Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Comune di Rondanina

Sede: Rondanina (Genova)
Date di esistenza: 1797 -

Intestazioni:
Comune di Rondanina, Rondanina (Genova), 1797 -, SIUSA

Appartiene dall'anno Mille circa ai marchesi Malaspina e successivamente, dalla seconda metà del XIII secolo al 1547, ai conti Fieschi. Dopo la congiura di Gianluigi Fieschi del 1547 è confiscato ai Fieschi e donato dall'imperatore Carlo V alla famiglia Doria, nelle cui mani resta fino al 1797, quando viene unito alla Repubblica Ligure.
Con legge n. 77 del 18/04/1798, che approva il quadro di divisione del territorio ligure in 20 giurisdizioni con i rispettivi cantoni, Rondanina è capo cantone con giudice di pace di seconda classe nella "Giurisdizione dei Monti Liguri Orientali". Con la legge organica n. 24 del 17/01/1803, che approva il "quadro della divisione del territorio ligure in 6 giurisdizioni", appartiene alla "Giurisdizione dell'Entella" nel Cantone della Trebbia con Ottone Inferiore capo cantone; con legge n. 37 del 27 maggio 1803 è comune nel settimo cantone di Torriglia della "Giurisdizione del Centro". Aggregato a Bobbio, appartiene alla provincia di Pavia fino al 1923, anno in cui è unito al circondario di Genova.

Condizione giuridica:
pubblico

Tipologia del soggetto produttore:
ente pubblico territoriale

Profili istituzionali collegati:
Comune, 1859 -

Complessi archivistici prodotti:
Comune di Rondanina (fondo)
Stato civile del Comune di Rondanina (fondo)


Bibliografia:
Casale M., "La magnifica comunità di Torriglia & C. ovvero Torriglia e l'Alta Val Trebbia nella storia", Genova, 1985

Redazione e revisione:
Frassinelli Antonella, 2005/02/25, rielaborazione
Frassinelli Antonella, 2008/11/06, integrazione successiva


icona top