868
Camera di commercio, arti e manifatture di Treviso, 1811 - 1849

Il decreto del vicerè d'Italia Eugenio de Beauharnais del 27 dicembre 1811, n. 304, istituì in Treviso la Camera di commercio, arti e manifatture. L'organo amministrativo del nuovo ente era composto da quattro membri scelti fra i fabbricanti, manifatturieri e commercianti in attività, designati dal Prefetto e nominati dal Ministro dell'interno. Nel decreto istitutivo si elencavano anche le attribuzioni dell'ente.
Il decreto rimase in vigore anche dopo il 1814, anche in cui il Veneto passo sotto la dominazione austriaca ed entrò a far parte del Regno Lombardo-Veneto: la presidenza dell'ente spettava all'Imperial Regio Delegato. La legge del 3 ottobre 1848 ed il regolamento provvisorio per la Camere di commercio del Regno Lombardo-Veneto del 21 luglio 1849 modificarono il funzionamento e la composizione delle Camere, che assunsero da allora la denominazione di Camere di commercio e d'industria. Alla Camera di Treviso fu affidata la giurisdizione su tutto il territorio dell'Imperial Regia Delegazione di Treviso e le furono assegnati dieci membri, eletti fra tutti gli iscritti. La Camera aveva funzioni prevalentemente consultive.
Dopo l'entrata delle truppe italiane a Treviso, avvenuta il 15 luglio 1866, la Camera continuò per qualche tempo a funzionare secondo le disposizioni austriache. Solo con Regio Decreto 1 marzo 1868, n. 4273 si provvide a riordinare, assieme alle altre del Veneto, la Camera di commercio ed arti di Treviso, in conformità alla legge 6 luglio 1862, n. 680.
Nel dicembre 1867 il Ministero del commercio dispose l'estensione alla provincia trevigiana della legge organica in vigore nelle alte province del Regno. Dopo quella data la Camera di Treviso seguì le vicende istituzionali comuni alle Camere italiane.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente funzionale territoriale

Profili istituzionali collegati:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, 1862 - 1926, 1944 -

Complessi archivistici prodotti:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Treviso (fondo)


Bibliografia:
UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA, Guida agli archivi storici delle Camere di commercio italiane, a cura di E. BIDISCHINI e L. MUSCI, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, 1996. (Pubblicazioni degli Archivi di Stato. Strumenti, CXXVII), 119-120 (Guida agli archivi storici delle Camere di commercio)

Redazione e revisione:
Fazzini Maria Cristina, 2013/02/12, revisione
Monetti Matteo, 2013/11/08, prima redazione


icona top